Urania Collezione 218: Lester Del Rey , “L’undicesimo comandamento”

febbraio 26th, 2021 by Redazione
Lester Del Rey , "L'undicesimo comandamento", Urania Collezione n. 218, marzo 2021

Lester Del Rey , “L’undicesimo comandamento”, Urania Collezione n. 218, marzo 2021

Lester Del Rey , “L’undicesimo comandamento”, Urania Collezione 218, marzo 2021

 

Quando un’esplosione nucleare distrugge il Vaticano, l’America nomina un nuovo papa, dando vita a uno scisma nella Chiesa.
E con l’umanità decimata e ridotta in miseria, un undicesimo comandamento si impone sui precedenti: quello dato in origine da Dio ad Adamo:

“Siate fecondi e moltiplicatevi.” 

La lotta per i diritti delle donne e della comunità gay torna indietro di secoli, la contraccezione diventa illegale, e la ricerca biologica viene permessa soltanto al clero, mentre mutazioni genetiche e orribili morbi si diffondono ovunque, facendo precipitare l’umanità in un incubo distopico.

Ciò che conta è solo la procreazione, a ogni costo.

Lo sa bene Boyd Jensen, mandato sulla Terra dalle colonie di Marte, che si troverà a combattere in prima persona per la propria libertà e quella di coloro che ama. Ma dietro l’undicesimo comandamento si nasconde una verità agghiacciante.

Ecco inoltre cosa ci racconta il traduttore, Andrea Tortoreto:

“L’undicesimo comandamento”, considerato il capolavoro di Lester Del Ray, risale al 1962, ma è invecchiato benissimo data la sua incredibile attualità. I temi della sovrappopolazione, della distruzione ambientale, delle manipolazioni genetiche si intrecciano all’interno di un’opera distopica e visionaria che davvero stupisce per lungimiranza a capacità di anticipazione. Non solo, quest’opera è un vero esempio di romanzo filosofico, cosa che conferma una mia profonda convinzione, ovvero che la fantascienza è, dopo il dialogo platonico, la più “filosofica” tra le forme letterarie. La SF è portata per sua natura a interrogarsi sulle conseguenze che lo sviluppo tecnologico può avere sull’uomo, sulla sua natura intima e sul suo modo di vedere e pensare il reale. Lo scrittore californiano indaga l’umanità cercando di precorrerne il destino, la osserva con lo sguardo lucido e disincantato di chi, attraverso una narrazione appassionante, vuole capire, andare in profondità.

 

Lester Del Rey (Saratoga 1915 – New York 1993) – Lettore appassionato di riviste di fantascienza, ha venduto il suo primo racconto, The Faithful, ad «Astounding Stories» nel 1938 e, incoraggiato dal direttore John W. Campbell, ha continuato a scrivere romanzi e racconti che gli sono valsi un posto di spicco nell’Età d’Oro della fantascienza degli anni Quaranta e Cinquanta. In seguito è stato anche curatore e critico letterario. “L’undicesimo comandamento” (The Eleventh Commandment, 1962) prende spunto da un fatto di cronaca: mentre la Corte Suprema stava valutando se i dieci comandamenti fossero adatti a essere incorniciati nelle scuole pubbliche, Del Rey capì che era arrivato il momento di scrivere qualcosa sulle implicazioni di una religione di Stato.

 

E all’interno, il racconto vincitore del premio Città di Carrara, “L’eredità di un vecchio manutentore” di Luca Turci

 

Buona lettura!

 

EBOOK DISPONIBILE A MARZO

Posted in Ebook, Urania Collezione

15 Responses

  1. ophiucus75

    Autore sempre complesso e stimolante, mai banale. Condivido in pieno il pensiero espresso dal traduttore, la fantascienza al suo meglio racchiude un nucleo filosofico intorno a un rivestimento scientifico e una “glassa” di divertimento letterario. E ha anticipato di decenni la moda degli ibridi saggio-romanzeschi.

  2. L'operatore Spaziale

    Capolavoro assoluto!

  3. walter

    Nuova traduzione integrale.

    Perchè la precedente non lo era?

  4. Redazione

    Ciao @walter,
    è la prima volta che questo romanzo di Lester Del Rey compare su Urania, anche se in passato era già stato tradotto in Italia. Non possiamo rispondere per gli altri editori, ma la traduzione che troverai in questo volume è del tutto nuova e integrale.
    Buona lettura!

  5. Maurizio

    Alla Redazione: io abito in un comune piccolo e c’é il problema che molte edicole hanno chiuso. Sarebbe importante, soprattutto in questo lungo periodo di Covid-19 conoscere l’esatto giorno di uscita delle vostre pubblicazioni per esser certi di trovarle, nel caso anche per organizzarsi ritracciandolo in altri comuni. Penso sia una informazione utile per molti. Grazie.

  6. Massimo

    Scusate la domanda, spero di averla messa nella conversazione corretta: urania collezione presenta anche romanzi non usciti precedentemente sulla collana urania madre?

  7. Redazione

    Ciao @Massimo,
    Urania Collezione ripropone grandi testi di fantascienza del passato, sia che siano già apparsi in Urania sia che non lo siano, come nel caso di questo volume.
    Buona serata e stay tuned!

  8. ophiucus75

    Suggerimento inopportuno e non richiesto: ristampare “Invasori e invasati” col quinto racconto non presente nella precedente edizione Urania 1974? La ricordo come un’eccellente e a tratti teologicamente inquietante antologia del buon Ramon Felipe San Juan Mario Silvio Enrico Smith Heathcourt-Brace Sierra y Alvarez-Del Rey y De Los Huerdes (è il nome completo di Del Rey!).

  9. Daniele

    @ophiuchus, ho letto poche settimane fa anche il racconto mancante in inglese e non ti perdi niente secondo me. Quella antologia è molto discontinua, due grandi racconti e restanti abbastanza dimenticabili

    L’undicesimo comandamento lo lessi da adolescente e fu uno dei miei preferiti di quel periodo, se questa è integrale lo prendo senza dubbio 👌🏻

  10. Roberto Tamaro

    @ ophiucus75
    Quale sarebbe il racconto mancante? La cosa mi incuriosisce perché sto rileggendo proprio in questi giorni quella vecchia antologia.

  11. Kronos H

    @ ophiucus75
    Ciao il racconto mancante è
    Inseguimento (Pursuit, 1952), pubblicato in I mutanti (Grandi Opere Nord)
    In genere i racconti di Del Rey sono molto belli, ho letto poco fa l’antologia Robot e Folletti e alcuni racconti sono superlativi.

  12. Roberto Tamaro

    Allora andrò a rileggermi anche “Inseguimento”, mentre l’antologia Robot e Folletti non l’ho mai letta, anche se sono sicuro di averla da qualche parte. A proposito del suo chilometrico nome, una volta Isaac Asimov si chiese perché molti scrittori di FS usino degli pseudonimi: il buon Lester del Rey avrebbe potuto spiegarglielo facilmente…

  13. ophiucus75

    @ Kronos H grazie per la dritta, mi metterò alla ricerca! Ho anche “Robot e folletti” ma non l’ho mai letta; la citata invece mi era piaciuta molto fin dalla copertina, e in generale la fanta-teologia mi garba parecchio. Autore non molto citato ma quel poco che ho letto, dal celebre Helen O’ Loy è notevolissimo e molto avanti coi tempi, ottimo recupero di UC.

  14. Kronos H

    Sicuramente Del Rey è un autore da rivalutare e riscoprire. In Italia, oltre alle antologie citate Invasori e Invasati, e Robot e Folletti, è stata pubblicata anche Fratelli mostri (in un vecchio Galassia). Ma sono molti i racconti pubblicati nei libroni delle Grandi Opere Nord e soprattutto nelle antologie “Le grandi storie della fantascienza” di Isaac Asimov.

  15. Giuseppe de santis

    In un giorno,mi sono letto l undicesimo comandamento,oggi appunto Per fortuna era leggebile,a volte discontinua,penso che prenderò il romanzo di Herbert,forse devo essere del figlio,scrive come il padre,poi non so,posso sbagliarmi

Leave a Comment

Please note: Comment moderation is enabled and may delay your comment. There is no need to resubmit your comment.

Spam protection by WP Captcha-Free