Urania 1679: Jack Campbell, “Il viaggio della Dauntless”

maggio 28th, 2020 by Redazione
Jack Campbell, "Il viaggio della Dauntless", Urania n. 1679, giugno 2020

Jack Campbell, “Il viaggio della Dauntless”, Urania n. 1679, giugno 2020

Jack Campbell, “Il viaggio della Dauntless”, Urania 1679, giugno 2020

 

Pronti per grandi avventure nello spazio e combattimenti mozzafiato?

Allora allacciatevi le cinture e preparatevi a viaggiare tra le stelle a bordo della Dauntless insieme a “Black Jack” Geary.

Le gesta vittoriose del capitano John Geary, nell’Alleanza, appartengono al passato e si studiano in tutti i libri di scuola.

Nel presente, invece, dopo un secolo di guerre ininterrotte, l’Alleanza è ridotta ormai allo stremo, e la sua flotta è rimasta bloccata in pieno territorio nemico.

Solo un eroe leggendario può  salvare l’umanità dal disastro imminente…

Il capitano Geary viene risvegliato dal sonno criogenico per una missione disperata: portare in salvo la Dauntless, l’ammiraglia della flotta, e il suo prezioso carico, la chiave dell’iper-rete, che consente i viaggi interstellari.

Una volta tornato dal regno dei morti, Black Jack Geary si rivelerà all’altezza della propria leggenda?

Lo scoprirete in edicola a giugno, in questa sorprendente rivisitazione delle leggende arturiane… nello spazio!

 

Jack Campbell (1956), pseudonimo di John G. Hemry, ex ufficiale della Marina Statunitense, è autore di bestseller di space opera, fantasy e fantascienza militare. Ha al suo attivo un ventina di romanzi, fra cui le serie di Paul Sinclair e Stark’s War, tre antologie di racconti e numerosi articoli sui generi fantasy e science fiction.

“Dauntless” apre la serie Lost Fleet, ma è anche un perfetto romanzo stand alone.
 

Buona lettura!
 

EBOOK DISPONIBILE 

Posted in Ebook, Fantascienza, Urania Collezione

32 Responses

  1. Punisher

    @ redazione sembra interessante. Avete intenzione di pubblicare anche altri volumi? Grazie

    P.S. Copertina stupenda.

  2. paolo f

    Assai intrigante. Con “Aristoi – Parte seconda” due acquisti sicuri.

  3. Redazione

    Ciao @Punisher,
    il romanzo è perfettamente godibile anche come stand alone, ma non è detto che di questo sorprendente autore non si parlerà ancora sulle pagine di Urania. Stay Tuned! 😉

  4. Punisher

    Grazie mille redazione

  5. luigi mingione

    Lo so già che susciterà interesse e apprezzamento. Me lo dice il mio intuito di uraniofilo dal 1978 :-)

  6. John Gordon

    Non ne ho mai sentito parlare, ma già non vedo l’ora di leggerlo. Avventura, astronavi, stelle e una buona dose di sense of wonder: per me la fantascienza non necessita di molto altro (anche se ultimamente pare vada di moda farla diventare “impegnata”), e così ad occhio e croce questo sembrerebbe il libro giusto. Non vedo l’ora di leggerlo.

  7. tehom

    Comunicazione di servizio: continuo a visualizzare qui e in altri thread nominativi e indirizzi di posta elettronica di altri utenti.
    Per la privacy, ed anche per non incorrere in spam molesti, sarebbe opportuno sistemare una volta per tutte questo increscioso inconveniente.
    Buon lavoro.

  8. Dario

    Confermo quanto detto da tehom.

    Visualizzo, ad esempio, proprio la sua mail in chiaro.

    Succede anche negli altri blog del gruppo (giallo e segretissimo).

  9. Redazione

    Grazie della segnalazione @Tehom e @Dario, sollecitiamo i tecnici.

  10. paolo f

    Presi stamattina (Firenze).

  11. Ezio

    In arrivo Robert A. Heinlein

    Hip hip urra’

  12. Redazione

    @Ezio
    spoiler! :) È stato uno degli autori più votati del sondaggio… Stay Tuned!

  13. marco bernardi

    dire che e un libro standalone significa non averlo letto visto che finisce e ti lascia con il fiato sospeso ….letto tutto di un fiato ..spero proprio che non faccia la fine solita delle serie tradotte in italiano ovvero lasciate a meta

  14. Philip K. Dick

    Mai letto sinceramente, inizierò da domani!

    Grazie Urania come sempre per il vostro lavoro. :)

  15. Philip K. Dick

    @Redazione il prossimo mese si va forte, con Robert Heinlein giusto? Un peso massimo della fantascienza. :)

  16. Astrofilo

    Dato che la stessa URANIA ha scritto: “Dauntless apre la serie Lost Fleet”… ora ci vuole TUTTO il resto.

    Meglio: TUTTO E SUBITO!

    Ebbene sì… vogliamo “grandi avventure nello spazio e combattimenti mozzafiato”!

  17. Redazione

    @Philip sì, nella collana si apre… una porta sull’estate! 😉

  18. Philip K. Dick

    Invece in Urania Draghi che esce in Libreria, chi sarà il prossimo dopo Isaac Asimov?

    @Redazione 🙂

  19. Redazione

    Ciao @Philip,
    Il Ciclo della Fondazione di Asimov è un Drago Mondadori, anche se tecnicamente non appartiene alla collana “Draghi Urania”.
    Puoi trovare qualche succosa anticipazione sui prossimi Draghi Urania in questa intervista a Franco Forte: https://www.fantascienza.com/25515/da-urania-ai-draghi-intervista-con-franco-forte
    Buona giornata e Stay Tuned! :)

  20. Silver Apple

    A me sembra una storia insulsa oltre ad avere l’impressione di avere di fronte un fantasy con un lifting di fantascienza come guerre stellari. Mi sembra di riconoscere quelle dinamiche.

    La chiave usb della super rete giga infiniti chiamate verso tutti è sotto mentite spoglie un oggetto magico che dona l’invincibilità. Come si fa a concentrare tutta la tecnologia che ti serve per vincere una guerra in un solo oggetto? Come è possibile che non esista l’ordine di distruggerlo se si è dietro le linee nemiche? Come è possibile che un solo uomo possa decidere l’esito di una guerra? Come è possibile che si tratti di un uomo abituato alla tecnologia vecchia di un secolo? Come è possibile che se era il figo che dicono abbiano aspettato un secolo per scongelarlo? Perché non lo hanno clonato? Gente del genere merita di perdere la guerra. In un universo veramente di fantascienza ben costruito e scritto oggi popolato da personaggi che si regolano di conseguenza secondo me questa roba non ci deve stare. Puoi essere leggero e disimpegnato quanto vuoi ma narrativamente lo stesso non devi fare una piega e qua le pieghe le trovo nella quarta di copertina. (Bella e utile come quando mi ha aiutato a decidere che non volevo leggere la grande saga dei maghi che fanno i terremoti). Quel “leggende arturiane revisited” ha messo l’ultimo chiodo sulla bara alla voglia di leggere un libro con questa trama mentre quella di iniziare un altro ciclo/saga/insieme di romanzi autonomi non è mai nata. Compro quasi tutto in fatto di Urania e di questo quasi tutto mi piace ma questa roba suscita il mio più totale disinteresse.

  21. AJdPdR

    @ Redazione …

    E, a proposito di Heinlein, cosa siete in grado di dire di questo?

    http://www.isfdb.org/cgi-bin/pl.cgi?759065

  22. Redazione

    Ciao @AJdPdR,
    il sondaggio “Collezioniamoli tutti” è sempre aperto!
    http://blog.librimondadori.it/blogs/urania/2020/01/09/collezionamoli-tutti/

  23. Silver Apple

    Come ho fatto a fare gli spoiler se neanche l’ho letto?

  24. Redazione

    Ciao @Silver,
    sembrava che il commento desse adito ad anticipazioni. Lo ripristiniamo com’era. Buona giornata!

  25. Stefano-B

    A proposito di Asimov in libreria, trovo sia un peccato che tutti i suoi titoli fantascientifici della Mondadori siano fuori catalogo (a parte le raccolte delle Fondazioni e Io robot).

  26. JVance

    Concordo in pieno con Stefano-B… Sto aspettando l’uscita del volumone di Asimov ma è vero che tutti gli altri sono fuori catalogo…

    Inoltre non riesco a capire la politica editoriale di pubblicare nei Jumbo titoli già presenti negli Oscar: cioè la prossima uscita è La quinta stagione di N. K. JEMISIN, ma se esiste già in libreria perché dovrei prenderla in edicola? A parte il prezzo (che effettivamnete è minore) non ne vedo l’utilità… è successo anche con Ancillary Justice: esiste già in libreria la trilogia completa, perché sprecare un’uscita Jumbo con un titolo (peraltro solo il primo di un ciclo) già presente sul mercato?
    Siamo arrivati al punto che alcuni titoli (pochi) sono/saranno presenti sia in edicola sia in libreria come Oscar, invece altri titoli (molti, direi moltissimi secondo il vostro post “COLLEZIONIAMOLI TUTTI!” presente in questo blog) che sono interessanti per i lettori non sono più in catalogo.

  27. Redazione

    Ciao @JVance,
    sulla sinergia tra edicola e libreria, se ti va, puoi leggere questo intervento del direttore di Urania:
    http://blog.librimondadori.it/blogs/urania/2019/10/25/urania-jumbo-franco-forte/
    in particolare il passaggio seguente:
    “Lavorando in piena sinergia fra edicola e libreria, siamo riusciti a portare in Italia romanzi e cicli che altrimenti difficilmente avrebbero potuto vedere la luce (non solo in Mondadori), e addirittura arrivare a essere proposti ai lettori in un’edizione da edicola a un prezzo inferiore ai dieci euro.”
    Buona serata e Stay Tuned! :)

  28. Dario

    Molto bello “La porta sull’estate”, letto qualche anno fa.

  29. gianosvaldo orlandi

    A differenza di Silver, di cui rispetto pareri e gusti.
    La Fantascienza “alla Star Wars” per semplificare, è proprio quella che amo di più da leggere.
    Quando leggo un romanzo di fantascienza non ho sempre voglia di trovarmi davanti a disquisizioni sui massimi sistemi, ben venga qualche volta una bella battaglia tra astronavi!
    Spero continuerete a pubblicare i successivi capitoli della saga Lost Fleet di Jack Campbell.
    Come spero porterete avanti la politica di ristampare sui Jumbo, a prezzi più abbordabili, quei titoli di maggior successo usciti nelle collane da libreria, tipo Oscar Fantastica.

  30. Pierluigi

    Questo romanzo e’ il military Science Fiction portato ai massimi livelli, esattamente come piace a me. Ottime sono le battaglie nello spazio tridimensionale. Viene tenuto conto delle distorsioni relativistiche dovute alle enormi distanze su scala spaziale, dove anche la velocita’ della luce…. ci mette il suo tempo per arrivare.
    Il protagonista si trova a dover gestire una struttura gerarchica composta dai militari tutta obbedienza (il corpo dei marines) e venerazione per il mito che lui rappresenta, e da quelli invece che remano contro abituati al loro metodo su cui hanno costruito la loro vita ed esperienza.
    Black Jack Geary dovrà da una parte calzare l’immagine di eroe leggendario che tutti gli attribuiscono ma anche riportare ad un livello più reale il suo ruolo di comandante della flotta alleata che si troverà gioco forza costretto a guidare.
    Questo e’ il primo libro di una saga composta in 6 parti dove “The lost fleet” inizia il suo lungo viaggio per tornare a casa affrontando nuove sfide e nuove difficolta’ man mano che queste si pareranno davanti.
    Spero vivamente di poter leggere su queste pagine i prossimi avvincenti capitoli di questa saga che colloco vicina alla graditissima saga di Mike Resnick con la Teddy Roosvelt iniziata con Gli ammutinati dell’astronave.
    @redazione: grazie di cuore.

  31. daniele

    Divertente. Un bel romanzo di SF militare. Tensione dall’inizio alla fine, un protagonista credibile una trama incalzante.
    speriamo di poter leggere anche i seguiti

  32. Raul

    finito poco fa. Divertente, originale a accattivante… vera FS, con il suo spirito originale
    Spero di vedere presto pubblicato anche gli altri due romanzi della serie

    Entusiasta anche del passaggio di Jukmbo a mensile… complimenti!!!

Leave a Comment

Please note: Comment moderation is enabled and may delay your comment. There is no need to resubmit your comment.

Spam protection by WP Captcha-Free