Urania Collezione 183: Il mondo dei Berseker

aprile 4th, 2018

COP_urania_coll_183fb_cover Berserker. Un nome che nell’antichità evocava orrori indicibili, in quanto indicava feroci guerrieri nordici capaci di combattere in uno stato di trance che li rendeva insensibili al dolore, risultando quindi quasi invincibili. E nel futuro dell’umanità questa parola continua a suscitare profonde paure, perché così sono chiamate le immani macchine da guerra senzienti che si aggirano per l’universo con un unico scopo: annientare qualsiasi forma di vita. La lotta per la sopravvivenza è uno scontro epico che non risparmia nessuno, e solo con l’astuzia, l’improvvisazione e la capacità tipica dell’umanità di sopravvivere a qualsiasi catastrofe, si può pensare di riuscire a tenere testa ai Berserker.
Uscita nel 1967, questa antologia di racconti è la prima pietra dello straordinario e vastissimo edificio narrativo basato sul mistero che circonda i
Berserker, che Fred Saberhagen ha costruito in oltre quarant’anni, con un
numero enorme di romanzi e racconti, alcuni scritti anche grazie al contributo
di altri autori, che hanno dato la loro interpretazione di questo affascinante affresco del futuro.

FRED SABERHAGEN Nato il 18 maggio 1930 a Chicago e scomparso il 29 giugno 2007 ad Albuquerque, Saberhagen ha lavorato per l’Encyclopedia Britannica e in seguito è diventato scrittore di fantascienza, horror e fantasy. Berserker (1967) apre il suo ciclo fantascientifico più famoso, che prosegue con Brother Berserker (1969), Berserker’s Planet (1975), Berserker Man (1979) e The Berserker Throne (1985), tutti usciti in “Urania”. I suoicicli di fantasy Swords, Lost Swords e Book of the Gods sono altrettanto
famosi. È anche autore di un celebre pastiche holmesiano, Dossier Holmes- Dracula, del 1978.

EBOOK DISPONIBILE

Posted in Urania Collezione | commenti 13 Comments »

Urania Collana 1653: Cosmocopia

aprile 4th, 2018

COP_urania_1653fb_cover Prima che venisse colpito da un ictus e che la vecchiaia lo aggredisse senza dargli scampo, Frank Lazorg era il re degli illustratori fantastici, con un ego a dir poco smisurato. Ma ormai non può più dipingere. Almeno fino a quando non inizia a prendere una nuova, bizzarra droga che sembra in grado di ridare sostanza alle sue capacità creative, ma che lo porta a una dipendenza assoluta e alla follia. Infuriato, e con la capacità di comprendere la realtà gravemente compromessa, Lazorg arriva a commettere un atto irreparabile, e a sua volta viene trascinato… da qualche altra parte. Nudo e indifeso, il grande artista si aggira in uno scenario bizzarro ed estraneo, pieno di cose mostruose che sembrano deridere, eppure in qualche modo anche stranamente rispecchiare, la precedente realtà del suo mondo. Ecco allora comparire Grucciasentina, una creatura straordinaria, che potrebbe forse aiutare Lazorg a salvarsi mentre precipita attraverso la Cosmocopia, avvicinandosi sempre più al misterioso Conceptus…

All’interno, i racconti “Ascensione negata” di Lorenzo Davia e “Ripristino” di Silvio Sosio.

PAUL DI FILIPPO Nato nel 1954, Di Filippo è considerato una delle maggiori rivelazioni della fantascienza americana. Celebre in Italia per il trittico Steampunk (1995), suo primo libro di racconti legati da un tema comune e che a breve potrete leggere nelle nostre collane, ha pubblicato altre raccolte di rilievo, fra cui spiccano Lost Pages (1998) e Strange Trades (2001). Su “Urania” sono già usciti i suoi romanzi L’imperatore di Gondwana (The Emperor of Gondwana land and Other Stories, 2005, n. 1520) e Vendesi tempo, affare sicuro (Shuteye for the Timebroker, 2006, n. 1589).

EBOOK DISPONIBILE

Posted in Urania Collana | commenti 3 Comments »

FINALISTI PREMIO URANIA 2017

marzo 18th, 2018

L’edizione 2017del Premio Urania ha visto la partecipazione di oltre cinquanta concorrenti, con moltisse opere di sicuro merito.

In attesa di determinare il vincitore di questa edizione del Premio, che sarà pubblicato su Urania nel mese di novembre 2018, la giuria ha individuato dieci finalisti che si contenderanno la vittoria finale.

Eccoli, in ordine alfabetico per autore:

Terre rare di Matt Bryar

La piantagione dei cervelli di Fabio Carapezza

L’ultimo viaggio della Dnepro di Alessandra Cristallini e Andrea Pomes

Tutti i regni del mondo di Davide Del Popolo Riolo

La trappola di Venere di Paolo Euron

Stacho Quzbic, il viaggiatore di Marco Milani

Trashworld di Dario Munno

Il sigillo del dolore di Giovanna Repetto

Simbionte 0.12 di Claudio Vastano

Helel di Marc Welder

Complimentandoci con questi autori per la qualità delle loro opere, rimandiamo a un prossimo comunicato per l’assegnazione del Premio Urania 2017.

Posted in Premi e concorsi | commenti 4 Comments »

Urania Millemondi 80: Mondi senza fine

marzo 2nd, 2018

COP_urania_millemondi_80 cover“Come sempre” dice Gardner Dozois “il miglior acquisto per un lettore di fantascienza sono i vari Best of the Year, almeno nel campo delle antologie.” In America ne escono diversi, spesso sovrapponendo  i racconti, e senza contare le analoghe raccolte dedicate alla fantasy, all’horror e al weird. In Italia, “Urania” è l’unica a fare da anni un’operazione del genere: prima con le raccolte curate da David G. Hartwell e ora con quelle monumentali di Gardner Dozois, ciascuna delle quali deborda in tre corposi volumi del “Millemondi”. Anche quest’anno siamo fedeli all’appuntamento con oltre novecento pagine di science fiction e science fantasy, in compagnia di autori eccellenti e di rivelazioni fra cui Lavie Tidhar, Eleanor Arnason, Aliette de Bodard e Gregory Benford. A rappresentare la fantascienza britannica i grandi Alastair Reynolds, Ian McDonald, Stephen Baxter e Paul McAuley: incontrateli nei tre volumi di questa serie da biblioteca.

GARDNER DOZOIS Nato nel 1947, è uno dei più famosi editor americani di fantascienza. Ha diretto per anni la “Isaac Asimov’s Science Fiction Magazine”, facendole vincere più premi Hugo di qualsiasi altra rivista. The Year’s Best Science Fiction n. 34, di cui diamo qui la prima parte, è uscito nel 2017 ed è una selezione del meglio dell’annata precedente.

EBOOK DISPONIBILE

Posted in Millemondi | commenti 20 Comments »

Urania Collezione 132: Orion

marzo 2nd, 2018

COP_urania_coll_182 coverAlle tre del pomeriggio, John O’Ryan è seduto in un ristorante di Manhattan senza un pensiero al mondo. Dopo aver notato una splendida ragazza dagli occhi grigi e un paio di bizzarri individui molto interessati a lei, si vede recapitare un insolito dessert sotto forma di una bomba a mano pronta a esplodere. John sospetta di essere coinvolto in una lotta senza quartiere, e ha ragione: solo che non si tratta di nemici ordinari ma di due entità millenarie che si disputano il futuro del genere umano. Per fortuna, neanche John O’Ryan è solo quel che sembra: quando deciderà di scoprire il segreto della sua vera identità, dovrà tuffarsi in varie epoche del passato fino a dare un senso al conflitto che vorrebbe vederlo come una semplice pedina, mentre lui si sente un semidio. Orion è uno dei più bei romanzi d’azione della fantascienza americana.

BEN BOVA Nato nel 1932, è uno dei più prolifici romanzieri, antologisti e editor della fantascienza USA. Dopo la morte di John W. Campbell ha assunto la direzione della rivista “Analog” e in seguito di “Omni”, il prestigioso mensile fondato da Bob Guccione. Su “Urania”, oltre al ciclo di Orion, ha pubblicato I condannati di Messina, L’astronave dei 20.000, Ritorno dall’esilio, THX 1138 (basato sulla sceneggiatura di George Lucas), Giove chiama Terra, Ritorno da Giove e altri romanzi.

EBOOK DISPONIBILE

Posted in Urania Collezione | commenti 3 Comments »

I Capolavori di Urania 1652: Purgatorio – Storia di un mondo lontano

marzo 2nd, 2018

COP_urania_capolavori_1652 cover Finalista del premio Nebula, Purgatorio: storia di un mondo lontano (Purgatory: A Chronicle of a Distant World) racconta del pianeta Karimon e della sua popolazione di esseri senzienti che discendono dai rettili come noi dai mammiferi. Con una cultura vitale ma ferma all’età della pietra, i karimaniti sono facile preda dei primi colonizzatori umani, da essi considerati come dei. E su Karimon si ripete il dramma che la Terra ha già conosciuto nei secoli passati, quando le culture tecnicamente più avanzate si sono imposte a quelle del Nuovo Mondo o hanno ridotto in schiavitù i popoli africani. Ma su Karimon c’è qualcuno che ha intuito la verità: sa che i terrestri non sono esseri divini, sa che anch’essi hanno dei nemici annidati nello spazio. E si rende conto che la situazione di Karimon può essere cambiata definitivamente…

 

MIKE RESNICK Nato a Chicago nel 1942, ha vinto cinque volte il premio Hugo e una volta il Nebula. È stato il curatore della rivista “Galaxy’s Edge”, disponibile anche in formato e-book. “Urania” tra i suoi romanzi ha pubblicato Il killer delle stelle (n. 1449) e il ciclo di Wilson Cole: Gli ammutinati dell’astronave (n. 1579), I pirati e l’astronave (n. 1591), Astronave mercenaria (n. 1614) e I ribelli e l’astronave (n. 1620). Purgatorio: storia di un mondo lontano forma, insieme a Paradise: A Chronicle of a Distant World (di recente tradotto su “Urania”) e Inferno un’ideale trilogia sul tema della futura espansione di una razza umana avida e rapace, che ripete nello spazio tutti i misfatti del colonialismo storico.

EBOOK DISPONIBILE

Posted in Urania Capolavori | commenti 4 Comments »

Urania Collezione 181: La ragazza nell’atomo d’oro

gennaio 31st, 2018

Tags: , , , , , ,

COP_urania_coll_181_coverNella migliore tradizione dell’età pionieristica della fantascienza, questo romanzo di Ray Cummings affronta un viaggio nel misterioso universo dell’infinitamente piccolo, per portare il lettore, insieme ai personaggi del libro, in un’affascinante esplorazione del mondo contenuto all’interno di un atomo di una molecola d’oro. Sarà lì che il giovane scienziato protagonista del romanzo conoscerà Aura, l’affascinante ragazza che condurrà i nostri eroi alla scoperta di una civiltà subatomica che prospera in uno scenario tanto misterioso quanto denso di emozioni, pericoli e continui colpi di scena. Rivisitando i temi più classici dell’esplorazione (spaziale o sottomarina), questo La ragazza nell’atomo d’oro è un libro di grande intensità, che dopo la sua prima apparizione in Italia nell’ottobre del 1980 (Armenia), non è stato più ristampato, e che “Urania” propone ai suoi lettori nel pieno spirito del gusto per l’avventura che solo i grandi Classici della fantascienza sanno proporre.
RAY CUMMINGS Autore americano di fine Ottocento (nasce il 30 agosto del 1887, e muore il 23 gennaio del 1957), Cummings ha scritto dieci romanzi e diversi racconti nel multiforme periodo che ha dato vita all’era Pulp della fantascienza, tra cui opere come I briganti della Luna (Brigands of the Moon, 1930), Il mondo invisibile (The White Invaders, 1931), La ragazza ombra (The Shadow Girl, 1946), La principessa di Mercurio (Tama, Princess of Mercury, 1966), e questo La ragazza nell’atomo d’oro (The Girl in the
Golden Atom, 1922), che in realtà è l’unione in unico volume di due novelle uscite precedentemente, ovvero l’omonimo The Girl in the Golden Atom del 1919 e People of the Golden Atom (1920), seguito del primo.

EBOOK DISPONIBILE

Posted in Urania Collezione | commenti 6 Comments »

Urania collana 1651: Supernova

gennaio 31st, 2018

Tags: , , , , , , , , , , ,

COP_urania_1651_coverUna volta l’Ananke era un’astronave militare sperimentale. Ma un virus informatico scatenato dal terrorista Matthew Gale l’ha trasformata in qualcosa di diverso: un’intelligenza artificiale senziente, con i poteri di un dio e le emozioni instabili di un adolescente. Althea, l’ingegnere capo della nave e l’ultimo umano vivente rimasto a bordo, ha quasi dato la vita per salvare l’Ananke da pericolosi sabotatori, creando con la nave un legame tanto potente quanto quello tra una madre e una figlia. Quando l’Ananke decide di cercare Matthew Gale, che considera suo padre, Althea scopre che quel desiderio è più forte di quanto sia possibile comprendere o controllare. Giunti sulla Terra, Althea e l’Ananke si ritroveranno coinvolte in una violenta rivoluzione guidata dalla sorella di Matthew, Constance, che non si fermerà davanti a nulla pur di abbattere il regime che governa il mondo. Da questo incontro, nascerà un nuovo e infuocato futuro…

C.A. HIGGINS Giovane autrice nata nei primi anni Novanta, dopo la laurea in Fisica e dopo aver tradotto testi dal latino, abbina il lavoro in teatro con la carriera di scrittrice. Il suo romanzo d’esordio, Lightless (Del Rey 2015, “Urania” n. 1641), l’ha posta all’attenzione del grande pubblico. L’idea che sta alla base del romanzo e del suo seguito, Supernova (2016), è arrivata mentre pensava, durante una lezione all’università, all’inevitabile morte termica dell’universo.

EBOOK DISPONIBILE

Posted in Urania Collana | commenti 2 Comments »

Urania Jumbo 1: Entoverse

gennaio 31st, 2018

Tags: , , , , , , , , ,

COP_urania_jumbo_1_coverSul pianeta Jevlen la società umana, affidata ai pacifici e illuminati Ganiani, è allo sbando: l’incuria e l’irresponsabilità dei nativi li sta trascinando verso un inesorabile degrado morale e materiale. E tutto sembra dovuto a Jevex, il super computer che gestisce per intero gli affari jevleniani. Eppure, la situazione non migliora quando il cervellone viene spento… Nel frattempo, in un universo molto diverso, dove la magia funziona e niente è già deciso, sette mistiche e para-religiose conquistano sempre più adepti e preparano un piano per rovesciare il governo. Perché quando il cuore è puro, la mente allenata e le circostanze quelle giuste, alcune anime fortunate possono fare il passaggio all’altro universo. Se solo potessero riuscirci tutti…

JAMES P. HOGAN Nato a Londra nel 1941 da padre irlandese e madre tedesca, Hogan è scomparso nel 2010. Entoverse è il quarto capitolo del Ciclo dei Giganti, preceduto da Lo scheletro impossibile (“Urania” n. 739), Chi c’era prima di noi (n. 765) e La stella dei giganti (n. 931), tutti di recente raccolti nel “Millemondi” n. 74. Chiude il ciclo Mission to Minerva (1995).

EBOOK DISPONIBILE

Posted in Urania Jumbo | commenti 31 Comments »

Un fantastico 2018

gennaio 2nd, 2018

Si chiude il 2017 e si apre un nuovo anno, che “Urania” vivrà all’insegna di alcuni cambiamenti e novità che speriamo possano essere apprezzati dal nostro pubblico, consentendoci di ampliare la base dei lettori che ci frequentano.

Prima di tutto, dai fascicoli di gennaio cambia leggermente la grafica di copertina di “Urania”, “Urania Collezione” e “Millemondi”, che viene ordinata per risultare più vicina alla storia stessa di queste collane, senza rinunciare all’evoluzione perseguita negli ultimi anni.

Del tutto nuova, invece, “Urania Jumbo”, che da febbraio diventerà una collana a se stante registrata in tribunale, non più un supplemento di “Urania”, con periodicità (per il momento) trimestrale, ovvero capace di offrire ai lettori un volume ogni tre mesi, per un totale di quattro titoli all’anno, che saranno in edicola a febbraio, maggio, agosto e novembre. “Urania Jumbo” si alternerà alle uscite di Urania Millemondi (marzo, luglio e dicembre) e affiancherà le tradizionali pubblicazioni mensili delle due collane principali, “Urania” e “Urania Collezione”.

“Urania Jumbo” avrà una nuova grafica di copertina, che speriamo vi sarà gradita, e che intende proporre qualcosa di nuovo ai nostri lettori, pur senza abbandonare gli elementi chiave che hanno fatto la storia di “Urania”, come il cerchio sul piatto di copertina. Un elemento di spicco della nuova grafica saranno le illustrazioni, che si estenderanno quasi a piena pagina, seppure leggermente oscurate nella zona al di fuori del cerchio, e porteranno la firma di grandi illustratori internazionali.

Nonostante il nuovo look, “Urania Jumbo” manterrà le prerogative di sempre, che ne hanno decretato un grande successo tra gli appassionati, e che ci hanno spinto a provare questa strada di rinforzo e crescita nel numero delle uscite annuali: a fronte di un prezzo comunque contenuto, la collana proporrà solo grandi opere internazionali inedite per le nostre collane e in traduzione integrale, senza farsi spaventare (finalmente!) dalle dimensioni dei volumi originali, che troppo spesso ci hanno precluso la possibilità di tradurli per Urania. “Urania Jumbo” darà ai lettori la possibilità di godersi in un volume ben tradotto e curato sotto ogni aspetto, le migliori opere del panorama fantascientifico mondiale, portando in Italia i romanzi più celebrati e le saghe di science fiction più entusiasmanti. Qualche esempio?

A febbraio uscirà Entoverse di James P. Hogan, quarto capitolo del Ciclo dei Giganti, giò preceduto da Lo scheletro impossibile (“Urania” n. 739), Chi c’era prima di noi (“Urania” n. 765) e La stella dei giganti (“Urania” n. 931), tutti di recente raccolti nel “Millemondi” n. 74 (chiuderà il ciclo Mission to Minerva, 1995, in trattativa per una prossima uscita in “Urania Jumbo”).

A maggio sarà la volta di un altro seguito molto atteso, Coyote: Frontier (2005) di Allen Steel, tre volte vincitore del Premio Hugo con i romanzi brevi La morte di Capitan Futuro, … dove gli angeli temono d’avventurarsi e L’imperatore di Marte. Questo Coyote: Frontier è il terzo romanzo della celebrata serie di Coyote, che “Urania” ha già proposto ai suoi lettori con i primi due romanzi del ciclo, Coyote (Coyote, 2002, “Urania” n. 1602) e Coyote Rising (Coyote Rising, 2004, “Urania” n. 1634).

Ad agosto uscirà in “Urania Jumbo” un’altra opera di grandissimo rilievo, che sta riscuotendo grande successo in tutto il mondo: il primo libro della triologia “Luna” di Ian McDonald, ovvero Luna nuova (Luna: New Moon, 2015), che inaugura la straordinaria avventura della colonizzazione industriale della Luna. A questo primo volume faranno seguito in “Urania Jumbo” (in date ancora da stabilire) anche gli altri due titoli della trilogia, già acquisiti da Mondadori, ovvero Luna piena (Luna: Wolf Moon, 2017) e Luna crescente (Luna: Rising Moon, 2018).

Per quanto riguarda il “Millemondi”, le tre uscite del 2018 saranno dedicate al 34° volume della monumentale Year’s Best Science Fiction, che raccoglie il meglio della produzione breve mondiale di fantascienza, una raccolta che non può assolutamente mancare agli appassionati, per avere sott’occhio i migliori racconti delle grandi firme della science fiction e il più aggiornato panorama dei nuovi talenti che si affacciano in questo mondo.

“Urania Collezione” continuerà a proporre i grandi classici della fantascienza, con autori di rilievo come Ian watson, Ben Bova, Arthur C. Clarke, Rudy Rucker, Paul Di Filippo, Donald Wandrei, Gregory Benford, Ken MacLeod e molti altri, di cui stiamo trattando i diritti di ripubblicazione.

Per ciò che riguarda la collana madre, invece, ecco cosa offrirà il menu 2018 di “Urania”: oltre alla trilogia “dantesca” di Mike Resnick (Paradise, Purgatory e Inferno), usciranno inediti di Nancy Kress, C.A. Higgins, Charles Stross, Ian McDonald, Ted Reynolds e molti altri, per continuare a offrire la migliore proposta di titoli e autori internazionali, oltre al vincitore come ogni anno del Premio Urania, che designerà il migliore romanzo italiano di science fiction. Anche in questo caso con una novità, che darà a tanti scrittori italiani di racconti di fantascienza la possibilità di mettersi in gioco per essere pubblicati da “Urania”. Grazie al Premio Urania Short 2018 per racconti inediti, infatti, tre finalisti individuati dalla redazione di “Urania” saranno pubblicati in appendice al fascicolo di novembre con il vincitore del Premio Urania per romanzi, insieme a una scheda voto che consentirà a tutti i lettori di votare il racconto migliore, decretando il vincitore.

Insomma, il 2018 si preannuncia come un anno molto interessante per “Urania”, e ci auguriamo che i lettori continuino a seguirci e a tributarci l’interesse che ha fatto di questa collana e delle sue “sorelle” l’unica espressione continuativa e a prezzi ecnomici della migliore narrativa di science fiction mondiale.

Buon 2018 a tutti!

Posted in Dispacci, Senza Categoria | commenti 41 Comments »

« Previous Entries