Urania Millemondi 72: Cronache di Mondo 9

luglio 29th, 2015

TONANIÈ un pianeta desertico, letale, una sconfinata distesa di sabbie velenose. Nel corso dell’evoluzione i suoi abitanti si sono applicati a una sola arte, la meccanica, rendendolo il regno delle macchine, del metallo e della ruggine. Eppure Mondo9 vive su una fiorente attività di commerci: titanici veicoli a ruote, grandi come bastimenti e governati da decine di uomini, solcano i deserti tra una città e l’altra. Perché c’è una guerra in corso: macchine contro macchine, metallo contro metallo. E mille pericoli attendono le loro prede acquattati sotto le dune: un misterioso
morbo che trasforma la carne in ottone, fiori giganteschi che si nutrono di ruggine… Per la prima volta in un solo volume, il romanzo originario Mondo9 e quello nuovo, Mechardionica, inedito in edizione cartacea. Con tutti i tasselli mancanti a completare uno dei cicli più avventurosi della fantascienza internazionale.

DARIO TONANI Nato nel 1959, è giornalista e vive in provincia di Milano. Ha pubblicato numerosi racconti e romanzi, segnalandosi come uno dei più interessanti autori degli anni Duemila. Finalista al premio Urania con il romanzo Infect@ (2007), ha gradualmente spostato il suo interesse verso una sf planetaria di ampio respiro. Il ciclo di Mondo9 (2008-2014), parti del quale sono state tradotte anche in inglese e giapponese, è qui raccolto per la prima volta nella sua interezza. “Ambientati in un futuro allucinato e crudele, i romanzi di Tonani sono veramente buoni. Sono lieto di vedere che c’è una nuova voce come la sua.” (Bruce Sterling)

EBOOK DISPONIBILE

Posted in Millemondi | commenti 28 Comments »

Urania Collezione 151: Gli occhi di Heisenberg

luglio 29th, 2015

herbertUn futuro di oppressione per l’umanità, ma anche la realizzazione di un sogno inseguito per secoli. Una vita lunghissima dentro corpi dotati di ogni accorgimento necessario alla sopravvivenza, e per alcuni l’immortalità. Negli Occhi di Heisenberg Frank Herbert – l’autore di Dune – descrive l’evoluzione della nostra specie in una razza nuova e dalle sconfinate ambizioni ma soggetta a uno spietato controllo genetico… finché la ribellione comincia a serpeggiare anche in un mondo così radicalmente mutato. “Il romanzo è imparentato con quell’opera notevolissima che è Gli Amaranto di Jack Vance e ha una sua poderosa originalità: la concezione dei nuovi embrioni, l’invenzione dei Ciber, esseri che hanno rinunciato alle loro emozioni per acquistare i poteri dei robot, e la trovata conclusiva, un’autentica rarità della narrativa fantascientifica americana.” (Roberta Rambelli)

FRANK HERBERT È nato nel 1920 a Tacoma, nello Stato di Washington, ed è morto nel 1986 a Madison, Wisconsin. Famosissimo per i romanzi del ciclo di Dune (1965-1985), il primo dei quali portato sullo schermo da David Lynch, è uno degli autori più amati della moderna sf americana. “Urania”, che lo ha pubblicato fin dal 1959 con Smg. “RAM” 2000 (The Dragon in the Sea, 1956), ne ripresenta qui uno dei romanzi più affascinanti, da molti anni non disponibile in traduzione italiana.

EBOOK DISPONIBILE

Posted in Urania Collezione | commenti 10 Comments »

I Capolavori di Urania 1621: Millennium

luglio 29th, 2015

vsrleyNel cielo della California stanno per scontrarsi un DC-10 e un 747 e il destino di centinaia di persone sembra ormai segnato. Ma in un futuro lontanissimo, una speciale squadra temporale è già pronta a intervenire per recuperare i passeggeri e i membri dell’equipaggio. Le conseguenze dell’operazione potrebbero lacerare il tessuto della causalità e Louise Baltimore pensa che si debba tornare ancora una volta nel passato. Qui dovrà affrontare l’uomo chiamato Bill Smith, capo di una squadra d’investigazione che sta per scoprire una verità “impossibile” attraverso i pochi indizi disponibili sull’incidente. Il romanzo di John Varley è un affascinante esercizio sull’arte di “salvare il tempo” da cui è stato tratto l’omonimo film
di Michael Anderson, con Chris Kristofferson e Cheryl Ladd.

JOHN VARLEY Nato ad Austin, Texas, nel 1947, ha studiato fisica e poi
letteratura inglese. Interrotti gli studi, ha cominciato a lavorare e negli anni
Settanta ha raccolto i suoi primi racconti di fantascienza nell’antologia The
Persistence of Vision. I suoi romanzi maggiori, contraddistinti da un solido
retroterra scientifico, sono Linea calda Ophiucus (1977), Titano (1979), Nel
segno di Titano (1980), Millennium (1983) e Demon (1984).

EBOOK DISPONIBILE

Posted in Urania Capolavori | commenti 18 Comments »

Due vincitori al Premio Urania 2014!

luglio 16th, 2015

L’edizione 2014 del nostro Premio ha visto la partecipazione di una settantina di romanzi, molti dei quali di notevole fattura sia sul piano dell’invenzione che della scrittura. In finale ne sono arrivati sei:

 

  • L’impero restaurato di Sandro Battisti
  • L’orizzonte di cristallo di Fabio Calabrese
  • Gagarin’s start di Antonio Giordano
  • The Living Room di Alessandro Petetta
  • Bloodbusters di Francesco Verso
  • Il grande marziano di Alessandro Vietti

 

La migliore qualità di questi e altri testi rispetto alle edizioni passate ci ha indotti a prendere una decisione senza precedenti: premiare due autori invece di uno solo. La felice risoluzione è stata resa possibile dal fatto che si tratta di due romanzi abbastanza “asciutti” da consentire l’abbinamento in un solo volume, per cui il numero di Urania contenente i Premi 2014 uscirà a novembre con:

Bloodbusters di Franceco Verso, un’originalissima storia di tasse e… sangue e L’impero restaurato di Sandro Battisti, un’aggiunta matura e spettacolare al suo ciclo dell’Impero connettivo.

 

Nel congratularci con i due vincitori ex-aequo e nel promettere ai lettori un libro con due romanzi che soddisferanno davvero tutti i gusti, ringraziamo gli altri finalisti e i partecipanti che si sono dimostrati all’altezza di un Premio agile, cresciuto in qualità e sempre capace di rinnovarsi. Il nostro augurio è di poter pubblicare presto anche loro e rivolgiamo a tutti un caloroso “Avanti così!”.

Posted in Premi e concorsi | commenti 27 Comments »

Urania 1620: I ribelli e l’astronave

giugno 29th, 2015

urania 1620Nell’anno 1968 dell’Era Galattica il governo della Repubblica, in guerra con la Federazione Teroni, vuole riappropriarsi a tutti i costi della Theodore Roosevelt, la nave comandata da Wilson Cole.
Già ricercato per ammutinamento e pirateria, Cole ha tentato di dimostrare più volte che si tratta di false accuse: tutto inutile. Ora, a capo di cinquanta unità, è considerato un pericolo autentico, ma fosse per lui non combatterebbe
ancora. In fondo, contro le sue cinquanta astronavi la Repubblica può schierarne milioni… Quando scoppiano le ostilità, tuttavia, Cole è costretto ad accettare la sfida, anche a costo di allearsi con antichi rivali. E l’ultima parola spetterà alla Teddy R., l’astronave che ha già combattuto nei cieli più infuocati.

MIKE RESNICK Nato a Chicago nel 1942, ha vinto cinque volte il premio Hugo e una volta il Nebula. Di lui “Urania” ha pubblicato romanzi come Purgatorio: storia di un mondo lontano (n. 1253), Inferno (n. 1257), Il killer delle stelle (n. 1449), Gli ammutinati dell’astronave (n. 1579), I pirati e l’astronave (n. 1591) e Astronave mercenaria (n. 1614). È il curatore della nuova rivista “Galaxy’s Edge”, disponibile anche in formato e-book.

Posted in Urania Collana | commenti 11 Comments »

Urania Jumbo 42: Absolution Gap

giugno 29th, 2015

jUMBOEsiste ancora un fantascienza “cosmologica”? Alastair Reynolds, connazionale di Olaf Stapledon, ha cercato di ricrearne una, descrivendo un universo ricco di storia e religioni; una tecnologia avanzata che permette di viaggiare tra le stelle senza infrangere la velocità della luce; entità che forse vengono dal futuro ed esseri post-umani. Ma la sua è anche una storia di conflitti, ed ecco entrare in scena gli Inibitori, creature inorganiche votate fin dall’antichità a una terribile missione di morte. È questo lo sfondo di Absolution Gap, il grande romanzo che conclude la trilogia di Rivelazione e Redemption Ark (già pubblicati da “Urania” rispettivamente nei nn. 1550, 1553 e nel “Jumbo” n. 41). La resistenza contro i nemici meccanici dell’umanità è affidata a due avamposti, uno dei quali è una luna messa sotto assedio dagli Inibitori. Neville Clavain, Khouri e sua figlia – la ragazza geneticamente modificata – dovranno giocare la loro partita sperando davvero nell’Assoluzione finale. Non solo per una specie vivente, ma per il nuovo universo che sorgerà.

ALASTAIR REYNOLDS “Sono nato in Galles nel 1966. Ho cominciato a pubblicare racconti nel 1990, ma dal 1992 al 2004 ho lavorato in Olanda come ricercatore per l’Agenzia spaziale europea (ESA), occupandomi in particolare della S-cam: la più avanzata macchina ottica del mondo. Il mio primo romanzo, Revelation Space, è uscito nel 2000 ed è stato segnalato al premio dell’Associazione britannica di fantascienza (BSFA) e all’Arthur Clarke. Il secondo romanzo, Chasm City, ha vinto il premio BSFA nel 2002. Altri miei libri sono House of Suns, apparso in Inghilterra nel 2008, mentre nel 2009 è uscito Terminal World, un ‘planetary romance’ con influenze steampunk.”

Posted in Senza Categoria, Urania Jumbo | commenti 41 Comments »

Urania collezione 150: Le sabbie di Marte

giugno 29th, 2015

collezLe osservazioni condotte da Mars Express, Mars Exploration Rover e dalla sonda Phoenix hanno confermato la presenza di acqua sul pianeta, concentrata maggiormente attorno ai poli. E il protagonista di questo celebre romanzo di Clarke, che ha avuto l’onore di inaugurare i “Romanzi di Urania” e che oggi festeggia con un’edizione speciale il 150° volume della “Collezione”, non può certo dirsi stupito. Quando Martin Gibson sbarca sul pianeta rosso, infatti, lo trova già parzialmente
colonizzato dagli uomini: ma i coloni non hanno mai visto l’ombra di un marziano. Se dunque, malgrado tutto, i marziani ci sono, vuol dire che sono ben nascosti. E c’è poco da meravigliarsi che le immagini delle sonde, pur scattate dal suolo, non ne abbiano ancora rivelato l’esistenza.
ARTHUR C. CLARKE Nato in Inghilterra nel 1917, è lungamente vissuto in Sri Lanka dove è morto nel 2008. Da uno dei suoi racconti più celebri, La sentinella (1953), Stanley Kubrick ha tratto il film 2001: Odissea nello spazio, trasformato in romanzo dallo stesso Clarke nel ’68. Altri importanti romanzi: Le sabbie di Marte (The Sands of Mars, 1951), La città e le stelle (1952-’56); Le guide del tramonto (Childhood’s End, 1953). In “Urania Collezione” sono già apparsi Polvere di luna (A Fall of Moondust, 1961), Incontro con Rama (Rendez-vous with Rama, 1973), Terra imperiale (Imperial Earth, 1975) e Le fontane del Paradiso (The Fountains of Paradise, 1979).

EBOOK DISPONIBILE

Posted in Urania Collezione | commenti 31 Comments »

Urania Horror 8: La faccia che deve morire

giugno 29th, 2015

campbellIl suo nome è Horridge, qualcosa che suona vagamente come porridge ma con una dose di orrido. E in effetti, molte cose sono orribili nella vita di Horridge, a cominciare da una memoria
così selettiva che gli permette di dimenticare quello che fa (ma non dovebbe fare) e la gente che odia a vista, e che improvvisamente scompare.
Horridge dimentica persino chi uccide, anzi attribuisce la colpa ad altri inperfetta buona fede. E tutto questo a causa di un faccia terribile, di un’ossessioneche non lo lascia in pace un momento, nella Liverpool affogata nel sangue di vittime innocenti. Uno dei romanzi più agghiaccianti di Ramsey Campbell, una “confessione” spietata di abusi e ossessioni scrupolosamente documentate.

RAMSEY CAMPBELL È nato a Liverpool nel 1946 e ha cominciato a scrivere racconti horror sotto l’egida della Arkham House, casa editrice che ha pubblicato la sua prima raccolta nel 1964 (The Inhabitant of the Lake and Less Welcome Tenants). Sono molto noti in Italia i romanzi La bambola chedivorò sua madre (1976), La setta (1981), Sogni neri (1981), Luna affamata(1986) e Antiche immagini (1989). La faccia che deve morire (The Face that Must Die, 1979) è stato definito da S.T. Joshi uno dei migliori romanzi sultema dello slasherkiller.

Posted in Horror | commenti 24 Comments »

I capolavori di Urania 1619: Capitan Abisso

maggio 20th, 2015

spinradLo spazio è l’Abisso, il grande Vuoto; i comandanti delle astronavi sono Ufficiali del Vuoto. Questa è la storia di uno di loro: Genro Kane Gupta, capitano della Dragon Zephir e cacciatore sguinzagliato nella galassia. Ma un giorno Genro Kane incontra Dominique Alia Wu, splendida e misteriosa jump pilot – una delle bellissime donne che forniscono alle navi l’energia del balzo cosmico – e le cose cambiano. Perché Dominique non è un pilota come tutti gli altri; perché lo sfibrante esercizio necessario a muovere le astronavi non la consuma lentamente né la uccide; e soprattutto perché ha una richiesta senza precedenti da fare al comandante: permettere alla Dragon Zephir di fare il Balzo alla cieca, violando le regole più elementari della sicurezza nello spazio!

NORMAN SPINRAD Nato a New York nel 1940, è vissuto a lungo a Parigi. Oltre a Capitan Abisso, già uscito nelle nostre edizioni con il titolo Astronavi nell’Abisso, i suoi romanzi famosi sono Bug Jack Barron (Jack Barron e l’eternità, 1969), Il signore della svastica (The Iron Dream, 1972), ambientato in un universo parallelo in cui Adolf Hitler scrive romanzi di fantascienza, Deus X (id., 1993), dove il papa affronta l’era del cyberspazio, Ore 11: sequestro in diretta. Come occupare una stazione tv e vivere felici (Pictures at 11, 1994) e Greenhouse Summer (Condizione Venere, 1999), un libro catastrofico sulla Terra del futuro sconvolta dai cambiamenti ambientali.

EBOOK DISPONIBILE 

Posted in Urania Capolavori | commenti 106 Comments »

Urania Collezione 149: Il signore dei sogni

maggio 20th, 2015

zelaznyUna tecnologia elettronica capace di mettere in contatto gli stati psichici di due diversi sistemi nervosi: da questa invenzione emerge una nuova disciplina, la Formazione neurocondivisa. Charles Render si è affermato da tempo come luminare nel settore ma continua a essere divorato dall’ambizione. Per questo non esita ad accettare lo strano incarico offertogli dalla psichiatra Eileen Shallot, cieca dalla nascita, che vuole imparare da lui l’arte della Formazione. Un proposito ambizioso come pochi, considerando che il lavoro dei neuroformatori consiste nel portare allo scoperto le nevrosi dei pazienti mediante il più immediato dei linguaggi di comunicazione: l’immagine. Il senso della sfida è il motore che spinge il Formatore ad accettare l’incarico, ma con il passare del tempo e con l’aumentare della bravura di Eileen nell’usare il nuovo canale, Render scoprirà a sue spese quanto rischiosa possa essere stata la sua decisione.

ROGER ZELAZNY Nato a Cleveland, Ohio, nel 1937, è uno dei grandi autori di sf americani emersi negli anni Sessanta e Settanta. Specialista di un genere di fantascienza centrata sui temi del sogno e della mitologia, ha pubblicato numerosi romanzi e racconti: Io, l’immortale (This Immortal, 1966), Signore dei sogni (Dream Master, 1966) e Signore della luce (Lord of Light, 1967), tutti apparsi in “Urania Collezione”; inoltre La pista dell’orrore (Damnation Alley, 1967, divenuto anche un film), Creature della luce e delle tenebre (Creatures of Light and Darkness, 1969), Deus Irae (id., 1976, in collaborazione con Philip K. Dick) e Voglio la testa del principe azzurro (Bring Me the Head of Prince Charming, 1991), in collaborazione con Robert Sheckley. È scomparso nel 1995.

All’interno, il racconto “YouWorld” di Giovanni De Matteo e Lanfranco Fabriani.

EBOOK DISPONIBILE

Posted in Urania Collezione | commenti 28 Comments »

« Previous Entries