Urania Jumbo 34: Robert J. Sawyer, “L’alternativa Oppenheimer”

luglio 28th, 2022 by Redazione
Robert J. Sawyer, “L'alternativa Oppenheimer”, Urania Jumbo n. 34, agosto 2022

Robert J. Sawyer, “L’alternativa Oppenheimer”, Urania Jumbo n. 34, agosto 2022

Robert J. Sawyer, “L’alternativa Oppenheimer”, Urania Jumbo 34, agosto 2022

 

“E ora io divengo morte, il distruttore di mondi!”

Così sembra che abbia esclamato il fisico J. Robert Oppenheimer all’indomani dell’esplosione della prima bomba nucleare, nel 1945.

Sotto la sua guida, il progetto Manhattan  aveva radunato insieme alcuni dei più grandi scienziati esistenti, inclusi Richard Feynman, Edward Teller, Leo Szilard ed Enrico Fermi.

La nostra storia ha inizio alla fine della guerra, quando alla squadra di Oppenheimer si uniscono nientemeno che Albert Einstein, il pioniere nel campo dei computer John von Neumann e l’ingegnere progettista di razzi Wernher von Braun.

Questo… nella speranza di salvare il pianeta da una catastrofe miliardi di volte più grave delle esplosioni atomiche di Hiroshima e Nagasaki: un’esplosione sulla nostra stella che rischia di distruggere l’intero sistema solare.

A meno di non intervenire prima.

La magra consolazione è che, in caso di successo, Oppenheimer potrà ribaltare la sua celebre esclamazione, passando da “distruttore di mondi” a “salvatore del mondo”!

Robert J. Sawyer ci porta indietro e avanti nel tempo per una storia ucronica che mostra un lato inedito del progetto Manhattan e del suo ideatore, con dovizia di dettagli storici e scientifici: una chicca per gli amanti della speculative scifi!

 

Robert J. Sawyer – Nato a Ottawa nel 1960, vive in Ontario, con la moglie e poetessa Carolyn Clink. Inizia a scrivere negli anni Ottanta e pubblica il romanzo d’esordio nel 1990. Da sempre è un instancabile promotore e portavoce della scena canadese, con articoli, recensioni, discorsi pubblici anche come editore. Il successo arriva con Killer Online (1995), vincitore del premio Nebula, ormai considerato un classico. In Urania sono usciti: il vincitore dello Hugo  “La genesi della specie” (Hominids, 2002, n. 1536) e le trilogie WWW e Quintaglio Ascension (“Occhi nello spazio”;  “Progetto Quintaglio”“La vendetta dei Quintaglio”).

All’interno del volume, sono presenti una lista dei personaggi e una bibliografia a cura dell’autore.

Per i 70 anni di Urania, continua la Storia del Premio Urania, con “I vincitori 2009-2011″ a cura di Mauro Gaffo.

E infine appuntamento con Beppe Roncari, che per la rubrica Oscar Vault – Il fantastico in libreria ci parla di “L’uomo che cadde sulla terra” di Walter Tevis, autore della “Regina degli scacchi”.

 

EBOOK DISPONIBILE AD AGOSTO

 

Buona lettura e buona estate!

Posted in Ebook, Urania Jumbo

14 Responses

  1. Sal

    Anche questo lo aspettavo con la bava alla bocca… ho già detto al mio edicolante di conservarmelo (e intanto lo sgocciolio della bava ha allagato la tastiera). Buone vacanze a tutti.

  2. L'Operatore Spaziale

    Un autore che non mi ha mai deluso e ha sempre trovato tematiche molto interessanti e particolari da approfondire!

  3. Hey Jo

    Ottima uscita! Spero nella pubblicazioni di altri romanzi inediti di questo autore e nella ristampa di The Terminal Experiment uscito nel lontano ’96 in un’edizione della Nord con il titolo sciagurato e banalizzato Killer on Line (ma perché storpiare in questo modo i titoli???)

  4. Maurizio

    Condivido! Bob J. non mi ha mai deluso. Quindi l’appuntamento in edicola è sicuro al 100%. …Un’ucronica che mi attira mentre seguo appassionatamente quella televisiva della terza stagione della godibilissima “For all mankind”. …grazie Redazione per questo Jumbo ferragostano!

  5. paolo f

    Intrigante. Sono sicuro che Robert J. Sawyer non ci deludera’.

  6. Daniele

    Autore che leggo sempre con piacere!

  7. Silver Apple

    Uno scrittore che con una buona dose di mestiere è sempre in grado di sviluppare nel migliore dei modi l’idea intrigante che sta alla base di ogni suo libro. È anche uno dei non tantissimi scrittori di fantascienza ad essere positivo e non tecnofobo. Io amo molto le atmosfere dark ed in generale le narrazioni tormentate possibilmente che finiscono a schifo pero che diamine mai una soddisfazione. Il suo è artigianato di altissimo livello che intrattiene sempre con grande intelligenza e buon ritmo, scritto con uno stile sobrio e palatabile per tutti da non confondere con la sciatteria.
    Non saranno i suoi i romanzi della vita ma non mi ha mai neanche deluso. Fare buona narrativa popolare è un’arte nobile troppo spesso accantonata in favore del trash più deleterio.
    In una ucronia dove questa arte non è stata dimenticata c’è Robert J. Sawyer al posto di Dan Brown o chi per lui (Chissà quanti ne sono usciti dopo di lui e quanto in basso hanno spostato l’assicella del buon gusto) e il fatto che il posto ed il conto in banca che gli spettano di diritto siano occupati da gente così è uno dei numerosi motivi per cui il continuum in cui viviamo è una distopia. Penso di aver reso l’idea di quanto mi sta simpatico, quanto mi piace e quanto mi fa piacere quando lo trovo nella mia collana preferita.

  8. sam gutai

    Buongiorno, quando uscirà il terzo e ultimo romanzo del ciclo Salvation?, doveva uscire a luglio, poi agosto ma invece esce un altro ottimo romanzo ma l’attesa per Peter Hamilton è tanta.
    Grazie

  9. Redazione

    Ciao @sam gutai,
    l’ultimo romanzo del ciclo di Salvation “Salvation – La fine dei tempi” uscirà a settembre.
    Buona giornata!

  10. ophiucus75

    “Killer on line” e “Avanti nel tempo” sono decisamente maturi per un bel passaggio su UC, anche se non mi dispiacerebbe una ristampa cronologica d tutti i suoi primi romanzi, essendo un autore sempre convincente.

  11. ophiucus75

    “Killer on line” e “Avanti nel tempo” sono decisamente maturi per un bel passaggio su UC, anche se non mi dispiacerebbe una ristampa cronologica di tutti i suoi primi romanzi, essendo un autore sempre convincente.

  12. Kronos H

    A Sawyer non si dice mai di no!
    Sottoscrivo per la ristampa di The Terminal Experiment!

  13. V.

    “Red Planet Blues” e “Quantum Night” sono gli unici romanzi di Sawyer rimasti inediti in Italia, e secondo me sarebbe ora di recuperali, visto che per quanto ogni volta sentiamo le critiche immotivate dei “parrucconi” di fronte ad un suo romanzo, le vendite non credo siano mai deludenti.

  14. Redazione

    Ciao @V,
    ti ringraziamo per i suggerimenti, ma cortesemente ricordiamo, per policy del blog, di evitare toni polemici.
    Buona giornata e buona estate!

Leave a Comment

Please note: Comment moderation is enabled and may delay your comment. There is no need to resubmit your comment.

Spam protection by WP Captcha-Free