Classici del Giallo 1455: Elizabeth Gill, “Una strana vacanza”

marzo 29th, 2022 by Redazione

“Una strana vacanza”, Elizabeth Gill, I Classici del Giallo n. 1455, aprile 2022

“Una strana vacanza”, Elizabeth Gill, I Classici del Giallo n. 1455, aprile 2022

“Una strana vacanza”, Elizabeth Gill, I Classici del Giallo n. 1455, aprile 2022

 

Paul Ashby non vede l’ora di gustarsi la sua vacanza: un viaggio verso le spiagge baciate dal sole del Sud della Francia, dove non è mai stato prima.

Il giovane avvocato londinese in realtà non è mai uscito prima dall’Inghilterra. E forse, alla luce dei risvolti futuri… sarebbe stato meglio se fosse rimasto in patria!

Sul treno, infatti, Paul si imbatte in un uomo colto da un malore, e mosso a pietà accetta da lui una strana missione: quella di ritrovare il figlio, con cui ha sempre avuto un rapporto turbolento e con cui di recente ha perso del tutto i contatti.

Arrivato a Sant-Antoine, Paul rimane folgorato dal vivace ambiente artistico, reso ancora più intrigante dalla bellissima Adelaide Moon, oltre che da personaggi bizzarri come il playboy argentino Hernandez de Najera e l’eccentrico pittore Benvenuto Brown.

Ma le sorprese non sono finite: un detective di Scotland Yard è sul posto, in cerca di un famigerato ladro di gioielli che potrebbe anche essersi macchiato le mani di sangue.

Un doppio crimine è infatti avvenuto tempo prima al Bishop’s Hotel di Londra: una ricca ospite argentina è stata trovata morta, strangolata nel letto, e nello stesso corridoio una preziosa collezione di gioielli è scomparsa nel nulla.

E tutto sembra collegare il fattaccio al ragazzo scomparso, il quale aveva pranzato con la donna assassinata poco prima della sua dipartita.

Per fortuna, a dare manforte al giovane avvocato nella sua ricerca ci pensa Benvenuto Brown, pittore di professione e investigatore per diletto.

Così, quella che doveva essere una tranquilla vacanza si trasforma in un’avventura tra spiagge esotiche  e i vicoli oscuri di Marsiglia, sulle tracce di un intricato mistero.


Elizabeth Gill (1901-1934), giallista britannica. Appartenente a una famiglia di intellettuali e artisti, pubblica tra la fine degli anni Venti e l’inizio del decennio successivo i tre romanzi che la segnalano come una promessa della narrativa poliziesca, prima della morte avvenuta precocemente a seguito di un intervento chirurgico. Protagonista ricorrente delle sue storie, il pittore e detective dilettante Benvenuto Brown.

 

E all’interno, per I racconti del giallo, il racconto “Zafferano bastardo” di Paolo Botti, vincitore del premio I Sapori del Giallo 2021. Ecco cosa ci racconta l’autore:

Dopo avere suscitato l’interesse di Hermann Göring, un dipinto del Vermeer subirà varie peripezie e finirà con l’essere rubato nella Milano nebbiosa di fine anni 80. Ai ladri, però, toccherà una grama sorte, e il commissario Carlo Bulleri, detto Bull, si occuperà delle indagini riuscendo a venirne a capo solo trent’anni più tardi. A fare da sfondo alla vicenda oltre a Milano, il parmense con le sue tradizioni culinarie.
Lo “zafferano bastardo” del titolo è una pianta autunnale, velenosa quanto letale che spesso è confusa con lo zafferano spontaneo. Purtroppo, più persone sono davvero morte per averlo ingerito e proprio da uno di questi episodi trae idea il racconto. Una vicenda di stampo classico, con sfumature thriller che in ossequio alla migliore tradizione “gialla” gioca a carte scoperte col lettore sfidandolo a risolvere il mistero prima del protagonista. Il commissario Bull, massiccio, scorbutico e goloso è presente in alcuni altri racconti e in un romanzo in fase di realizzo.

 

Buona lettura!

 

EBOOK DISPONIBILE AD APRILE

Popularity: 27% [?]

Posted in Ebook, I Classici del Giallo

9 Responses

  1. Josh Principe

    Sono piacevolmente colpito dalla scelta della pubblicazione di questo giallo di un’autrice della golden age da me non conosciuta……….mi sembra promettente e lo comprerò senz’altro. Basta con i soliti Sherlock Holmes!!!!

  2. Matteo

    In genere le “riscoperte” mi lasciano un po’ diffidente.
    Se qualcuno ne sa di più è il benvenuto!

  3. adriana monticelli

    Di questa autrice le Edizioni Le Assassine hanno pubblicato nel 2021
    CRIMINI DI PRIMA CLASSE un mistery classico.
    Ringrazio la Redazione di darci l’opportunità di leggere altri suoi lavori !
    Troppi sono gli autori della Golden Age ancora sconosciuti !!

  4. Giordano

    Gentile redazione,
    Da appassionato pluriennale della Vs casa editrice, avrei piacere a consigliare (per lo meno per i classici) copertine che richiamino maggiormente l’animo vintage che il concept stesso dei classici dovrebbe proporre.
    Plaudo al buon cartonato e al font leggibilissimo delle Vs brossure; a mio avviso però, una copertina meno “jpeg” potrebbe performare meglio in chi vuole acquistare i Classici proprio per collezionarli.
    Buon lavoro e saluti ai tanti amici.

  5. Redazione

    Cari lettori,
    vi ringraziamo per i suggerimenti.
    Buona giornata!

  6. Matteo

    Una domanda: questo romanzo è del 1927 (come trovo scritto su alcune fonti web italiane) o del 1931 (come sostengono invece siti inglesi e come risulta dal catalogo della British Library)? grazie

  7. Francesco

    Buongiorno. Avrei una domanda per la Redazione: avete in programma di pubblicare anche il secondo romanzo di Elizabeth Gill (What Dread Hand?)? Con l’occasione ringrazio @adriana per aver segnalato l’uscita del terzo nonché ultimo volume presso un’altra casa editrice (che tra l’altro non conoscevo e ho avuto così il piacere di scoprire!). Un saluto a tutti.

  8. Redazione

    Ciao @Francesco,
    Elizabeth Gill è sicuramente un’autrice nel nostro “mirino”. Stiamo trattando acquisizioni importanti che speriamo di poter annunciare presto.
    Buona giornata!

  9. Gneo

    Non male. Non un capolavoro ma si lascia leggere.

Leave a Comment

Please note: Comment moderation is enabled and may delay your comment. There is no need to resubmit your comment.

Spam protection by WP Captcha-Free