Urania Collezione 205: E.C. Tubb, “La corsa del manichino”

gennaio 28th, 2020 by Redazione
E.C. Tubb, "La corsa del manichino", Urania Collezione n. 205, Febbraio 2020

E.C. Tubb, “La corsa del manichino”, Urania Collezione n. 205, Febbraio 2020

E.C. Tubb

“La corsa del manichino”

Urania Collezione 205

Febbraio 2020

 

Grazie alla PACE (Propaganga e Controllo Emozionale), istituto capeggiato da Joseph P. Lincoln, la Terra mantiene l’ordine e il controllo sugli intinti più primordiali, nonostante il grave problema della sovrappopolazione.

I suoi strumenti? Controllo e condizionamento mentale, droghe euforizzanti e antidepressive, insieme ovviamente ai controlli di polizia, allo spionaggio e a una costante manipolazione dell’opinione pubblica da parte dei mass media.

Nel mondo distopico creato dal genio di Tubb, la violenza è stata del tutto debellata, insieme alle emozioni umane, e la gente convive in armonia… o almeno, così sembra.

Dale Orson Nelson Tulliver, dipendente della PACE e poeta dilettante con una riproduzione della Gioconda come segretaria, è attratto in modo morboso dai documentari di guerra e dalle descrizioni delle antiche torture, la nuova cultura proibita in un mondo dove la violenza è considerata un tabù.

Naomi Constance Fisher, un tempo affetta da distrofia muscolare, si risveglia dopo cento anni di criogenesi in un mondo completamente cambiato, fatto di finte cicatrici e di gente che fa la fila per prendere a calci dei manichini in quelle che vengono chiamate “sale terapeutiche”…

Un romanzo ancora oggi in grado di far riflettere su temi universali, con un pizzico di umorismo britannico, una prosa vivace e un immaginario sgargiante.

 

Edwin Charles Tubb (1919 – 2010) è stato un celebre scrittore britannico, prolifico autore di storie sci-fi, fantasy e western.
Ha scritto più di 140 romanzi e oltre 230 racconti, pubblicati sotto vari pseudonimi. È famoso soprattutto per la “Saga di Dumarest” e per la creazione della serie TV “Spazio 1999″.

Tra i numerosi romanzi dell’autore presenti nella nostra collana:  “La macchina della fortuna” (1980, The Luck Machine), Urania n. 866; “Il segreto delle porte spaziali” (1969, S.T.A.R. Flight),Urania n. 893; “Terrore nell’iperspazio” (Stardeath, 1983), Urania n. 1004; “Paura degli stranieri” (Fear of Strangers, 1968 e Footsteps of Angels, 2003) Urania n. 1572.

 

Inoltre, nel volume troverete un intervento di Fabio Feminò dal titolo: “C’è vita oltre a noi?” (parte quinta) e un approfondimento su Tubb.

 

Buona lettura!

 

EBOOK DISPONIBILE A FEBBRAIO

Posted in Ebook, Senza Categoria, Urania Collezione

5 Responses

  1. Jimi Paradise

    Grande classico premonitore di temi legati al controllo, comuni a molti regimi contemporanei…

  2. Philip K. Dick

    Questo anche assolutamente da prendere, oltretutto molto attuale su certi punti!

  3. dkj

    la sinossi mi ha ricordato il mondo nuovo di Huxley, anche se quello era un futuro distopico molto generale che si sarebbe potuto avverare ovunque
    @jimi paradise a te questo di tubb ha ricordato qualcosa in particolare? o è anche questo generale?

  4. James Mowry

    Oltre a Brave New World di Huxley, mi ha ricordato anche il film Equilibrium, in cui si immagina un futuro in cui l’umanità viene tenuta “buona” attraverso la soppressione forzata delle emozioni.

  5. Philip K. Dick

    Esattamente, Equilibrium al quale si è ispirato appunto all’opera di Aldous Huxley, che insieme ad Orwell sono tra i massimi esponenti della letteratura distopica.

Leave a Comment

Please note: Comment moderation is enabled and may delay your comment. There is no need to resubmit your comment.

Spam protection by WP Captcha-Free