Urania Jumbo 37: Kim Stanley Robinson, “La costa dei barbari”

ottobre 27th, 2022 by Redazione
Kim Stanley Robinson, “La costa dei barbari”, Urania Jumbo n. 37, novembre 2022

Kim Stanley Robinson, “La costa dei barbari”, Urania Jumbo n. 37, novembre 2022

Kim Stanley Robinson, “La costa dei barbari”, Urania Jumbo n. 37, novembre 2022

 

Sono passati settantasette anni dall’olocausto nucleare e i responsabili non sono ancora saltati fuori.

Le nuove Nazioni Unite tengono sotto stretto controllo gli Stati Uniti, che nel frattempo subiscono continui attacchi preventivi da parte dei Giapponesi, decisi a impedire alle piccole comunità statunitensi di riorganizzino in unità più grandi.

Adoperando quegli stessi raggi laser sognati da Reagan per le “guerre stellari”, i nipponici distruggono le strade e le ferrovie che tentano timidamente di rinascere sulle coste del Pacifico, mentre le comunità americane sono scivolate in una sorta di socialismo de facto.

Chi ha visto la guerra è a favore della pace a oltranza, anche a costo di accettare delle ritorsioni dal nemico, mentre i giovani cominciano a sognare la rivalsa. Come Henry “Hank” Fletcher, l’adolescente più riflessivo della comunità di San Onofre.

Dopo il tradizionale raduno di scambio fra gli abitanti locali e gli sciacalli, che setacciano le città distrutte con il rischio di esporsi alle radiazioni, la comunità si riunisce alle terme per togliersi di dosso il fango della tempesta. Ma l’arrivo di un’ambasciata da San Diego sconvolge gli equilibri con una proposta di alleanza: unire le due enclave e farla pagare ai nemici d’oltreoceano.

Combattuto fra la lealtà verso l’amico Steve, capo dei giovani ribelli, Kathryn, la ragazza di quest’ultimo, che lo prega di riportare il ragazzo al buon senso, e la fidanzatina Melissa, Hank parte alla volta di San Diego insieme al vecchio Tom, detentore della saggezza comunitaria, alla ricerca di un compromesso.

Ma iniziato il viaggio, niente sarà più come prima.

Kim Stanley Robinson – Nato nel 1952, si è laureato in letteratura e ha conseguito un Ph.D. con una tesi su Philip K. Dick. “La costa dei barbari” è il suo primo romanzo (1984) e apre la trilogia delle Tre Californie (Three Californias Trilogy), in cui mette in scena tre diverse versioni future della California. I prossimi romanzi della trilogia, The Gold Coast e Pacific Edge, usciranno nel 2023 in Urania Jumbo. Noto soprattutto per la trilogia di Marte, Kim Stanley Robinson ha vinto numerosi riconoscimenti, tra cui i premi Hugo, Nebula e Locus.

 

All’interno, per i 70 anni di Urania, continua la storia del premio Urania con I vincitori 2017-2019, a cura di Mauro GaffoE per Oscar Vault, il fantastico in liberia, “Snow Crash: il Metaverso sta per diventare reale”, di Beppe Roncari.

 

EBOOK DISPONIBILE A NOVEMBRE

 

Buona lettura !

Posted in Ebook, Urania Jumbo

8 Responses

  1. L'Operatore Spaziale

    Non ci credo, la Trilogia della California!! Lo prenderò di sicuro. Mi piace un sacco lo stile a metà tra disegno e collage della copertina!

  2. dkj

    Devo dire che non ho mai capito il successo di queste opere o dell’autore, specialmente quest’ultimo e le sue uscite. Nel cercare utopia “fantascientifica” ho sempre trovato letture più interessanti. Ma appunto ha avuto successo e quindi va bene così, magari un giorno qualcuno mi spiegherà cosa non ci ho visto.

  3. Bibliotecario

    Copertina costruita da una IA. Sinceramente non mi convince per niente

  4. Kronos H

    A me la copertina non dispiace… mi ricorda un po’ le atmosfere del grande Thole

  5. Stefano-B

    Bella la copertina, stile diverso dal solito. Un po’ retro. Mi piace. Ben vengano altre copertine di questo genere! Anche nelle altre collane Urania, perché no

  6. TralfaRalfa

    Copertina di un certo fascino. Da vederne altre. Il libro già letto, magari prenderò il secondo volume che mi manca. L’autore sarà anche bravo ma lo trovo tremendamente noioso

  7. Maverick

    Complimenti per una scelta che io stesso avevo caldeggiato anni fa all’apertura di questo blog.
    Insolita copertina per un Jumbo, sembra opera di Karel Thole.

  8. Kronos H

    Chiedo scusa, ma trovo che la traduzione del titolo The Wild Shore sia veramente terribile. Perchè cambiare così i titoli?
    “La costa selvaggia” non andava bene?

Leave a Comment

Please note: Comment moderation is enabled and may delay your comment. There is no need to resubmit your comment.

Spam protection by WP Captcha-Free