Urania Collezione 218: Lester Del Rey , “L’undicesimo comandamento”

febbraio 26th, 2021

Tags: , , , , , , ,

Lester Del Rey , "L'undicesimo comandamento", Urania Collezione n. 218, marzo 2021

Lester Del Rey , “L’undicesimo comandamento”, Urania Collezione n. 218, marzo 2021

Lester Del Rey , “L’undicesimo comandamento”, Urania Collezione 218, marzo 2021

 

Quando un’esplosione nucleare distrugge il Vaticano, l’America nomina un nuovo papa, dando vita a uno scisma nella Chiesa.
E con l’umanità decimata e ridotta in miseria, un undicesimo comandamento si impone sui precedenti: quello dato in origine da Dio ad Adamo:

“Siate fecondi e moltiplicatevi.” 

La lotta per i diritti delle donne e della comunità gay torna indietro di secoli, la contraccezione diventa illegale, e la ricerca biologica viene permessa soltanto al clero, mentre mutazioni genetiche e orribili morbi si diffondono ovunque, facendo precipitare l’umanità in un incubo distopico.

Ciò che conta è solo la procreazione, a ogni costo.

Lo sa bene Boyd Jensen, mandato sulla Terra dalle colonie di Marte, che si troverà a combattere in prima persona per la propria libertà e quella di coloro che ama. Ma dietro l’undicesimo comandamento si nasconde una verità agghiacciante.

Ecco inoltre cosa ci racconta il traduttore, Andrea Tortoreto:

“L’undicesimo comandamento”, considerato il capolavoro di Lester Del Ray, risale al 1962, ma è invecchiato benissimo data la sua incredibile attualità. I temi della sovrappopolazione, della distruzione ambientale, delle manipolazioni genetiche si intrecciano all’interno di un’opera distopica e visionaria che davvero stupisce per lungimiranza a capacità di anticipazione. Non solo, quest’opera è un vero esempio di romanzo filosofico, cosa che conferma una mia profonda convinzione, ovvero che la fantascienza è, dopo il dialogo platonico, la più “filosofica” tra le forme letterarie. La SF è portata per sua natura a interrogarsi sulle conseguenze che lo sviluppo tecnologico può avere sull’uomo, sulla sua natura intima e sul suo modo di vedere e pensare il reale. Lo scrittore californiano indaga l’umanità cercando di precorrerne il destino, la osserva con lo sguardo lucido e disincantato di chi, attraverso una narrazione appassionante, vuole capire, andare in profondità.

Leggi tutto »

Posted in Ebook, Urania Collezione | commenti 15 Comments »

Urania 1688: Charles Stross, “La stirpe di Nettuno”

febbraio 25th, 2021

Tags: , , , , , ,

Charles Stross, La stirpe di Nettuno, Urania n. 1688, marzo 2021

Charles Stross, La stirpe di Nettuno, Urania n. 1688, marzo 2021

Charles Stross, La stirpe di Nettuno, Urania 1688, marzo 2021

Gli ultimi esseri umani naturali, i “Fragili”, si sono estinti cinquemila anni fa.

A popolare l’universo ora sono i loro discendenti metaumani, come Krina Alizond-114, studiosa di storiografia delle pratiche contabili alla ricerca di Ana, una delle sue sorelle, misteriosamente scomparsa.

La barriera della velocità della luce non è mai stata superata, e viaggiare tra le stelle è un’impresa complessa, pericolosa… e dispendiosa. Specialmente se, come Krina, si è diretti in un posto sperduto come il mondo acquatico di Shin-Teti, luogo dell’ultimo avvistamento di Ana.

La metaumana dovrà accettare di lavorare per la Chiesa dei Fragili per ottenere il passaggio sperato, ma il suo viaggio sarà reso ancora più difficile dal fatto che sua sorella potrebbe essere impelagata in qualcosa di losco.

Tra temibili assassini robotici, corsari spaziali a caccia di assicurazioni sulla vita e colossali truffe finanziarie, per la sua ricerca impiegherà parecchie “migliaia di secondi”… e non sarà certo un pic-nic tra le stelle!

Ecco cosa ci racconta in proposito il traduttore, Davide De Boni:

Con “La stirpe di Nettuno” ci immergiamo nello stesso universo de “I figli di Saturno”, ma migliaia di anni dopo. Per chi c’è già stato, le cose sono cambiate, e parecchio; a chi invece sta per metterci piede per la prima volta, dico solo di prepararsi a qualcosa di diverso da tutto ciò che ha letto finora. Stross mette sul tavolo tutte le sue carte, dall’astrofisica alla biologia, passando per la finanza, vero centro di gravità intorno al quale orbita la narrazione. Tradurre questo romanzo è stato dunque una sfida, ma anche una scoperta: capita raramente di imbattersi in idee così fuori dal comune.

Leggi tutto »

Posted in Ebook, Urania Collana | commenti 6 Comments »

Urania Jumbo 17: N. K. Jemisin, “Il portale degli obelischi”

febbraio 24th, 2021

Tags: , , , , ,

N.K. Jemisin, "Il portale degli obelischi", Urania Jumbo n. 17, marzo 2021

N.K. Jemisin, “Il portale degli obelischi”, Urania Jumbo n. 17, marzo 2021

N.K. Jemisin, “Il portale degli obelischi”, Urania Jumbo n. 17, marzo 2021

 

[*** QUESTO È IL SECONDO VOLUME DI UNA TRILOGIA: NON LEGGETE L’ARTICOLO PRIMA DI AVER LETTO “La Quinta Stagione” SE VOLETE EVITARE SPOILER ***]

A marzo, con Urania Jumbo, torniamo nel continente Immoto fra orogeni, mangiapietra e custodi.

Una devastante, nuova Quinta Stagione sta cambiando volto alla vita sul pianeta, ma stavolta l’evento non è naturale, bensì provocato da un singolo orogeno: Alabaster.

Essun, alias Syenite, la potente orogena protagonista della saga, ha trovato rifugio nell’antica com di Castrima, una città sotterranea scavata in tempi remoti all’interno di un’enorme geode. Nel nuovo rifugio il potere degli orogeni è fondamentale per la sopravvivenza, e dunque la loro esistenza viene tollerata dalle persone “normali”. Essun ritrova e si confronta con il suo ex compagno e amante, Alabaster… o meglio, con ciò che ne rimane.

L’utilizzo del potere ha mutato gran parte del corpo dell’orogeno in pietra, e sembra non gli resti molto da vivere. Alabaster crede che solo Essun potrà richiamare un obelisco dal cielo e portare avanti l’ingrato compito di mettere fine alla sofferenza e alla schiavitù del mondo in cui sono nati, il mondo del crudele Padre Terra, in cui gli orogeni vengono trattati alla stregua di mostri, massacrati, sfruttati in modi terribili o tenuti al guinzaglio come cani ammaestrati dagli spietati custodi, e così le insegna a sfruttare al massimo i suoi poteri.

Intanto la piccola Nassun, l’unica figlia superstite di Essun, arriva con il padre Jija a Ultima Luna, una com che pullula di custodi e giovani orogeni come lei. Lì la bambina incontra Shaffa, il custode di sua madre, con cui sviluppa un legame particolare. Anche Nassun, parallelamente a Essun, percepisce che oltre all’orogenia esiste un potere ancora più forte e misterioso, di cui cerca di dipanare il mistero.

Sia Essun che Nassun, inoltre, sentono parlare per la prima volta di un misterioso satellite chiamato “Luna” che un tempo, si dice, gravitava nei cieli del Pianeta. Tanti secoli fa, prima che Padre Terra si arrabbiasse con gli uomini e li punisse con le Quinte Stagioni.

Leggi tutto »

Posted in Ebook, Urania Jumbo | commenti 11 Comments »

Urania febbraio 2021

febbraio 15th, 2021

Tags: , , ,

A Carnevale ogni astronave vale, con le uscite di febbraio di Urania e sorelle!

In Urania Jumbo arriva “Ancillary Sword”, secondo capitolo della trilogia Imperial Radch di Ann Leckie, dove ritorviamo Breq, il corpo ancillare di una IA alle prese con nuove sfide; Urania Collezione dà invece il bentornato a Walter Jon Williams con “Metropolitan”, la storia di un mondo-città e dei ribelli che ne cambieranno il volto per sempre; last but not least, un’epica rivolta dei robot vi attende tra le pagine di Urania con “The Corporation Wars: Dissidenza”, dalla penna di Ken MacLeod.

E voi, verso quale galassia volerete?

Ann Leckie , “Ancillary - Sword”, Urania Jumbo n. 16, febbraio 2021

Ann Leckie , “Ancillary – Sword”, Urania Jumbo n. 16, febbraio 2021

Walter Jon Williams, "Metropolitan", Urania Collezione 217, febbraio 2021

Walter Jon Williams, “Metropolitan”, Urania Collezione 217, febbraio 2021

Ken MacLeod, "The Corporation Wars: Dissidenza", Urania n. 1687, febbraio 2021

Ken MacLeod, “The Corporation Wars: Dissidenza”, Urania n. 1687, febbraio 2021

Posted in Ebook, Fantascienza, Grandi Saghe, Urania Collana, Urania Collezione, Urania Jumbo | commenti 5 Comments »

Problema in Urania di febbraio “The Corporation Wars: Dissidenza”

febbraio 4th, 2021

Tags: , , , ,

*** COMUNICAZIONE DI SERVIZIO ***

 

Cari amici lettori,

purtroppo il numero di febbraio di Urania, il romanzo “The Corporation Wars: Dissidenza”, primo volume dell’acclamata trilogia The Corporations Wars, è stato vittima di un grave errore di stampa, di cui è stato possibile rendersi conto solo a libro ormai distribuito.

Non appena abbiamo verificato che l’errore non era riservato solo a un ristretto numero di copie bensì a tutta la tiratura del romanzo, siamo intervenuti per cercare di porre rimedio a questa incresciosa situazione, per non privare i lettori di un libro che era molto atteso.

Le copie fallate saranno quindi ritirate il prima possibile dalla rete vendita delle edicole, e sostituite con una nuova tiratura stampata nella maniera corretta, per permettere agli appassionati di godersi il romanzo come merita.

Tutti coloro che hanno già acquistato il libro nella sua versione fallata potranno rivolgersi al proprio edicolante per farselo sostituire con una nuova copia, non appena la nuova tiratura sarà a disposizione dei punti vendita, cosa che cercheremo di realizzare nel minor tempo possibile.

Ci scusiamo ancora una volta per quanto accaduto, sperando che errori di questo genere non si ripetano più in futuro, a garanzia della qualità di Urania e del vostro piacere di lettura.

Grazie per la pazienza.

Franco Forte

Posted in Comunicazioni di servizio | commenti 58 Comments »

Urania Jumbo 16: Ann Leckie , “Ancillary Sword”

gennaio 28th, 2021

Tags: , , , ,

Ann Leckie , “Ancillary - Sword”, Urania Jumbo n. 16, febbraio 2021

Ann Leckie , “Ancillary – Sword”, Urania Jumbo n. 16, febbraio 2021

Ann Leckie , “Ancillary Sword”, Urania Jumbo n. 16, febbraio 2021

 

[*** QUESTO È IL SECONDO VOLUME DI UNA TRILOGIA: NON LEGGETE L’ARTICOLO PRIMA DI AVER LETTO “Ancillary Justice” PER EVITARE SPOILER ***]

 

Un tempo, Breq era una nave.

No, non avete letto male. La soldatessa un tempo era parte di una vera e propria mente collettiva collegata a una nave da guerra, costituendo un’arma senza pari. Oggi ha un corpo e una mente individuali, ed è al servizio di Anaander Mianaai, l’imperatore di Radch o quantomeno di uno dei suoi cloni.

Al comando di una nuova nave, Breq ha un importante compito da svolgere:  raggiungere la stazione di Athoek e, tra una mossa diplomatica e l’altra, proteggere la famiglia di Awn, il luogotenente Awn che aveva dovuto uccidere, ottenendo così redenzione per i crimini passati.

Ma il nuovo equipaggio di soldati Radchai non è certo di facile gestione, e sul pianeta coloniale di Athoek, le tensioni sotterranee sono pronte a scoppiare da un momento all’altro.

 

Leggi tutto »

Posted in Ebook, Urania Jumbo | commenti 16 Comments »

Urania Collezione 217: Walter Jon Williams, “Metropolitan”

gennaio 27th, 2021

Tags: , , , ,

Walter Jon Williams, "Metropolitan", Urania Collezione 217, febbraio 2021

Walter Jon Williams, “Metropolitan”, Urania Collezione 217, febbraio 2021

Walter Jon Williams, “Metropolitan”, Urania Collezione 217, febbraio 2021

 

Un’unica, sconfinata città.

Il mondo di Aiah, giovane impiegata governativa della razza reietta dei Barkazil, è completamente urbanizzato, suddiviso in quartieri chiamati metropolises, vasti come nazioni.

L’intero pianeta è chiuso all’interno di una potente barriera, lo Scudo, che incenerisce chiunque provi a elevarsi troppo dal livello del suolo, ed è governato dalla tirannica Autorità, che detiene il controllo assoluto del plasma, la più potente fonte di energia, sostentamento dell’intera civiltà.

La vita di Aiah, prigioniera di un lavoro senza sbocchi, prende una svolta imprevista quando la ragazza localizza una fonte segreta di plasma. Scopre così che il plasma è molto di più di una fonte di energia, e che può donare agli esseri umani poteri oltre ogni immaginazione, alla stregua della magia.

Insieme a Constantine, un misterioso ribelle, Aiah intraprenderà una strada pericolosa, ricca di macchinazioni e intrighi, e capirà che chi detiene il plasma… può cambiare il mondo.

Leggi tutto »

Posted in Ebook, Senza Categoria, Urania Collezione | commenti 14 Comments »

Vincitore assoluto del Premio Urania Short 2020

gennaio 26th, 2021

Tags: , , , , , ,

PREMIO URANIA SHORT 2020

IL VINCITORE ASSOLUTO

 

Dopo avere esaminato le schede voto pervenute in redazione, che davano la possibilità ai lettori di “Urania” di designare il racconto preferito fra i tre finalisti pubblicati nel numero di novembre scorso della collana – in appendice al romanzo “Il pugno dell’uomo” di Davide Del Popolo Riolo – ecco quali sono i risultati dello scrutinio. Fra le tre opere finaliste dell’edizione 2020, che erano le seguenti:

 

IL PATCH
di Luigi Calisi

THE BODY PRINT
di Giada Cecchinelli

UN PATTO EQUO
di Michela Lazzaroni

 

i lettori di “Urania” hanno designato come vincitore assoluto il racconto:

Leggi tutto »

Posted in Fantascienza, Premi e concorsi, Urania Collana | commenti 5 Comments »

Urania 1687: Ken MacLeod, “The Corporation Wars: Dissidenza”

gennaio 26th, 2021

Tags: , , , ,

Ken MacLeod, "The Corporation Wars: Dissidenza", Urania n. 1687, febbraio 2021

Ken MacLeod, “The Corporation Wars: Dissidenza”, Urania n. 1687, febbraio 2021

Ken MacLeod, “The Corporation Wars: Dissidenza”, Urania n. 1687, febbraio 2021

 

Carlos il Terrorista non si aspettava di morire.

D’altronde non se l’aspetta mai nessuno. La sua morte è avvenuta nel bel mezzo di un’efferato scontro tra le forze dell’Accelerazione, la Axle, di cui è un veterano, e quelle della Reazione, ovvero i Rax, i nemici, proprio dopo che Carlos si era rifiutato di abbattere un bersaglio civile.

Il Terrorista si risveglia mille anni dopo su un pianeta alieno, a ventiquattro anni luce di distanza dal Sole, e scopre che la sua mente è stata rianimata… soltanto per essere uccisa di nuovo. Sulla sua testa, gli spiega una donna misteriosa, pende una condanna a morte per crimini di guerra.

Questo, a meno che lui non si dimostri disposto a collaborare…

Carlos dovrà combattere come mercenario contro dei robot senzienti e ribelli, autoproclamati indipendenti dai loro creatori umani, riuniti in potenti DisCorporazioni che, dal loro canto, non hanno alcuna intenzione di liberare le preziose macchine dai loro guinzagli.

Leggi tutto »

Posted in Ebook, Urania Collana | commenti 20 Comments »

“Murderbot – I diari della macchina assassina” di Martha Wells

gennaio 18th, 2021

Oscar Vault logo

Oscar Vault

a cura di Beppe Roncari

“Murderbot – I diari della macchina assassina” di Martha Wells

 

Martha Wells, “Murderbot – I diari della macchina assassina”

Martha Wells, “Murderbot – I diari della macchina assassina”

È una macchina assassina, in parte robot, in parte umana. Senza sesso, senza nome (Murderbot è quello che si è data da sola) e senza libertà. Almeno finché non ha hackerato il suo sistema di controllo, prendendo in mano il proprio destino e decidendo di utilizzare questa sua nuova, appena scoperta libertà… per scaricare e guardare in segreto le sue serie tv preferite!

Mondadori Oscar Fantastica porta in Italia, rilegati in un solo volume, The Murderbot Diaries, i quattro romanzi brevi con cui Martha Wells ha dato vita a una nuova e scanzonata incarnazione di Robocop, l’uomo-macchina, un tema caro alla fantascienza fin dai tempi di Metropolis di Fritz Lang (1927), e con cui ha fatto incetta di premi.

Il primo romanzo, Allarme rosso (All Systems Red), ha vinto il premio Nebula 2017, l’Hugo 2018 e l’American Library Association’s Alex Award. Le altre tre novellas sono arrivate tutte insieme al ballottaggio degli Hugo anche nel 2019, tanto da far decidere all’autrice di accettare la candidatura solo per il secondo episodio della serie, Condizione Artificiale (Artificial Condition), con cui ha vinto. Gli altri due titoli della saga sono Protocollo ribelle (Rogue Protocol) e Strategia d’uscita (Exit Strategy).

L’elemento di novità della serie, come spesso accade, viene dal passato, e consiste nel recupero in chiave moderna di una formula narrativa antichissima: la diaristica. Fiore all’occhiello del romanzo gotico, a cui appartiene il capostipite della fantascienza contemporanea, Frankenstein di Mary Shelley (anch’esso dedicato a un umano “artificiale”), l’uso dei diari permette alla Wells di dare voce all’originalissimo punto di vista di una cyborg.

Come il mostro del dottor Frankenstein, anche Murderbot prova disagio di fronte all’umanità: teme di essere vista dagli altri come un mostro, un’aberrazione, o una spietata assassina senza cuore, e non vuole mostrare il proprio volto. In più le componenti sintetiche, logiche e asettiche, entrano in conflitto con le sue parti organiche, che provano sentimenti e pensano come qualsiasi altro essere umano.

La passione per le serie tv è un tramite attraverso cui Murderbot può osservare l’umanità senza essere vista, immedesimarsi, partecipare in modo vicario, proprio come faceva la crea­tura di Frankenstein quando spiava da una fessura del fienile la vita quotidiana di una famiglia contadina.

Gli umani di Murderbot sono la dottoressa Mensah e il suo gruppo di ricercatori, in missione esplorativa su un pianeta alieno. Pur avendo hackerato il proprio modulo di controllo, Murderbot continua a fingere di essere una semplice SecUnit (Unità di Sicurezza), almeno fino a quando non è costretta a gettare la maschera e a disobbedire agli ordini per salvare i suoi compagni.

D’altronde, la ragione stessa che l’ha portata a liberarsi dagli obblighi della sua programmazione risiede negli accadimenti di una precedente missione, quando l’obbedienza cieca alle direttive l’aveva portata a compiere una strage di umani. Questa oscura vicenda è un mistero che si dipana nel corso dell’intero volume, dato che i dettagli dell’accaduto non sono chiari nemmeno alla protagonista, a causa della prassi della Compagnia di “resettare” la memoria elettronica delle proprie unità. Ma ci sono ricordi e sensazioni impressi per sempre nella sua mente organica, che ha finito per prendere il sopravvento.

Quello di Murderbot è un viaggio nello spazio, certo, una space opera proprio come la soap “Sanctuary Moon” che tanto le piace, ma in realtà e innanzitutto è un viaggio dentro se stessa, alla ricerca della sua vera identità.

I comprimari che incontra sono tutti degli specchi per trovare un modo di definirsi: la dottoressa Mensah, leader di un pianeta dove ai robot è riconosciuta l’identità di persona, sebbene nel resto del cosmo rimangano dei “domestici” per cui deve garantire “il patrono”, un po’ come succedeva per gli schiavi affrancati nell’Ottocento. Ci sono poi gli “umani aumentati”, come Guranthin, che fa interrogare la protagonista su dove si collochi il confine fra esseri biologici e meccanici. Interessante infine, il rapporto di Murderbot con ART (“Astronave Rompiballe di Trasporto”), un’intelligenza artificiale priva di parti organiche ma dotata di coscienza, che prova affetto sincero per gli umani che trasporta, come una mamma chioccia protettiva, che si inquieta guardando serie tv con umani in pericolo.

In definitiva, una lettura obbligata per chi apprezza le storie scanzonate, che tuttavia nascondono temi più profondi e complessi, come nella migliore tradizione della fantascienza. Prendete esempio da Murderbot, non resterete delusi.

Posted in Fantascienza, Oscar Vault | commenti 5 Comments »

« Previous Entries Next Entries »