Il Giallo Mondadori Sherlock 47: Sherlock Holmes; L’assasino di Whitechapel

luglio 2nd, 2018

COP_giallo_47_sherlock_l_assassino_di_whitechapel_cover

Mark Sohn

Sherlock Holmes; L’assassino di Whitechapel

Il Giallo Mondadori Sherlock 47

Luglio 2018

Un anonimo edificio in mattoni nel centro di Londra. Uno stanzone pervaso da una soffocante mistura di formaldeide e disinfettante. Nel cupo silenzio dell’obitorio, Sherlock Holmes e il dottor Watson sollevano il lenzuolo per esaminare il cadavere. Donna bianca, fra i trentacinque e i quarantacinque anni. Altezza, peso. Causa della morte… Perfino Watson, con la sua lunga esperienza di medico, vacilla di fronte a una simile manifestazione d’inumana ferocia. Profonde ferite, almeno una trentina, sono state inferte con un coltello a lama dritta, affilata solo da un lato. Polmoni perforati. Cuore, fegato, milza completamente distrutti. Oltre a ferite minori prodotte da una lama più piccola. Martha Tabram, prostituta, è stata trovata al primo piano di un caseggiato di Whitechapel. Ma non si tratta di un omicidio isolato, Holmes ne è certo. La mano che ha compiuto questo scempio colpirà di nuovo. Profezia azzeccata quanto infausta, perché la sventurata vittima sarà la prima di una serie infernale. L’incipit sanguinoso di una macabra saga destinata a rimanere negli annali del crimine.

EBOOK DISPONIBILE

Popularity: 5% [?]

Posted in Sherlock | commenti No Comments »

Il Giallo Mondadori 3169: Il pozzo della morte

luglio 2nd, 2018

COP_3169.rendell_il_pozzo_della_morte4_cover

Ruth Rendell 

Il pozzo della morte

Il Giallo Mondadori 3169

Luglio 2018

 

L’inevitabile è accaduto. Anche per l’ispettore capo Reginald Wexford è venuto il momento di ritirarsi. Adesso che è un cittadino qualunque, la sua vita scorre tranquilla fra libri, passeggiate e tanta musica.
Troppo tranquilla per chi è stato un poliziotto fino a sei mesi prima. Ecco allora arrivargli in soccorso, come il salvagente lanciato a un naufrago, una richiesta di consulenza per un caso di omicidio. Nel
pozzo per il carbone di una storica villa in stile georgiano, a St John’s Wood, sono stati rinvenuti i cadaveri decomposti di due uomini e due donne, non identificati. Nelle tasche dell’uomo più giovane, gioielli di valore tra cui fili di perle, un diamante e una collana di zaffiri. I corpi sono rimasti nascosti là sotto per anni, e risalire a chi possa aver creato l’agghiacciante sepolcro sarà un’impresa molto ardua.
Ma non manca la volontà di raccogliere la sfida. Tornare sul campo è per Wexford come essere trasportato indietro nel tempo al suo primo giorno di lavoro. La stessa ansia, la stessa eccitazione. E, forse, qualche pericolo in più che non si aspetta. La cosa certa è che, per lui, il momento di ritirarsi non è ancora giunto davvero.

EBOOK DISPONIBILE

Popularity: 9% [?]

Posted in Giallo (serie regolare) | commenti 7 Comments »

I Classici de Il Giallo Mondadori 1410: L’origine del male

luglio 2nd, 2018

COP_1410.queen_l_origine_del_male2_cover

Ellery Queen 

Le origini del male

I classici de Il Giallo Mondadori 1410

Luglio 2018

Un cane senza vita è una visione molto triste, ma certo non tale da destare sospetti. Se tuttavia il povero animale viene deposto sulla soglia di una casa e il macabro dono si rivela fatale per un uomo, allora la faccenda è davvero insolita, degna dell’attenzione di Ellery Queen. A Hollywood per scrivere un libro in santa pace, ma sempre sensibile al richiamo degli enigmi più complicati, Ellery troverà pane per i suoi denti dando la caccia a un misterioso anonimo che invia bizzarri messaggi non proprio con le migliori intenzioni. Tonno all’arsenico, un’ecatombe di rane e rospi, un portafoglio in pelle di coccodrillo, un libro bruciato: una serie di avvertimenti minacciosi che pare non avere fine, forse criptiche allusioni a un qualche segreto del passato che solo i destinatari sono in grado di cogliere. Sulla base di elementi così eterogenei e all’apparenza indecifrabili non sarà facile ricomporre il puzzle, nemmeno per la mente eccelsa dell’investigatore.

Ellery Queen è lo pseudonimo dei cugini statunitensi Frederic Dannay (1905-1982) e Manfred B. Lee (1905-1971), che insieme hanno dato vita a una delle firme più prestigiose nella storia del giallo. Il personaggio da loro creato ha raggiunto una vastissima fama come autore di romanzi e racconti, e ha promosso il recupero di opere del passato e la scoperta di nuovi talenti curando antologie e riviste come l’“Ellery Queen’s Mystery Magazine”, per decenni il più importante periodico di narrativa poliziesca al mondo. È stato tra i fondatori dell’organizzazione Mystery Writers of America e ha vinto più volte il premio Edgar

EBOOK DISPONIBILE

Popularity: 6% [?]

Posted in I Classici del Giallo, Le collane del Giallo | commenti No Comments »

Gli Speciali de Il Giallo Mondadori 86: La morte viene da lontano

luglio 2nd, 2018

COP_86.aavv_la_morte_viene_da_lontano_cover

Peter Lovesey / Paul Harding / Melville Davidsson Post

Il Giallo Mondadori Speciali numero 86

Luglio 2018

PETER LOVESEY, Un fantasma per Cribb

Investigare su furti di oggetti d’arte avvenuti in case che hanno ospitato sedute spiritiche è quasi un gioco per il sergente Cribb, abituato a ben altri reati. Ma quando un discusso medium viene ucciso il caso assume contorni ultraterreni. E non sarà facile, tra le pieghe dell’irrazionale che serpeggia nella Londra vittoriana, ricondurre gli eventi a una spiegazione naturale.

PAUL HARDING, Fratello Athelstan: Il regno del male

Anno del Signore 1380. A Hawkmere Manor sono imprigionati, in attesa di riscatto, gli ufficiali francesi catturati in battaglia dagli inglesi. La morte per avvelenamento di uno degli ostaggi, in una stanza chiusa dall’interno, potrebbe mettere fine alla tregua appena conclusa tra le due potenze. Per scongiurare la ripresa delle ostilità, fratello Athelstan dovrà smascherare un assassino inafferrabile.

MELVILLE DAVISSON POST, La vigna di Nabot

Nella Virginia ottocentesca l’omicidio di un vecchio proprietario terriero trova nel suo garzone, datosi alla fuga, un colpevole perfetto. Finché nell’aula giudiziaria un’inattesa confessione non afferma
tutt’altra verità. Disporre i fatti nel giusto ordine spetterà allora a zio Abner, formidabile ragionatore capace di penetrare a fondo negli arcani di un problema.

EBOOK NON DISPONIBILE

Popularity: 6% [?]

Posted in Gli speciali | commenti 1 Comment »

Il Giallo Mondadori Oro 28: La meccanica del delitto

luglio 2nd, 2018

COP_28.odone_la_meccani_cover

Alberto Odone

La meccanica del delitto

Il Giallo Mondadori (serie regolare) numero 8

Luglio 2018

 

Monaco di Baviera, autunno 1920. Un vicolo senza uscita, ombre lunghissime che si mescolano e si dissolvono nella luce acida dei lampioni, i resti di un manifesto del Dottor Caligari sulla porta di un edificio in rovina. Attirato sul posto dagli spari, l’ispettore Kurt Meingast esamina il corpo a terra. I due poliziotti hanno agito, sostengono, per legittima difesa. Tuttavia la vittima, un criminale con una ragguardevole lista di precedenti, era in ginocchio quando è stata colpita a distanza ravvicinata. Un’esecuzione in piena regola. Meingast però deve stare attento, accusare i colleghi significa avere tutti contro. Per uno che si porta addosso, e dentro, i segni della guerra, confinato in un archivio a occuparsi di statistiche perché non ha più la forza di stare per la strada, potrebbe essere la fine. Ma lui
non si rassegna all’idea che per fare pulizia siano giustificate certe scorciatoie. Le stesse che qualcuno va predicando per la Germania. Cercare la verità è la sua ossessione. Analizzare il delitto con rigorosa
mentalità scientifica. Meccanica, movente, tempo. Distribuzione delle macchie di sangue, punti d’impatto delle pallottole, posizione dell’arma e dei bossoli. Disegni, schemi, numeri. Guardare ogni cosa senza fissarsi su nulla, lasciare che tutto gli entri in testa come se i suoi occhi fossero una macchina da presa. È questo il suo metodo. E il suo segreto.

EBOOK DISPONIBILE

Popularity: 7% [?]

Posted in Giallo (serie regolare) | commenti 4 Comments »

Il Giallo Mondadori Oro 8: La legge di Mike Hammer

luglio 2nd, 2018

COP_8.spillane-collins_la_legge_di_mike_hammer_cm_cover

Mickey Spillane / Max Allan Collins

La legge di Mike Hammer

Numero : 8

Luglio 2018

Un tossico da quattro soldi con un posto riservato sulla sedia elettrica per un omicidio di primo grado. Strano, perché è uno talmente stupido da non essere capace nemmeno di concepirlo, un omicidio di primo grado. Magari è stato incastrato? Anche un Signor Nessuno ha diritto a un briciolo di giustizia, e Mike vuole vederci chiaro. Ma per fare il detective privato devi essere vivo e ultimamente da questo punto di vista non va tanto bene. Prima quella rissa alla fermata della metropolitana, quando per poco non l’hanno spedito sui binari, poi quell’auto nella notte che l’ha mancato per un soffio. Ah, e poi c’è stato quel finto rapinatore che ha tentato di accoltellarlo. Mike gli ha spezzato il braccio, ma resta il fatto che qualcuno l’ha preso di mira. E scoprire che un serial killer appena giustiziato se ne va a spasso per le strade come un fantasma non aiuta il suo equilibrio mentale. Già, a New York succedono un sacco di cose brutte. Per fortuna ci pensa lui a metterci una pezza, insieme a una splendida brunetta come Velda, la sua socia e segretaria tutta curve. La vita fa un po’ meno schifo, in questa dannata fogna, fi nché in giro c’è Mike Hammer.

Mickey Spillane (1918-2006), statunitense, inizia a collaborare a riviste di narrativa nel 1935 e negli anni Quaranta diviene sceneggiatore di fumetti. Passato al giallo, raggiunge in breve un immenso successo portando all’estremo elementi dell’hard boiled quali la violenza, il sesso e il disprezzo delle regole. Nel 1983 riceve il Private Eye Writers of America per la carriera. L’investigatore Mike Hammer è il suo personaggio simbolo.

Max Allan Collins (1948), statunitense, è considerato “l’uomo del Rinascimento del mystery” per l’ecletticità della sua produzione, che gli è valsa premi e riconoscimenti prestigiosi. Dagli anni Ottanta collabora con Spillane a diversi progetti. Alla morte dello scrittore ne raccoglie l’eredità letteraria, dedicandosi a completare le storie rimaste incompiute.

EBOOK DISPONIBILE

Popularity: 6% [?]

Posted in Giallo oro | commenti 2 Comments »

Premio Alberto Tedeschi Edizione 2018

giugno 13th, 2018

Popularity: 10% [?]

Posted in Concorsi e Premi | commenti 2 Comments »

Il Giallo Mondadori Sherlock 46: Sherlock Holmes; Il messaggero di Hitler

giugno 3rd, 2018

Per Sherlock Holmes e il dottor Watson molte cose sono cambiate con il passare degli anni. All’inizio del 1937 non abitano più al 221B di Baker Street, né possono più godere della compagnia di Mycroft, dell’ispettore Lestrade, della signora Hudson. Sono due anziani gentiluomini di campagna, ritiratisi a vita privata nel Sussex. Altre persone sono entrate a far parte della loro cerchia: come il maggiore Steiner e sua moglie che, giunti in Inghilterra dalla Germania nazista, si occupano delle incombenze domestiche; o come il giovane Richard Green, la cui acuta intelligenza e il cui interesse per le scienze lo hanno reso quasi un discepolo di Holmes. Ma il suicidio del ragazzo, sconvolgente quanto inspiegabile, spezza il placido equilibrio della comunità. È tempo allora di rivestire i panni, mai realmente dismessi, dell’impareggiabile investigatore e del suo fidato compagno d’avventure. In un mondo sull’orlo della catastrofe, tra spie e complotti, dirigibili e armi chimiche, qualsia si fatto può celare risvolti insospettabili e indagare è un dovere morale anche per amor di patria. Di fronte alle avvisaglie di una follia collettiva che metterà l’Europa a ferro e fuoco, il paladino della ragione non può che schierarsi in prima linea.

EBOOK DISPONIBILE

Popularity: 12% [?]

Posted in Sherlock | commenti 2 Comments »

Il Giallo Mondadori 3168: Il fiume della vendetta

giugno 3rd, 2018

Londra, 1869. Una sagoma informe giace sotto una tela di sacco lungo un molo del Tamigi, nel gelido vento di novembre. È il cadavere di un uomo di mezza età, in abiti da lavoro ma con mani troppo ben curate, da artista. E con un foro di proiettile nella schiena. Un barcaiolo l’ha trovato incagliato in un ammasso di corda e legno marcio. Il viso non è sfigurato, il corpo non ancora intaccato dall’azion e dell’acqua: segno che è rimasto immerso solo per qualche ora. A quanto pare la vittima è un falsario, uno dei più abili nel riprodurre banconote, lettere, documenti. Condannato per una frode doganale, era evaso poco prima. Qualcuno l’ha fatto scappare al solo scopo di ucciderlo, forse per un regolamento di conti o per la spartizione di un bottino, o magari per metterlo a tacere per sempre. Ipotesi tutte verosimili eppure insoddisfacenti agli occhi di William Monk, comandante della polizia fluviale. Dietro le quinte si aggira un nemico mosso da un odio implacabile al quale lui non sa dare una spiegazione. La verità si nasconde forse nel suo stesso passato, inafferrabile oltre le nebbie dell’oblio. Allora, quando vengono meno i punti di riferimento, l’unica stella polare da cui lasciarsi guidare è il proprio istinto.

EBOOK DISPONIBILE

Popularity: 14% [?]

Posted in Giallo (serie regolare) | commenti 4 Comments »

Classici de Il Giallo Mondadori 1409: L’impronta dell’assassino

giugno 3rd, 2018


Conseguenze nefaste possono derivare da un gesto impulsivo come lanciare un paio di scarpe dalla finestra per zittire dei gatti rumorosi: Tom Quinn se ne accorgerà quando le impronte di quelle scarpe saranno rilevate sulla scena di un delitto. Invece il signor Stapp, ossessionato dal proposito di uccidere la moglie con un’ingegnosa trappola esplosiva, vedrà il piano omicida ritorcersi ai danni del suo stesso ideatore. E che dire di Brains Donleavy, il cui alibi perfetto non lo proteggerà dai beffardi capricci della sorte? Quinn il contabile, Stapp l’orologiaio, Donleavy il gangster e altri ancora scopriranno, nei loro appuntamenti in nero con un destino in vena di atroce ironia, che in questa nostra piccola vita senza speranza niente va mai come dovrebbe. Ogni cosa si rivolta contro di noi, fino all’ineluttabile conclusione.

Cornell Woolrich (1903-1968) è uno dei grandissimi del giallo americano. Nei romanzi e racconti scritti nel corso di un’esistenza travagliata, vivendo per anni rinchiuso negli alberghi di Manhattan, ha saputo come nessun altro innestare sui meccanismi del suspense il senso di solitudine dell’individuo in balia di un mondo spietato e incomprensibile, la disperazione per l’amore frustrato, l’angoscia e il puro terrore, che rappresentano la sua cifra inconfondibile. Si è firmato anche con lo pseudonimo di William Irish.

All’interno, il racconto “Amaranto e Porpora” di Salvatore Lecce e Cataldo Cazzato.

EBOOK DISPONIBILE

Popularity: 16% [?]

Posted in I Classici del Giallo | commenti 8 Comments »

« Previous Entries