Classici del Giallo 1447, James Hadley Chase, “Incendio a bordo”

luglio 29th, 2021 by Redazione
James Hadley Chase, “Incendio a bordo”, I Classici del Giallo n. 1447, agosto 2021

James Hadley Chase, “Incendio a bordo”, I Classici del Giallo n. 1447, agosto 2021

James Hadley Chase, “Incendio a bordo”, I Classici del Giallo n. 1447, agosto 2021

 

Chi non ha mai desiderato ricevere una lettera da una giovane ereditiera?

In un’afosa giornata d’estate, l’investigatore privato Vic Malloy scopre una missiva dimenticata da più di un anno nella tasca del suo impermeabile.

A scrivergli era stata la milionaria Janet Crosby, che lo pregava di rintracciare una persona che stava ricattando sua sorella.

Peccato che mandare quella lettera sia l’ultima cosa che la giovane abbia fatto prima di fare una brutta fine.

Ben presto, infatti, Malloy scopre che Janet è morta in circostanze poco chiare, lasciando una grossa somma in eredità proprio alla sorella Maureen.

Che cosa è successo a Janet Crosby? E nel caso si sia trattato di omicidio, chi avrebbe avuto motivo di farla fuori?

Malloy inizia a indagare sul caso, anche se decisamente fuori tempo. D’altronde, non può certo correre il rischio di lasciare libero un assassino, per di più ormai convinto di averla fatta franca.

A seguito delle indagini, Malloy scoprirà che la tragica scomparsa di Janet Crosby è solo il primo di una serie di omicidi che ora sta a lui interrompere… prima di rientrare lui stesso nella lista delle vittime!

 


James Hadley Chase è lo pseudonimo di René Brabazon Raymond (1906-1985), autore britannico di gialli e noir. Con un passato da venditore di libri porta a porta, Chase esordisce come scrittore con il romanzo “Niente orchidee per Miss Blandish”, accolto da immediato successo. Nella sua ricca produzione narrativa, Chase ha descritto con ritmo incalzante e stile incisivo un mondo pieno di violenza e di pessimismo, popolato da personaggi ambigui e complessi. Si è firmato con molti altri pseudonimi, fra cui quelli di Raymond Marshall, Ambrose Grant e James L. Docherty.

 

E all’interno, il racconto “Le pietre sanno aspettare” di Giorgio Lupo. Ecco cosa ci racconta l’autore:

“Quale mistero si può nascondersi tra i manufatti e le leggende della Magna Grecia? Il commissario Placido Tellurico, al suo esordio sul Giallo Mondadori con il racconto Le pietre sanno aspettare, sarà costretto a scoprirlo durante una ‘tranquilla’ gita al museo di Himera. Nel racconto conoscerete anche alcuni personaggi secondari che compongono parte del mondo di Placido: ‘l’inutilmente colto’ ispettore Lo Presti e Cicca Pascoletti, l’ottuagenaria che crede di poter scampare alla morte camminando più veloce di lei. Spero che facciate amicizia con tutti.”

 

Buona lettura!

 

EBOOK DISPONIBILE AD AGOSTO

Popularity: 25% [?]

Posted in Ebook, I Classici del Giallo

3 Responses

  1. docgas76

    In due mesi due bei colpi: Woolrich e Chase. Ringrazio infinitamente la redazione, con la speranza di non dover aspettare tanto per poter leggere altri loro romanzi.

  2. Ruggero Ghiselli

    Un Chase d’annata che ci fa riscoprire, con echi chandleriani, l’investigatore privato Vic Malloy. Furono tre i romanzi dedicatigli, spero che anche gli altri siano in corso di ristampa.
    Un cordiale saluto e buon lavoro.

  3. Stefano

    Classico hard boiled, carino, scorrevole, ma nient’affatto memorabile. Non scomodiamo Chandler…

Leave a Comment

Please note: Comment moderation is enabled and may delay your comment. There is no need to resubmit your comment.

Spam protection by WP Captcha-Free