Gli Speciali del Giallo 98: Perdue, Woolrich, Wallace , “L’identità perduta”

giugno 30th, 2021 by Redazione
Virginia Perdue, Cornell Woolrich, Edgar Wallace, “L'identità perduta”, Gli Speciali del Giallo n. 98, luglio 2021

Virginia Perdue, Cornell Woolrich, Edgar Wallace, “L’identità perduta”, Gli Speciali del Giallo n. 98, luglio 2021

Virginia Perdue, Cornell Woolrich, Edgar Wallace, “L’identità perduta”, Gli Speciali del Giallo n. 98, luglio 2021

 

Cosa c’è di peggio che svegliarsi in un luogo sconosciuto e non ricordare nulla, neppure il proprio nome?

O aprire gli occhi e ritrovarsi a casa un perfetto estraneo, il proprio passato ridotto a flash di ricordi privi di senso, accenni di ombre oltre la pesante cortina di nebbia dell’amnesia.

Quando poi c’è un crimine di mezzo, la faccenda si complica ancora di più.

Le tre storie che troverete nello speciale a cura di Mauro Boncompagni rappresentano tre passi nell’oblio, due romanzi e un racconto segnati da un doppio mistero: quello relativo all’omicidio… e quello riguardante l’identità dei protagonisti.

Nel primo romanzo, “L’ombra inafferrabile” (Alarum and Excursion), ultima opera di Virginia Perdue, Nichola Matheny si risveglia in un letto di ospedale psichiatrico reduce da un’operazione alla testa, senza nessuna idea di chi sia e di come sia finito in un posto simile. Il romanzo, ricco di colpi di scena, è considerato tra i cinquanta migliori polizieschi apparsi nel mondo anglosassone nella prima metà del Novecento.

Nel secondo romanzo, “Incubo” (Nightmare) di Cornell Woolrich, il giovane Vincent Hardy si risveglia in una squallida camera di motel dopo l’orrendo incubo in cui uccideva un uomo in una stanza ottagonale rivestita di specchi. Dissipato l’incubo, tuttavia, le tracce dell’omicidio gli rimangono davvero addosso: un graffio, dei lividi sul collo, una chiave dalla forma bizzarra. E così il protagonista sarà costretto a indagare su un probabile assassino: se stesso.

E dulcis in fundo

… in conclusione dello speciale troviamo “Le strane amnesie di Larry Loman” (The Strange Lapses of Larry Loman) di Edgar Wallace, la storia di Larry Loman, un detective affetto da una malattia che gli causa amnesie temporanee – sintomo che non gli rende certo facile lavorare –, si ritrova ad affrontare una banda di criminali capeggiata da un uomo misterioso.

 

Prefazione di Mauro Boncompagni.

 

Buona lettura!

 

EBOOK DISPONIBILE A LUGLIO

Popularity: 28% [?]

Posted in Ebook, Gli speciali

2 Responses

  1. Ophiucus1975

    Solo una piccola precisazione, “Nightmare” di Woolrich non è propriamente un romanzo ma un racconto lungo, o romanzo breve o novelette, detto questo, per chi non l’avesse letto, varrebbe da solo l’acquisto, è un geniale noir barocco fortemente consigliato ad amanti delle atmosfere alla Lynch.

  2. Fabio Lotti

    Un libro da non perdere. Mia sintetica recensione qui https://www.sherlockmagazine.it/8756/l-identita-perduta

Leave a Comment

Please note: Comment moderation is enabled and may delay your comment. There is no need to resubmit your comment.

Spam protection by WP Captcha-Free