In memoria di Mike Resnick

gennaio 12th, 2020

Tags: , , ,

Mike Resnick

Mike Resnick nel 2008

La notte fra l’8 e il 9 gennaio 2020 ci ha lasciato Mike (Diamond) Resnick, grande autore di scifi d’avventura, nato a Chicago il 5 marzo 1942.
 
Così ne parlava il compianto Giuseppe Lippi qualche anno fa: LINK.
 
Vogliamo ricordarlo anche riproponendovi le copertine della trilogia dei Dead Enders (i “Senza Speranza”) recentemente pubblicata sulla nostra collana, ambientata nel Birthright Universe, da lui creato nel 1982 con il romanzo “Birthright: The Book of Man”.
 
 
 
 
Urania 1662: Mike Resnick, “Orion: La Fortezza”

Mike Resnick, "Orion: La Fortezza"

Mike Resnick, “Orion: La Fortezza”, Urania n. 1662, gennaio 2019

EBOOK DISPONIBILE
 
Urania 1666: Mike Resnick, “Antares: La Prigione”

Mike Resnick, "Antares: La Prigione"

Mike Resnick, “Antares: La Prigione”, Urania n. 1666, maggio 2019

EBOOK DISPONIBILE
 
Urania 1670: Mike Resnick, “Cassiopea: Il Castello”

Mike Resnick, "Cassiopea: Il Castello"

Mike Resnick, “Cassiopea: Il Castello”, Urania n. 1670, settembre 2019

EBOOK DISPONIBILE

Posted in Dispacci, Ebook, Fantascienza, Urania Collezione | commenti 5 Comments »

Urania 1670: Mike Resnick, “Cassiopea: Il Castello”

agosto 27th, 2019

Tags: , , , , , ,

Urania 1670: Mike Resnick, “Cassiopea: Il Castello”, settembre 2019

Mike Resnick, "Cassiopea: Il Castello"

Mike Resnick, “Cassiopea: Il Castello”, Urania n. 1670, settembre 2019

 

Nella serie dei Senza Speranza di Mike Resnick, la fantascienza incontra la spy story, in un mix adrenalinico di avventura e colpi di scena spaziali.

C’è stato un piccolo intoppo nel piano dei Dead Enders di sostituire il generale Michkag con un clone. Una volta indossati i panni dell’uomo più potente nella coalizione dei pianeti Traanskei, il clone… si è lasciato prendere un po’ troppo la mano. Inoltre, essendo stato allevato e cresciuto sulla Terra, il clone sa perfettamente come pensano e reagiscono gli umani, rivelandosi un avversario persino più insidioso del precedente leader alieno.

Leggi tutto »

Posted in Ebook, Fantascienza, Urania Collana | commenti 12 Comments »

Urania 1666: Mike Resnick, “Antares: La Prigione”

aprile 23rd, 2019

Tags: , , , ,

Urania 1666: Mike Resnick, “Antares: La Prigione”, maggio 2019

Mike Resnick, "Antares: La Prigione"

Mike Resnick, “Antares: La Prigione”, Urania n. 1666, maggio 2019

 

Che fare quando l’ordigno più potente della galassia, la bomba Q, sta per cancellare in un sol colpo dall’esistenza una dozzina di pianeti?

La Democrazia ha le idee chiare: mandare a chiamare Nathan Pretorius e quei rinnegati della sua squadra, i Senza Speranza, il più improbabile gruppo di eroi dell’universo, che a gennaio di quest’anno abbiamo già visto impegnati nella loro prima missione su Urania n. 1662.

Leggi tutto »

Posted in Ebook, Fantascienza, Grandi Saghe, Urania Collana | commenti 50 Comments »

Urania 1662: Mike Resnick, “Orion: La Fortezza”

dicembre 24th, 2018

Tags: , , , ,

Mike Resnick, "Orion: La Fortezza"

Mike Resnick, “Orion: La Fortezza”, Urania n. 1662, gennaio 2019

Avete presente “I Guardiani della Galassia” della Marvel? Ecco, “Orion: La Fortezza” di Mike Resnick presenta un gruppo di avventurieri che in qualche modo li ricordano.

Il Colonnello Pretorius, eroe di guerra, esperto di missioni da infiltrato, il Cyborg Felix Ortega, l’esperto di computer Toni Levi, la contorsionista pregiudicata Sally “Cobra” Kowalski, l’essere semi-umano dai poteri empatici, Circe, l’alieno Gzychurlyx e Madame Matusalemme – i “Senza Speranza” (Dead Enders in inglese) – dovranno infiltrarsi nella Fortezza di Orione, rapire il Generale Michkag (o assassinarlo) per mettere al suo posto un clone appositamente istruito per passare informazioni di vitale importanza alla Democrazia, nella sua lotta contro la Coalizione Transkei. E scappare vivi, ovviamente!

Leggi tutto »

Posted in Fantascienza, Senza Categoria, Urania Collana | commenti 14 Comments »

Mike Resnick

febbraio 21st, 2013

resnickautograph

Nato nel 1942 [e morto nel 2020, NdR], scrittore e allevatore di cani, Mike Resnick ha esordito nel 1965 con il romanzo burroughsiano The Forgotten Sea of Mars e per molti anni ha scritto ogni genere di narrativa commerciale, dalla fantasy avventurosa debitrice di Edgar Rice Burroughs (The Goddess of Ganymede, 1967 e Pursuit on Ganymede, 1968) ai libri erotici, invariabilmente firmati con pseudonimi. Questo lungo periodo della sua carriera corrisponde perfettamente al ritratto del “paperback writer” senza soldi e senza speranza cui il mercato in trasformazione degli anni Sessanta-Settanta permetteva di sopravvivere in modo sempre più incerto, e di cui ci hanno lasciato memorabili trasposizioni la canzone dei Beatles (“Paperback Writer”, appunto) e romanzi come Il mondo di Herovit di Barry Malzberg e Addio Sheherazade di Donald E. Westlake. Quest’ultimo è la storia di un romanziere softcore che non sa più cosa inventare per eccitare il suo pubblico fantasma; il primo, invece (da noi ripubblicato la scorsa estate ikn “Urania collezione”), è l’odissea di un autore di fantascienza vecchio stampo che non riesce più a sopravvivere nella giungla dei tascabili ed è messo di fronte al totale sfruttamento della sua creatività.

Tra i romanzi fantascientifici di Resnick, che si è scostato un paio di volte dal genere ma ha sempre finito col ritornarvi, si segnalano Redbeard (1969), un’avventura post-atomica ambientata nella metropolitana di New York, e una novelization della serie Battlestar Galactica scritta dopo una lunga assenza dal settore. Negli anni Ottanta ha dato vita a due cicli avventurosi: i Racconti del Centro Galattico (con i romanzi Sideshow, 1982, The Three-Legged Hootch Dancer, 1983, The Wild Alien Tamer, 1983 e The Best Rootin’ Tootin’ Shootin’ Gunslinger in the Whole Damned Galaxy, 1983) e  i Racconti della Cometa di Velluto (Eros Ascending, 1984, Eros at Zenith, 1984, Eros Descending, 1985 ed Eros at Nadir, 1986). Il primo è ambientato in un luna-park, il secondo in un bordello spaziale.

Più impegnativi i racconti della raccolta Bwana & Bully! (1981), seguiti dai romanzi Ivory: A Legend of Past and Future (1988), Paradise: A Chronicle of a Distant World (1989) e Purgatory (1993), in cui Resnick affronta i problemi del colonialismo in vari paesi dell’Africa trasferendoli su scala interplanetaria. Si inseriscono nella stessa vena Inferno (1994, con lo stesso titolo su “Urania” n. 1257) e i racconti o romanzi brevi “Kirinyaga” (1988) e “The Manamouki” (1990), entrambi vincitori del premio Hugo. Il romanzo breve “Seven Views of Olduvai Gorge” (1994), ambientato in Africa e imperniato sulle origini dell’umanità, ha vinto nel 1995 il premio Nebula per la sua categoria.

Su “Urania” sono già usciti numerosi romanzi di Mike Resnick: The Soul Eater (1981, col titolo Il divoratore di anime nel n. 978, una sorta di Moby Dick in versione fantascientifica), Walpurgis III (1982, con il titolo Il pianeta di Satana, n. 984), The Branch (1984, Il tronco di Davide, n. 990), The Dark Lady, (Ritratto in nero, n. 1092), e i già citati Purgatory (Purgatorio, n. 1253) e Inferno (id., n. 1257).  Il killer delle stelle (Widowmaker, 1995; in “Urania” n. 1449) presenta le avventura di Jefferson Nighthawk, assassino noto su molti mondi con il nome di Fabbricante di Vedove.

Come antologista ha curato, fra l’altro, l’antologia di “recursive science fiction” – storie di fantascienza sul mondo della fantascienza – Inside the Funhouse, da noi tradotta in “Urania” n. 1273 col titolo Fantashow. Starship: Pirate (2006), il romanzo che presentiamo oggi, prosegue l’intensa serie spaziale che ha già prodotto Starship: Mutiny (Gli ammutinati dell’astronave, 2005, da noi pubblicato esattamente un anno fa).

 

G.L.

 

Posted in Profili | commenti No Comments »

Mike Resnick

febbraio 27th, 2012

resnickautograph.jpgNato nel 1942 [e morto nel 2020, NdR], scrittore e allevatore di cani, Mike Resnick ha esordito nel 1965 con il romanzo burroughsiano The Forgotten Sea of Mars e per molti anni ha scritto ogni genere di narrativa commerciale, dalla fantasy avventurosa debitrice di Edgar Rice Burroughs (The Goddess of Ganymede, 1967 e Pursuit on Ganymede, 1968) ai libri erotici, invariabilmente firmati con pseudonimi. Questo lungo periodo della sua carriera corrisponde perfettamente al ritratto del “paperback writer” senza soldi e senza speranza cui il mercato in trasformazione degli anni Sessanta-Settanta permetteva di sopravvivere in modo sempre più incerto, e di cui ci hanno lasciato memorabili trasposizioni la canzone dei Beatles (“Paperback Writer”, appunto) e romanzi come Il mondo di Herovit di Barry Malzberg e Addio Sheherazade di Donald E. Westlake. Quest’ultimo è la storia di un romanziere softcore che non sa più cosa inventare per eccitare il suo pubblico fantasma; il primo, invece (da noi tradotto nel volume speciale per il cinquantesimo di “Urania”), è l’odissea di un autore di fantascienza vecchio stampo che non riesce più a sopravvivere nella giungla dei tascabili ed è messo di fronte al totale sfruttamento della sua creatività.

Tra i romanzi fantascientifici di Resnick, che si è scostato un paio di volte dal genere ma ha sempre finito col ritornarvi, si segnalano Redbeard (1969), un’avventura post-atomica ambientata nella metropolitana di New York, e una novelization della serie Battlestar Galactica scritta dopo una lunga assenza dal settore. Negli anni Ottanta ha dato vita a due cicli avventurosi: i Racconti del Centro Galattico (con i romanzi Sideshow, 1982, The Three-Legged Hootch Dancer, 1983, The Wild Alien Tamer, 1983 e The Best Rootin’ Tootin’ Shootin’ Gunslinger in the Whole Damned Galaxy, 1983) e  i Racconti della Cometa di Velluto (Eros Ascending, 1984, Eros at Zenith, 1984, Eros Descending, 1985 ed Eros at Nadir, 1986). Il primo è ambientato in un luna-park, il secondo in un bordello spaziale.

starshipmutiny1.jpg

Più impegnativi i racconti della raccolta Bwana & Bully! (1981), seguiti dai romanzi Ivory: A Legend of Past and Future (1988), Paradise: A Chronicle of a Distant World (1989) e Purgatory (1993), in cui Resnick affronta i problemi del colonialismo in vari paesi dell’Africa trasferendoli su scala interplanetaria. Si inseriscono nella stessa vena Inferno (1994, con lo stesso titolo su “Urania” n. 1257) e i racconti o romanzi brevi “Kirinyaga” (1988) e “The Manamouki” (1990), entrambi vincitori del premio Hugo. Il romanzo breve “Seven Views of Olduvai Gorge” (1994), ambientato in Africa e imperniato sulle origini dell’umanità, ha vinto nel 1995 il premio Nebula per la sua categoria.

Su “Urania” sono già usciti numerosi romanzi di Mike Resnick: The Soul Eater (1981, col titolo Il divoratore di anime nel n. 978, una sorta di Moby Dick in versione fantascientifica), Walpurgis III (1982, con il titolo Il pianeta di Satana, n. 984), The Branch (1984, Il tronco di Davide, n. 990), The Dark Lady, (Ritratto in nero, n. 1092), e i già citati Purgatory (Purgatorio, n. 1253) e Inferno (id., n. 1257).  Il killer delle stelle (Widowmaker, 1995; in “Urania” n. 1449) presentava le avventura di Jefferson Nighthawk, assassino noto su molti mondi con il nome di Fabbricante di Vedove.

Come antologista ha curato, fra l’altro, l’antologia di “recursive science fiction” – storie di fantascienza sul mondo della fantascienza – Inside the Funhouse, da noi tradotta in “Urania” n. 1273 col titolo Fantashow. Starship Mutiny (2005), il romanzo che presentiamo oggi, inaugura un’intensa serie spaziale che ha già prodotto altri due romanzi.

G.L.

Posted in Profili | commenti 1 Comment »

URANIA A CURVATURA 2020

dicembre 22nd, 2019

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Se il 2019 è stato per noi della redazione di Urania una sorta di viaggio sulle montagne russe, per tutto quello che è accaduto (anche di tragico, come la scomparsa del nostro Giuseppe Lippi), il 2020 si prospetta molto interessante e fitto di novità, sempre all’insegna di un motto che ci guida ormai da tempo: massima qualità per cercare di accontentare tutti i lettori.

È su questo che si stanno concentrando i nostri sforzi, pur con tutte le difficoltà dovute al complesso mondo della distribuzione nelle edicole (su cui purtroppo non abbiamo nessuna possibilità di intervento, se non facendo continuamente segnalazioni dei disservizi che i lettori stessi ci comunicano), all’impossibilità di acquisire alcune opere a causa di richieste economiche troppo elevate e con l’eterno problema di dover scegliere volumi che non abbiano foliazioni troppo corpose, a causa dei costi di traduzione, lavorazione e stampa, che non ci permettono di poter proporre tutto ciò che vorremmo, se non nella collana Urania Jumbo (che però può proporre pochi titoli all’anno).

Ed è proprio dal Jumbo che arriva la prima bella novità per il 2020, come ormai molti sanno: da gennaio la collana diventa bimestrale, e dunque proporrà sei titoli l’anno, anziché i quattro a cui vi avevamo abituati. Sono solo due fascicoli in più all’anno, ma personalmente lo reputo un primo importante passo in attesa di far compiere a Urania Jumbo il balzo successivo, per arrivare al più presto alla periodicità mensile. Un traguardo che potremo raggiungere solo se i lettori dimostreranno concretamente di apprezzare questa collana, e dunque è in questo senso che stiamo lavorando, per cercare di garantire la massima qualità delle proposte che possano tenere alta l’attenzione del pubblico.

Lasciatemi dunque partire dal Jumbo per fare una panoramica delle uscite previste per il 2020 (senza dare date di uscita, però, perché il programma è sempre in fieri, ovvero può conoscere spostamenti e variazioni in qualsiasi momento, spesso al di là delle nostre intenzioni, per problemi contrattuali, sovrapposizioni di uscite con altre collane Mondadori, emergenze e opportunità dell’ultimo minuto).

Leggi tutto »

Posted in Dispacci, Fantascienza, Fantasy, Grandi Saghe, Senza Categoria, Urania Capolavori, Urania Collana, Urania Collezione, Urania Fantasy, Urania Jumbo, Urania Speciale | commenti 34 Comments »

Urania Settembre 2019

settembre 15th, 2019

Tags: , , , , , , , ,

Vi siete già procurati i numeri di settembre?

Mike Resnick, "Cassiopea: Il Castello"

Mike Resnick, “Cassiopea: Il Castello”, Urania n. 1670, settembre 2019

Arthur C. Clarke, "Terra e Spazio" - volume 4

Arthur C. Clarke, “Terra e Spazio” – volume 4, Urania Collezione 200, settembre 2019

Posted in Ebook, Fantascienza, Grandi Saghe, Urania Capolavori, Urania Collana, Urania Collezione | commenti 4 Comments »

Urania Maggio 2019

maggio 16th, 2019

Tags: , , , , , , ,

Tre titoli stellari in edicola per Urania a maggio.
Avete tempo fino a fine mese per procurarveli (in formato cartaceo). Buona lettura!

 

Mike Resnick, "Antares: La Prigione"

Mike Resnick, “Antares: La Prigione”, Urania n. 1666, maggio 2019

Ian McDonald, "Luna crescente", Urania Jumbo n. 6

Ian McDonald, “Luna crescente”, Urania Jumbo n. 6, maggio 2019


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
James Blish, "Guerra al Grande Nulla"

James Blish, “Guerra al Grande Nulla”, Urania Collezione n. 196, maggio 2019


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Posted in Grandi Saghe, Urania Collana, Urania Collezione, Urania Jumbo | commenti 3 Comments »

Urania Gennaio 2019

gennaio 14th, 2019

Tags: , , , , ,

Urania Gennaio 2019

Urania Gennaio 2019

 

Prendiamoci un istante per rivedere i titoli di Urania di gennaio.

 

M. P. Shiel, “La nube purpurea”, Urania Collezione n. 192, nella nuova traduzione di Davide De Boni.

Mike Resnick, “Orion: La Fortezza”, Urania n. 1662, primo volume della trilogia dei Dead Enders.

 

Ve li siete già procurati? Che cosa ne pensate? Raccontatecelo nei commenti.

Buona lettura!

Posted in Urania Collana, Urania Collezione | commenti 12 Comments »

« Previous Entries