Classici Oro 13: Augusto De Angelis, “Il canotto insanguinato”

giugno 30th, 2023 by Redazione
Augusto De Angelis, “Il canotto insanguinato”, Classici Oro n. 13, luglio 2023

Augusto De Angelis, “Il canotto insanguinato”, Classici Oro n. 13, luglio 2023

Augusto De Angelis, “Il canotto insanguinato”, Classici Oro n. 13, luglio 2023 

 

Sette ore di interrogatorio sono spossanti persino per chi lo conduce. L’aria inizia a mancare nella squallida stanzetta, eppure quello che è sul punto di crollare, tra i due, è lui: il commissario De Vincenzi.

“Perché l’avete uccisa?” è la domanda con cui continua a martellare il sospettato, Ivan Kiergine, un medico russo originario della Siberia Occidentale con una grossa cicatrice dietro al collo, un fisico asciutto, e… occhi e il cuore di ghiaccio.

È lui il principale sospettato per l’omicidio di Paulette Garat, la donna arrivata con lui all’Hotel Europa, a San Remo, e con cui ogni giorno durante la loro permanenza prendeva il largo in mare a bordo di un canotto.

Fino al fatidico 2 giugno, quando la donna era uscita al mattino insieme al suo amante… e non aveva più fatto ritorno.

Un testimone ha avvistato il canotto vuoto… e pieno di sangue. Il ritrovamento di un impermeabile da donna, una borsetta di coccodrillo e un ombrellino ha completato il quadro, insieme alla repentina fuga di Ivan, partito col primo treno.

Il medico continua a sostenere di non averla uccisa, e che anzi, è certo che la donna sia viva.

Sarà il ritrovamento di un cadavere a rimescolare le carte in tavola. Ma non sarà quello che De Vincenzi si aspettava…

 

Augusto De Angelis (1888-1944), scrittore, giornalista e autore teatrale perseguitato dal regime fascista, è considerato il padre nobile del giallo all’italiana. Da appassionato cultore di questo genere letterario, ha anche curato una collana dedicata alla narrativa poliziesca. Il commissario De Vincenzi è il suo personaggio più noto, protagonista di quindici romanzi ambientati nella Milano degli anni Trenta.

 

Buona lettura!

 

EBOOK DISPONIBILE A LUGLIO

Popularity: 32% [?]

Posted in Classici oro, Ebook

30 Responses

  1. Gabriele

    @Redazione quali saranno le uscite di luglio?

  2. ANTONIO FIORE

    @Gabriele Le uscite di luglio sono state già rese note: Agatha Christie nei classici, Anne Perry nella serie regolare… io chiederei a proposito delle uscite di agosto

  3. Redazione

    Ciao @Gabriele,
    puoi trovare tutte le uscite di luglio annunciate singolarmente qui sul blog. I titoli sono:
    – “Morte a doppio taglio” di Anne Perry per Il Giallo Mondadori;
    – “L’assassinio di Roger Ackroyd” di Agatha Christie per I Classici del Giallo;
    – “Il canotto insanguinato” di Augusto De Angelis per i Classici Oro;
    – “Il secondo modo di fare le cose” di Roberto Zannini per Il Giallo Mondadori Oro (romanzo vincitore del Premio Tedeschi);
    – “Sherlock Holmes. Il teatro dei veleni” di Roger Riccard per Giallo Mondadori Sherlock.

    @Antonio Fiore,
    le uscite di agosto in previsione sono:
    – “La serra” di Ruth Rendell per il Giallo Mondadori;
    – “I due ritratti” di Reginald Hill per I Classici del Giallo;
    – “Doveva essere un mondo migliore” di Gaetano Garofalo per il Giallo Mondadori Extra;
    – e l’antologia “Uno studio a sei zampe e altre storie” di AAVV per Il Giallo Mondadori Sherlock.

  4. ANTONIO FIORE

    grazie!

  5. Giuseppe Sparacino

    Grazie

  6. Rita

    Gentile redazione,quale è il titolo originale del romanzo della Rendell? Grazie.

  7. Redazione

    Ciao @Rita,
    il titolo originale dei “Due ritratti” di Reginald Hill è “Pictures of Perfection
    “. Daremo altre informazioni a fine luglio, nelle anticipazioni per agosto.
    Buona giornata e buona lettura!

  8. Jack

    @Rita: credo che la Redazione abbia fatto un po’ di confusione.

    Infatti “Tigerlily’s Orchids” dovrebbe essere il titolo originale del romanzo di Ruth Rendell: credo che si tratti di un inedito del 2910 e non vi compare l’ispettore Wexford: tutto ha inizio con la decisione del protagonista di dare un memorabile ricevimento …
    l titolo originale de “I due ritratti” di Reginald Hill invece è “Pictures of perfection”: è un romanzo datato 1994 e apparso sul GM nel 1995

  9. Jack

    Scusate: ho dimenticato di indicare la mia fonte: è il sito Fantastic Fiction

  10. Redazione

    @Rita, @Jack,
    chiediamo venia, nel commento precedente è stato riportato per errore il titolo di “La serra” di Ruth Rendell, mentre il titolo originale dei “Due ritratti” è Pictures of Perfection.
    Buo pomeriggio, e grazie Jack per la segnalazione.

  11. Rita

    Grazie,Jack, ma avevo capito, anche perché quello di Hill l’avevo comprato nel lontano, ahimé,2995 b.C. ossia before Christie (Agatha) ?

  12. Rusty

    Non conosco Hill, chi mi può dare qualche informazione? Merita l’acquisto?

  13. Rusty

    Farò un pensierino al De Angelis, nel frattempo. Christie no: letto e riletto.

  14. Gneo

    ‘I due ritratti’ è un romanzo che col giallo ha poco da spartire.
    È inferiore come qualità a ‘Troppi suicidi’, pubblicato da poco.
    Tra l’altro ha per protagonista uno dei personaggi più antipatici della letteratura poliziesca.

  15. Rita

    Beh,redazione,non si può dire che il commento di Gneo,col quale concordo con altre motivazioni, sia off topic. Penso dovreste apprezzare di più i molti di noi,che pur non essendo sul pezzo,spingono in altri modi le vendite del nostro caro Giallo Mondadori. Buona giornata a tutti

  16. Redazione

    Ciao @Rita,
    Segnalazioni e commenti sono sempre bene accetti, tuttavia la policy del blog richiede di non andare off topic rispetto al tema dell’articolo, in modo da mantenere il focus e non creare confusione.
    Inoltre i pareri personali, per essere utili agli altri lettori, dovrebbero sempre essere espressi appunto come pareri “personali”, non assoluti, oltre a essere adeguatamente motivati.
    In questo modo si contribuisce a mantenere un clima positivo per il benessere del blog e della collana.
    Buona giornata!

  17. Rita

    Qui di seguito le mie motivazioni, altrimenti il mio commento risulta monco.
    Caro Rusty,rileggendo i tuoi post, mi sembra che apprezzi ancora il giallo classico,mentre già altre volte ho detto che,data la mia veneranda età, l’ho già abbondantemente frequentato e assimilato e ora tendo a provare cose nuove.
    Bene,qui l’atmosfera c’è tutta: campagna inglese, manieri più o meno decadenti, canonica,pub e via dicendo ma la deduzione, che giustamente apprezzi,latita. Questo è il mio personalissimo parere. Buone letture!

  18. Rusty

    Grazie Rita, in realtà le mie letture poliziesche sono assai varie: vado da James Ellroy (un genio assoluto) a John Dickson Carr. Il buon vecchio giallo deduttivo però mi rilassa e lo frequento ben volentieri, viaggiando nella campagna inglese in compagnia di investigatori che si muovono in treno e in bicicletta (!) e che si concedono volentieri una pinta al pub.

  19. luna

    Quando pubblicherete La Gondola della Morte del geniale Augusto De Angelis?

  20. ophiucus75

    Uh, un inedito di Rendell mi ispira sempre, ottima scelta. Mi spiace che le uscite un po’ ravvicinate possano aver scontentato qualcuno, e onestamente la serie di Wexford non mi fa impazzire, ma i thriller psicologici senza personaggio fisso sono eccellenti, ai livelli dei migliori Boileau-Narcejac. “Il volto del peccato”, “Paura di uccidere”, “La morte non sa leggere”, “La morte mi ama” formano un filotto incredibile che mi piacerebbe fosse ristampato in un bel volumone. Anche i due volumi di racconti, da troppo tempo solo reperibili nell’usato. Buona estate.

  21. Fabrizio

    @ophiucus :interessante suggerimento i Rendell senza Wexford ,sai per caso come sono quelli scritti
    con lo pseudonimo Barbara Vine?

  22. Rita

    Ciao,Fabrizio. Se posso,ti do il mio parere personale sui tre romanzi che la Mondadori ha pubblicato della Rendell, peraltro col suo nome e non con l’alias Barbara Vine e cioè
    I giorni di Asta Westerby GM 2530
    La notte dei due uomini GM 2583
    La villa dei ricordi cattivi GM 2682
    Premettendo che la Rendell non mi fa impazzire, perché in qualche suo libro
    non l’ho trovata all’altezza,discontinua come se ricorresse ad un ghostwriter, in questi tre,ponderosi(parliamo di quattrocento/cinquecento pagine) mi è piaciuta.Hanno una forma diaristica, intimista, introspettiva e per chi ama il genere (secondo me giallo non è la catasta di morti ma quel filo d’ansia che ti tiene incollato alle pagine)costituiscono una lettura piacevole. Buon fine settimana

  23. Fabrizio

    @rita grazie ,strano che mondadori non l’abbia pubblicati con lo pseudonimo

  24. Claudio

    Buongiorno. Oggi a Catania Augusto De Angelis il canotto insanguinato non è arrivato, chiedo alla redazione un favore lo pago direttamente , girare come una trottola con questo caldo 40 gradi è una pazzia. I pomeriggi l’edicola sono chiuse, perché non c’è nessuno ,preferiscono chiudere o andare in ferie. Mi potete dire come avere questo giallo all’edicola? Lincoln è aperta? Grazie

  25. Redazione

    Ciao @Claudio,
    ci spiace per il disagio, purtroppo la distribuzione non dipende direttamente da noi, e può variare da zona a zona.
    Volendo, è possibile segnalare il problema scrivendo a giallomondadori@mondadori.it e specificando città e via in cui si trova l’edicola, in modo da poter procedere con una segnalazione specifica alla distribuzione al riguardo.
    Buona giornata!

  26. Jack

    @Fabrizio: vorrei solo aggiungere qualcosa all’intervento di Rita, interessante come sempre: con lo pseudonimo di Barbara Vine
    la Rendell ha scritto una quindicina di romanzi che sono stati genericamente definiti “psychological suspence”:tempo addietro lessi “Il tappeto di re Salomone” che però a stento riuscii a finire (e lo dice uno che ha ammirato ed ammira l’arte della scrittrice inglese, sia quando scrive gialli più tradizionali- vedi la serie con Wexford- sia quando esplora le psicologie di potenziali assassini come ad esempio in “Paura di uccidere”)
    Infine una curiosità attinta alla biografia della scrittrice: nel 1975 Ruth R. divorzia dal marito Donald dopo
    25 anni di matrimonio, ma poi i due si risposano nel 1977.
    Analoga cosa era già accaduta alla famosa scrittrice americana Mignon G. Eberhart, che dopo un breve divorzio si era risposata col suo Alan (della serie: prima ti sposo, poi ti lascio e dopo ti sposo di nuovo)

  27. Fabrizio

    Grazie ,la Rendell non la conosco affatto ,mi avvicinerò con circospezione

  28. Fabrizio2

    Alla Rendell preferisco la James quando non addirittura la George, ma come segnala Rita La notte dei due uomini é notevolissimo

  29. rinaldo

    Salve, è la prima volta che compro un libro dei Gialli Mondadori. Ho acquistato in edicola “Il canotto insanguinato” di Augusto De Angelis, Classici Oro n. 13, luglio 2023. Volevo sapere quando uscirà il numero 14 e con quale cadenza escono visto che questo volume è uscito come supplemento a Agatha Christie, “L’assassinio di Roger Ackroyd”, I Classici del Giallo n. 1470, luglio 2023
    Grazie

  30. Redazione

    Ciao @rinaldo,
    Il Giallo Mondadori Extra solitamente è un’uscita supplementare estiva.
    Buona giornata e buona lettura!

Leave a Comment

Please note: Comment moderation is enabled and may delay your comment. There is no need to resubmit your comment.

Spam protection by WP Captcha-Free