Urania Jumbo 25: Peter F. Hamilton, “Salvation: L’arca della salvezza”

ottobre 29th, 2021 by Redazione
Peter F. Hamilton, “Salvation: L’arca della salvezza”, Urania Jumbo n. 25, novembre 2021

Peter F. Hamilton, “Salvation: L’arca della salvezza”, Urania Jumbo n. 25, novembre 2021

Peter F. Hamilton, “Salvation: L’arca della salvezza”, Urania Jumbo n. 25, novembre 2021

 

Grazie alla tecnologia dei portali, nel 2204 nessun luogo è lontano.

L’umanità si sta espandendo a passi da gigante nell’universo, conoscendo un periodo di grande prosperità. Ma quando i resti di una misteriosa astronave aliena vengono rinvenuti al limite dello spazio esplorato, su un pianeta a ottantanove anni luce dalla Terra, all’improvviso la galassia torna a essere troppo vasta.

La nave, schiantatasi circa trenta anni prima, racchiude un inquietante carico di persone. Nessuno sa cosa ci facessero degli esseri umani al suo interno, né quale razza aliena possa essere coinvolta nella vicenda.

La sicurezza dell’umanità traballa. Una squadra di valutazione viene scelta dalla Connexion,  l’azienda che gestisce i portali per l’entanglement, per indagare e valutare la potenziale minaccia rappresentata da quella misteriosa astronave.

Il protocollo non permette l’uso dei portali, e bisogna viaggiare “alla vecchia maniera”. Durante il viaggio, i membri dell’equipaggio di recupero si confrontano con il proprio passato. Ma uno di loro non è come tutti gli altri…

Preparatevi a tuffarvi in una space opera di portata stratosferica, nel primo romanzo di una nuova trilogia nata da quella che Ken Follett ha descritto come “la più potente mente immaginifica della fantascienza”.

Ecco cosa ci racconta il traduttore, Davide De Boni:

L’aspetto che più mi ha colpito durante la traduzione di questo romanzo è stato il worldbuilding. Hamilton parte da un assunto tanto semplice quanto affascinante: la possibilità di realizzare l’entanglement quantistico spaziale. A partire da questo presupposto sviluppa e analizza le implicazioni che una scoperta del genere potrebbe avere sulla nostra società. Come muterebbero i nostri modi di vivere, di lavorare, di rapportarci con gli altri e con l’ambiente circostante se ogni destinazione si trovasse a un solo passo da noi?

 

Peter F. Hamilton – Nato in Inghilterra nel 1960, ha scritto la fortunatissima saga dell’Alba della notte, uscita su Urania in dieci volumi  nell’arco di tre anni a partire dal n. 1441. In seguito, è uscito il ciclo del Vuoto galattico (Millemondi nn. 51, 55, 60 e 61). Ora vi proponiamo il  primo libro della nuova attesissima trilogia Salvation, che potrete leggere per intero su Urania Jumbo.

 

Buona lettura!

 

EBOOK DISPONIBILE A NOVEMBRE

Posted in Ebook, Urania Jumbo

25 Responses

  1. Bibliotecario

    Nove lunghi anni abbiamo dovuto attendere il ritorno in Italia di Peter F. Hamilton.
    Non ho abbastanza parole per ringraziarvi.

    Per altro preceduto da Connie Willis, Lois McMaster Bujold e Alastair Reynolds.
    Un appassionato lettore di Fantascienza non può semplicemente chiedere di più neanche nei propri sogni più sfrenati :-)

  2. Alessandro Bani

    copertina ‘disarmante': anche per i Jumbo dateci Brambilla!

  3. L'Operatore Spaziale

    9 anni @bibliotecario? Io mi ricordavo 11 figurati.. Vabbè, è da un decennio che aspettavamo Hamilton, finalmente!!! Ora però non aspettiamo altrettanti per l’ampia mole di inediti…

  4. L'Operatore Spaziale

    PS: forse la copertina poteva osare di più..

  5. Bibliotecario

    @L’Operatore Spaziale, nove tondi tondi,
    a novembre 2012 su MilleMondi 61 (l’ultimo con banda arancio) uscì L’evoluzione del vuoto/2.
    Ma in effetti la mancanza percepita di Hamilton sembra ancora più lunga di quella reale!

  6. Bibliotecario

    Si, l’immagine di copertina poteva osare di più, inoltre c’è la stonatuae di INTGRALE.
    Comunque sono peccati veniali rispetto al sontuoso romanzo che ci apprestiamo a leggere.

  7. Maurizio

    A me la copertina non dispiace. Da un bel senso di dinamismo. C’é quell’ integrale che non va, ma spero che nessuno venga licenziato per quello. …Passiamo alla lettura e speriamo che dopo i commenti appena letti, Hamilton mantenga le aspettative.

  8. Stefano-B

    Mi piacciono le copertine della serie Jumbo, anche se quella di questo mese è un po’ sotto tono… Senza nulla togliere a Brambilla, spero che qui si continui con questo stile diverso dal suo, tanto per diversificare un po’

  9. L'Operatore Spaziale

    @bibliotecario

    Si, vero, l’attesa percepita sembra anche di più, haha..

  10. paolo f

    Prima Reynolds,adesso Hamilton:
    non si puo’ chiedere di piu’.

  11. Delorda

    Si sa già quando usciranno gli altri due volumi della trilogia?

  12. Andrea Iovinelli

    Secondo la mia modestissima opinione copertina davvero rivedibile. Ma io sono vecchia scuola, e appartengo ad un secolo che sembra lontanissimo… Rimpiango e rimpiangerò sempre fino alla morte le copertine “artistiche” di Thole e compagni, ma anche quelle con più classiche illustrazioni anni ’80. Però mi rendo conto che i tempi sono cambiati e probabilmente i nuovi lettori hanno gusti diversi. Per essere sintetici diciamo che queste copertine asettiche e che non esprimono nulla, se non una bella immagine colorata, non fanno per me.

  13. Viaggiatore Del Tempo

    Molto entusiasta di questo ritorno!anche se non tanto longeva sogno una nuova ripubblicazione della trilogia del Vuoto galattico..dall’epoca da cui vengo io è quasi introvabile ma temo che resterà un sogno!

  14. Palmer

    Anni e anni fa, su un altro noto forum a tema fantascienza, si parlava molto bene di questo autore ma già all’epoca o avevi tutti e 10 gli Urania oppure dovevi rinunciare. Presi dunque la decisione di acquistare un ebook reader e con l’aiuto di un dizionario integrato cominciai a leggere in inglese. Poi negli anni ho avuto la fortuna di poter trovare tutti e 10 gli Urania della Serie dell’Alba della Notte e i 4 della Trilogia del Vuoto, che conservo più per l’amore viscerale che provo per l’autore che per altro: non li ho mai aperti. Anche questi li comprerò tutti, ma li leggerò in lingua originale.

  15. Marco Landi

    a quando in edicola?

  16. Redazione

    Ciao @Marco,
    come comunicato sul blog, le uscite di novembre purtroppo subiranno dei ritardi, slittando al 10 del mese, per questioni tecniche indipendenti dalla nostra volontà. Ci scusiamo del disagio.
    Buona giornata.

  17. Roberto Tamaro

    @ Andrea Iovinelli
    Karel Thole! Non riesco a fare a meno di provare una punta di nostalgia quando prendo in mano un Urania con una delle sue copertine. Eppure (ci crederesti?) ci sono anche dei detrattori! In un numero della metà degli anni ’70 di una nota rivista di FS si legge che Karel Thole “dopo alcune ottime copertine iniziali ha cominciato a rivelare i suoi limiti figurativi”, che “gli manca totalmente il sense of wonder e soprattutto il genere a lui più congeniale non sembra essere la fantascienza…” e che egli è sostanzialmente un illustratore e non un artista!
    Ora, vabbè che si trattava di una concorrente di Urania, ma a tutto c’è un limite…

  18. Diego

    Ciao Redazione, di Hamilton, volevo acquistare su e-book L’evoluzione del Vuoto, parte 1 e 2, e chiedo: comprendono tutta la trilogia?

    Grazie, buona giornata! :-)

  19. Redazione

    Ciao @Diego,
    La trilogia del vuoto si compone dei seguenti romanzi:
    – “Il sogno del vuoto”;
    – “Il tempo del vuoto”;
    – “L’evoluzione del vuoto” (diviso in parte 1 e 2).

    I quattro romanzi sono usciti nei seguenti numeri dell’Urania Millemondi: 51, 55, 60 e 61.

    Buon pomeriggio!

  20. Diegus

    Cara Redazione, questo jumbo (e i seguenti della serie) sarà nel futuro pubblicato anche negli Oscar tipo Draghi con copertina rigida?

  21. Redazione

    Ciao @Diegus,
    come saprai c’è in atto una sinergia tra edicola e libreria; prossimamente daremo anticipazioni sulle prossime uscite relative ai Draghi Urania.
    Buona giornata!

  22. Lino

    L’idea dei portali ovviamente non è nuova ma chi aveva pensato di usarli per smaltire rifiuti tossici o per modificare il clima di un deserto? Ho l’impressione che questo sia il miglior Hamilton…

  23. buzz53

    senza offesa per nessuno dei lettori del forum e amanti di questo autore

    Salvation, l’ho letto, 650 pagine circa in due sere. In pratica ne ho saltate almeno 400. Un romanzo che mi ha annoiato parecchio. Situazioni ingarbugliate e non appassionanti. Forse l’dea di base era attraente (l’astronave aliena con i corpi di umani all’interno) ma poi non si sviluppa, è piatto, non dice nulla. Non leggerò più niente di questo autore, peccato.

  24. Arthur Dent

    Prolisso e noioso , di fantascienza poca e senza spunti particolari

  25. Luca63

    @buzz53
    Se salti 400 pagine su 650, per forza ti sembra ingarbugliato…
    Lo sto leggendo in questi giorni e trovo che, superate le prime 40-50 pagine per entrare nella ambientazione, poi scorre via che è un piacere ed è difficile interrompere la lettura. Avercene di autori così!

Leave a Comment

Please note: Comment moderation is enabled and may delay your comment. There is no need to resubmit your comment.

Spam protection by WP Captcha-Free