Frank Herbert, “Esperimenti e catastrofi”

agosto 24th, 2020

Tags: , , , ,

Oscar Vault logo

Oscar Vault

a cura di Beppe Roncari

Frank Herbert “Esperimenti e catastrofi”

 

Frank Herbert, "Esperimenti e catastrofi"

Frank Herbert, “Esperimenti e catastrofi”

Dal genio del creatore di “Dune”, il Drago Urania “Esperimenti e catastrofi” raccoglie tre romanzi che, in modo diverso e originale, affrontano il tema tanto caro a Frank Herbert del rapporto fra uomo e ambiente.

Ne “L’alverare di Hellstrom” (1973) la fantascienza si fonde con lo spionaggio, sullo sfondo di un’enorme cospirazione sociale e politica ispirata al premiato documentario The Hellstrom Chronicle, del 1971. Sull’onda del successo dei film di fantascienza con mostri come le formiche giganti di “Assalto alla Terra”, gli autori del documentario avevano alternato alle riprese entomologiche degli spezzoni narrativi. Lo scienziato che vi compariva lasciava intendere che gli insetti avevano un’organizzazione sociale superiore a quella umana e che ci sarebbero sopravvissuti. Herbert dà al suo protagonista lo stesso nome e cita espressamente brani del documentario nei capitoli del libro. Hellstrom è un personaggio complesso, che ha abbandonato l’organizzazione sociale e morale degli esseri umani per quella dell’Alveare, una struttura in cui uomini e donne sono modificati geneticamente e chimicamente per vivere come insetti, al servizio del bene supremo della comunità. Il progetto va avanti da secoli, con lo scopo finale di sostituirsi a un’umanità asfissiata dal controllo di uno stato di polizia immorale e da una burocrazia corrotta. Paradossalmente, Herbert non sembra fare il tifo per i “buoni”, gli agenti di un’anonima agenzia governativa sulle tracce di Hellstrom e del suo misterioso “Progetto 40”, di cui l’agenzia vuole assolutamente impadronirsi, anche a costo di sacrificare i propri uomini.

“Esperimento Dosadi” (1977) ci porta nella fantascienza spaziale classica: l’uomo è solo una delle tante razze della Consenzienza, e i viaggi interstellari sono consentiti dalle stelle stesse, rivelatesi esseri intelligenti ed empatici, chiamati Calebani. Le civiltà aliene, come quella dei Gowachin, umanoidi anfibi che vivono in un perenne stato di paranoia e di sfiducia nei confronti degli altri, sono sviluppate da Herbert in modo realistico e verosimile. La massima espressione della civiltà Gowachin è l’arena legale, un’“arena” in senso letterale: durante un processo Gowachin nessuno è al sicuro, né gli avvocati né tantomeno i giudici, e l’unico esito possibile è la pena capitale. Nei rari casi in cui in cui un processo si concluda con un verdetto di innocenza, è usanza dei Gowachin linciare l’imputato uscito indenne, reo di aver richiesto senza motivo l’intervento della Legge. Dosadi è un pianeta deserto e mortifero su cui qualcuno ha organizzato un barbarico e segreto esperimento sociale di massa, costringendo milioni di Umani e di Gowachin a convivere nell’unica città fortezza e a lottare per la sopravvivenza in condizioni peggiori di quelle di un campo di concentramento, privati della memoria e isolati dalla Consenzienza da un impenetrabile barriera chiamata Muro di Dio. Come tutti gli esperimenti fantascientifici che si rispettino, anche quello condotto su Dosadi sfuggirà al controllo, con conseguenze inimmaginabili.

“Il morbo bianco” (1982) tocca le vette del filone della fantascienza catastrofista: un virus, modificato geneticamente allo scopo di vendicare un attentato dell’IRA, stermina quasi tutte le donne dei paesi incriminati (Irlanda, Gran Bretagna e Libia), per poi sfuggire al controllo del suo stesso creatore e minacciare la sopravvivenza dell’umanità intera. Il biologo molecolare responsabile del virus si rifugia proprio in Irlanda, iniziando una sorta di viaggio catartico insieme a un prete, a un ragazzo che ha fatto voto di silenzio e a uno dei terroristi dell’IRA responsabili dell’attentato in cui era stata trucidata la sua famiglia.

I tre romanzi di “Esperimenti e Catastrofi” si caratterizzano tutti per la feroce tensione fra la dimensione politica e quella del singolo. Pochi individui eccezionali, dei veri e propri superumani come il Kwisatz Haderach di “Dune”, sottoposti alle pressioni di una società oppressiva e stagnante, diventano il catalizzatore di un processo destinato a sconvolgere lo status quo, a livello planetario o galattico.

Come nel resto dell’opera di Herbert, le azioni dei singoli non hanno mai le conseguenze previste. C’è sempre una forza più grande in azione, la Natura, l’Evoluzione, la Storia. Le singole volontà individuali non sono altro che un’entità più grande in grado di enormi salti evolutivi pur di sopravvivere. Il mondo che ne emergerà “dopo” non sarà mai più lo stesso.

Posted in Fantascienza, Oscar Vault, Urania Speciale | commenti 2 Comments »

Urania agosto 2020

agosto 17th, 2020

Tags: , , , ,

Ad agosto, due straordinarie uscite atterrano nelle edicole e sugli store. L’inedito romanzo di Mike Resnick  “Avorio: Una leggenda del passato e del futuro” ci porta dalla selvaggia savana africana alle stelle, mentre per Urania Collezione torna il grande Richard Matheson con un classico imperdibile: “Tre millimetri al giorno”.

E voi cosa avete scelto: tradizione, innovazione o… avete deciso di prendere due dischi volanti con una fava? 🛸🌱🛸

Richard Matheson, “Tre millimetri al giorno”, Urania Collezione n.211, agosto 2020

Richard Matheson, “Tre millimetri al giorno”, Urania Collezione n.211, agosto 2020

Mike Resnick, “Avorio: Una leggenda del passato e del futuro”, Urania n. 1681, agosto 2020

Mike Resnick, “Avorio: Una leggenda del passato e del futuro”, Urania n. 1681, agosto 2020

Posted in Ebook, Fantascienza, Urania Collana, Urania Collezione | commenti 2 Comments »

Urania 1681: Mike Resnick, “Avorio: Una leggenda del passato e del futuro”

luglio 28th, 2020

Tags: , , , , , , , , ,

Mike Resnick, “Avorio: Una leggenda del passato e del futuro”, Urania n. 1681, agosto 2020

Mike Resnick, “Avorio: Una leggenda del passato e del futuro”, Urania n. 1681, agosto 2020

Mike Resnick, “Avorio: Una leggenda del passato e del futuro”, Urania n. 1681, agosto 2020

 

È l’anno 6303 dell’EG (Era Galattica) e Duncan Rojas, capo ricercatore per la Braxton Record, riceve una visita quanto mai inaspettata.

Un uomo alto più di due metri, Bukoba Mandaka, ultimo discendete dei guerrieri Masai, è alla ricerca di un cimelio perduto da oltre sei millenni: le zanne dell’Elefante del Kilimangiaro, il trofeo di caccia più grande dell’antico pianeta Terra.

La caccia all’avorio si rivela ben presto un rompicapo appassionante, che porta la ricerca di Rojas a toccare i luoghi più remoti della Galassia e le epoche più disparate dell’Universo Birthright.

Ma tra i pezzi del puzzle si cela un mistero ancora più intrigante: la vera natura della relazione di Mandaka con le zanne del possente animale, legato in qualche strano, incomprensibile modo alla sorte del popolo Masai.

Leggi tutto »

Posted in Ebook, Fantascienza, Urania Capolavori, Urania Collana | commenti 7 Comments »

Urania Collezione 211: Richard Matheson, “Tre millimetri al giorno”

luglio 27th, 2020

Tags: , , , , , , ,

Richard Matheson, “Tre millimetri al giorno”, Urania Collezione n.211, agosto 2020

Richard Matheson, “Tre millimetri al giorno”, Urania Collezione n.211, agosto 2020

Richard Matheson, “Tre millimetri al giorno”, Urania Collezione 211, agosto 2020

 

Tutta colpa di una strana ondata di schiuma bianca, arrivata a tradimento mentre era in barca con il fratello.

La vita di Scott Carey non è più la stessa da quando, in seguito alla collisione con una nube radioattiva, ha iniziato a rimpicciolirsi di tre millimetri al giorno.

E se all’inizio a sbiadire inesorabilmente è il suo ruolo di padre e di marito, ben presto Scott si rende conto di come sia la sopravvivenza stessa a diventare giorno dopo giorno sempre più difficiltosa. L’ansia cresce di pari passo alla diminuzione di statura: a ogni mostruoso ragno che incontra sul proprio cammino, a ogni gradino troppo grande, in quelle che diventano le sfide sempre più insormontabili di un processo inesorabile.

Cosa succederà quando avrà raggiunto gli zero millimetri?

Scomparirà per sempre? O forse… esiste qualcosa di ancora più piccolo oltre lo zero?

Leggi tutto »

Posted in Cinema, Ebook, Fantascienza, Urania Collana | commenti 20 Comments »

Premio Urania 2020

luglio 16th, 2020

Tags: , ,

Bando Premio Urania 2020

Bando Premio Urania 2020

Premio Urania 

Edizione 2020

 

Mondadori Libri bandisce il premio Urania per il miglior romanzo di fantascienza inedito.

IL CONCORSO SI SVOLGERÀ SECONDO LE SEGUENTI NORME:

Leggi tutto »

Posted in Premi e concorsi | commenti 12 Comments »

Urania luglio 2020

luglio 15th, 2020

Tags: , , , , , , , , ,

Le quattro uscite di luglio delle collane di Urania sono pronte a teletrasportarvi tra universi robotici, viaggi temporali e mondi distopici!

Innanzitutto su Jumbo J. K. Jemisin, con “La Quinta Stagione”, romanzo che inaugura la trilogia della Terra Spezzata (con la quale ha vinto ben 3 premi Hugo!)

Grande ritorno in Urania Collezione del classico dell’hard sci-fi: “La porta per l’estate” di Robert A. Heinlein“I figli di Saturno” di Charles Stross, emozionante space opera che strizza l’occhio ai grandi della fantascienza, e… lettura apprezzatissima sia da robot che da umani.

Dulcis in fundo, “Distòpia”, il Millemondi tutto italiano a tema distopico a cura di Franco Forte, che sta già andando a ruba nelle edicole.

E voi, in quale universo di Urania siete immersi?

Charles Stross, "I figli di Saturno", Urania n. 1680, luglio 2020

Charles Stross, “I figli di Saturno”, Urania n. 1680, luglio 2020

AA.VV., "Distòpia", Millemondi n. 87, luglio 2020

AA.VV., “Distòpia”, Millemondi n. 87, luglio 2020

Robert A. Heinlein, "La porta sull'estate", Urania Collezione n. 210, luglio 2020

Robert A. Heinlein, “La porta sull’estate”, Urania Collezione n. 210, luglio 2020

N. K. Jemisin, "La Quinta Stagione"

N. K. Jemisin, “La Quinta Stagione”, Urania Jumbo n. 12, luglio 2020

Posted in Ebook, Fantascienza, Fantasy, Grandi Saghe, Millemondi, Urania Collana, Urania Collezione, Urania Jumbo | commenti 7 Comments »

Premio Urania Short 2021 – Bando di concorso

luglio 9th, 2020

Tags: , , ,

Bando Premio Urania Short 2021

Bando Premio Urania Short 2021

Pubblichiamo il Bando per il “Premio Urania Short 2021″. Anche questa volta sarà possibile votare i tre racconti finalisti, che saranno pubblicati su Urania nel mese di novembre.

PREMIO URANIA SHORT 2021

BANDO DI CONCORSO

 

“Urania” bandisce il premio letterario per il miglior racconto breve inedito di fantascienza.

Leggi tutto »

Posted in Fantascienza, Premi e concorsi, racconti | commenti 9 Comments »

Anche Bruce Sterling legge “Distòpia”

luglio 8th, 2020

Tags: , , ,

Bruce Sterling con la sua copia dell'Urania Millemondi "Distòpia"

Bruce Sterling con la sua copia di “Distòpia”

Pubblichiamo questa bella foto che ci è stata mandata da un lettore illustre: lo scrittore americano Bruce Sterling, uno dei fondatori del cyberpunk e autentico mostro sacro della science fiction anglosassone.

Trovandosi a Torino, ha acquistato di sua iniziativa una copia del Millemondi “Distòpia”, e grazie alla sua buona conoscenza dell’italiano ne ha cominciato la lettura.

Ringraziamo Bruce per questa splendida fotografia, ma ci rallegriamo soprattutto per un altro motivo: fino a qualche anno fa si vedevano solo foto di lettori italiani con in mano qualche antologia americana, eccitati all’idea di poterla leggere. Adesso, c’è un americano che si mostra entusiasta per un’antologia di autori italiani!

Questo significa che i nostri scrittori crescono sempre più, e che il divario con i maestri americani si fa sempre più esiguo. Anche grazie ai nostri Urania Millemondi!

Posted in Fantascienza, Millemondi, Orizzonti, racconti | commenti 6 Comments »

Urania 1680: Charles Stross, “I figli di Saturno”

giugno 29th, 2020

Tags: , , , , , , , , , , , ,

Charles Stross, "I figli di Saturno", Urania n. 1680, luglio 2020

Charles Stross, “I figli di Saturno”, Urania n. 1680, luglio 2020

Charles Stross, “I figli di Saturno”, Urania 1680, luglio 2020

 

Con la morte dell’ultimo essere umano avrebbe fine anche il retaggio dell’umanità?

Non secondo Charles Stross.

Ne “I figli di Saturno” la razza umana si è estinta da tempo, lasciando il Sistema Solare del XXIII secolo in mano a una complessa società di intelligenze artificiali intente a replicare vizi e virtù della specie che li ha creati.

“Oggi non siamo rimasti che noi robot. È questa la piccola sporca bugia ipocrita che sta alla base della nostra società: loro, i nostri defunti Creatori, ci hanno costruiti per servirli, e si sono dimenticati di affrancarci prima di morire.

Freya Nakamichi-47 è un’androide di vecchia generazione, una concubina robotica progettata per compiacere una razza che neanche esiste più. Modello di perfetta, obsoleta bellezza in un mondo dominato dagli aristo, sofisticate intelligenze artificiali che intendono la parola “robot” come un insulto, Freya accetta una missione apparentemente semplice: portare un misterioso pacchetto da Mercurio a Marte.

Sarà questo l’inizio dei suoi guai…

 

Il romanzo, primo capitolo della serie Freyaverse, è dedicato alla memoria di Robert A. Heinlein e di Isaac Asimov ed è un dichiarato omaggio al lavoro dei due giganti della fantascienza, in particolare a Friday (“Operazione domani”, Classici Urania n. 227) di Heinlein, di cui è ritenuto una riscrittura in chiave satirica.

Humor e azione non mancano in questa space opera post apocalittica costellata di memorabili personaggi non umani, a luglio in edicola!

Leggi tutto »

Posted in Ebook, Fantascienza, Urania Collana | commenti 14 Comments »

Millemondi 87: AA.VV., “Distòpia”

giugno 28th, 2020

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

AA.VV., "Distòpia", Millemondi n. 87, luglio 2020

AA.VV., “Distòpia”, Millemondi n. 87, luglio 2020

AA.VV., “Distòpia”, Millemondi 87, luglio 2020

 

Immaginare il futuro è un compito arduo, soprattutto dopo la terribile scossa che la pandemia da coronavirus ha dato al nostro mondo.

Dopo il grande successo di “Strani Mondi”, il Millemondi tutto nostrano della scorsa estate, arriva puntuale una nuova freschissima raccolta di racconti a tema distopico.

Tenetevi pronti a sognare agli scenari immaginati da alcuni dei migliori scrittori della fantascienza italiana, riuniti da Franco Forte, curatore dell’antologia.

Le loro visioni vi porteranno a incontrare un androide nelle gelide miniere di Plutone, a indagare insieme a una Nativa Mentale i segreti di un’Italia virtuale (o meglio “n’Italia”) post pandemia, ad aggirarvi sotto i tramonti oscuri della città di Morjegrad, preda di strani blackout.

Preparatevi a danzare con un’umanità mutilata dall’editing genetico, a inseguire ali di farfalla in un mondo prosciugato dalla vita, a far crepitare di raggi laser la neve grigia dell’inverno nucleare.

Tra le pagine di “Distòpia” scalerete i durissimi canoni estetici del riallineamento, sarete assordati dal frastuono del crollo dei grandi monumenti della Terra, andrete a caccia di emozioni forti in un mondo che ha sacrificato la privacy e il contatto umano a favore di un’inquieta sicurezza, andrete a caccia all’ispirazione insieme a uno scrittore disperato.

Potrete farvi inebriare dal fascino digitare di un/a Perfect Companion, colonizzare un pianeta meticcio e multispecie e persino perdervi in un futuro psichedelico governato da hashtag e captcha.
Leggi tutto »

Posted in Ebook, Fantascienza, Millemondi, racconti | commenti 9 Comments »

« Previous Entries Next Entries »