Urania Collezione 184 : Rito di passaggio

maggio 2nd, 2018 by Moderatore

COP_urania_coll_184_coverMia Havero deve crescere, deve entrare nell’età adulta, e per farlo deve compiere un vero e proprio rito di passaggio. Ma nel tempo in cui vive nulla è facile. Dopo la distruzione della Terra, ciò che resta della civiltà umana sopravvive in un centinaio di mondi colonizzati e in sette gigantesche astronavi. Quando una di queste navi raggiunge un pianeta colonizzabile, i giovani che devono compiere il rito di passaggio vengono scaraventati fuori, abbandonati a se stessi nel mondo ostile, per capire se riusciranno a sopravvivere e a diventare veri uomini. Proprio come sta per accadere a Mia Havero. Romanzo vincitore del premio Nebula del 1968, si aggiudicò la vittoria battendo in finale capolavori de calibro di Tutti a Zanzibar di John Brunner, Ma gli androidi sognano pecore elettriche? di Philip K. Dick e Le maschere del tempo di Robert Silverberg.
ALEXEI PANSHIN Nato nel 1940 a Lansing, in Michigan, è stato un narratore poco prolifico, nonostante l’exploit del 1968 con la vittoria del premio Nebula. Ha pubblicato solo cinque romanzi, di cui quattro tra il 1968 e il 1969, e l’utimo, scritto insieme alla moglie Cory, nel 1978. Pochi anche i racconti e i saggi pubblicati, fra i quali The World Beyond the Hill (1989), che si è aggiudicato nel 1990 il premio Hugo.

EBOOK DISPONIBILE

Posted in Senza Categoria

5 Responses

  1. Filippo

    Era ora!!! Bravi quelli di Urania!!!
    Avevo letto il racconto Down to the Worlds of Men del 1963 tradotto in “Nei mondi dell’uomo” o “Giù nei vecchi mondi” poi esteso in questo romanzo. Bellissimo. Lo comprerò certamente…e penso che mi piacerà!!!

  2. Filippo

    Finalmente!!!

  3. anacho

    Ottimo romanzo e ottima idea ristamparlo, sono passati decenni dall’ultima edizione.
    Certo che a leggere la lista dei concorrenti per il nebula vinto da questo romanzo c’è da rimanere a bocca aperta:
    Tutti a Zanzibar di Brunner, Maestro del passato di Lafferty (grande vecchietto di Tulsa!), La maschera del tempo di Silverberg, Pasqua nera di Blish, Picnic su Paradiso della Russ… tutti libri che meriterebbero una ristampa.
    Ah si, c’era anche Do Androids Dream of Electric Sheep? di Dick… altri tempi.

  4. Matteo

    mese ricchissimo questo! personalmente acquisterò il Collezione + il Jumbo. bravi!

  5. ophiucus75

    Vero @anacho ho pensato la stessa cosa, annata terrificante dal punto di vista dei giudici: me li rileggerò tutti consecutivamente. Campo Archimede di Disch non è dello stesso anno anche quello? Alla faccia del bicarbonato di sodio e di Saturno! Ottima scelta comunque, collana che non delude quasi mai, e le aperture ai cataloghi Fanucci e Nord possono prospettare altri notevoli ripescaggi, magari Niven o Bear, ingiustamente un po’ trascurati, o Shepard, Swanwick, il primo Sterling…

Leave a Comment

Please note: Comment moderation is enabled and may delay your comment. There is no need to resubmit your comment.

Spam protection by WP Captcha-Free