Il Giallo Mondadori Sherlock 83: Daniel D. Victor, “Sherlock Holmes. Le nebbie di Londra”

giugno 29th, 2021 by Redazione
Daniel D. Victor, “Sherlock Holmes. Le nebbie di Londra”, Il Giallo Mondadori Sherlock n. 83, luglio 2021

Daniel D. Victor, “Sherlock Holmes. Le nebbie di Londra”, Il Giallo Mondadori Sherlock n. 83, luglio 2021

Daniel D. Victor, “Sherlock Holmes. Le nebbie di Londra”, Il Giallo Mondadori Sherlock n. 83, luglio 2021

 

Il duo di Baker Street diventa temporaneamente un trio.

Richard Harding Davis, stravagante giornalista americano, si unisce a Sherlock Holmes e al dottor Watson nella ricerca di una collana di diamanti rubata.

Le indagini faticano a muoversi in mezzo alla fitta cortina fuligginosa della capitale britannica, anche nota come London Particular, la più nebulosa di tutte le nebbie.

Arrivati al  numero 11 di Boston Street, uno spiraglio di luce li conduce al ritrovamento dei resti di un duplice omicidio: un uomo con la gola tagliata riverso sulla scrivania di mogano di una grande libreria, e una donna pugnalata al petto abbandonata sul pavimento di una lussuosa sala da pranzo… con il gioiello trafugato che le scintilla ancora al collo.

Chi si cela dietro questi crimini atroci?

Tra affascinanti principesse russe, rivaleggianti aristocratici ereditieri e misteriose spille da cravatta nera, il trio investigativo si recherà infine allo High Table Club, un ritrovo esclusivo per soli uomini come il Club Diogene. Ma le somiglianze fra i due club si fermano qui, perché la regola che vige all’High Table è l’esatto opposto di quella del Diogene: qui gli uomini sono tenuti a tenere continue conversazioni con i soci, non a tacere. Insomma, il luogo ideale in cui mantenere vive amicizie di un certo calibro… e magari complottare sottobanco furti e omicidi di ampia portata, non escludendo ripercussioni internazionali.

Solo l’impareggiabile intuito del detective più famoso del mondo, coadiuvato dai suoi due aiutanti, potrà dissipare la pesante coltre di nebbia che ristagna nel club.

 

Dello stesso autore di Sherlock Holmes and the London Particular ricordiamo: “Sherlock Holmes – Attentato al Club Diogene” (Il Giallo Mondadori Sherlock 61), Sherlock Holmes – La misteriosa scomparsa del signor Crane (Il Giallo Sherlock n. 29), Sherlock Holmes – Baker Street, il lungo addio (Il Giallo Mondadori Sherlock n. 38) e Sherlock Holmes – Il segreto del Thor Bridge (Il Giallo Mondadori Sherlock n. 56) e “Sherlock Holmes – Le ombre di San Pietroburgo” (Il Giallo Mondadori Sherlock n. 74).

 

All’interno, il racconto “Lo studiolo del duca” di Luca Sartori. Ecco come lo descrive l’autore:

Questo racconto nasce originariamente in lingua inglese: la prima versione, infatti, è stata appositamente concepita per una collana della John Watson Society americana; e non a caso, il vero protagonista dell’indagine è Watson, il quale si serve dei metodi appresi da Sherlock Holmes per tirare fuori dai guai l’amico e dimostrare che il dottore non è quel sempliciotto che molti credono. In seguito me lo sono autotradotto per la collana Sherlockiana, modificando e rendendo più complessa la trama della prima versione. Ho preso spunto dal celebre studiolo del duca che si trova nel Palazzo ducale di Urbino, cercando di immaginare quale potesse essere il punto di vista estraniante di un britannico. Tra i personaggi, oltre a Watson e Holmes, compaiono la signora Hudson, Mycroft, un Irregolare, un erudito italianista, e infine un diabolico “villain” con cui ho esplorato il tema del doppio su più livelli: psicologico, storico e artistico. Un artistico alla de Quincey, ovviamente.  

 

E per la rubrica La lente di Sherlock, un approfondimento di Luigi Pachì dal titolo: Richard Harding Davis e la “London Particular”.

 

Buona lettura!

 

EBOOK DISPONIBILE A LUGLIO

Popularity: 22% [?]

Posted in Ebook, Sherlock

Leave a Comment

Please note: Comment moderation is enabled and may delay your comment. There is no need to resubmit your comment.

Spam protection by WP Captcha-Free