Gli Speciali de Il Giallo Mondadori 87: Delitti d’oltralpe

settembre 2nd, 2018 by Moderatore

COP_87.aavv_delitti_d_oltralpe2_cover

Gaston Leroux Maurice Renard; Maurice LeBlanc

Delitti d’oltralpe

Gli Speciali de Il Giallo Mondadori 87

Settembre 2018

 

GASTON LEROUX, Arrestate Rouletabille
Un’intricata vicenda di tradimenti, reali o presunti, avvelena la vita di due coppie. Finché sospetti e infingimenti sfociano in un duplice omicidio. Purtroppo colui che potrebbe risolvere il caso, il giorna lista
detective Joseph Rouletabille, è anche il principale indiziato in quanto parte in causa. Una ragione di più per smascherare il vero colpevole a qualsiasi costo.

MAURICE RENARD, Le mani d’Orlac

Il pianista Stéphen Orlac sopravvive miracolosamente a un incidente ferroviario, e l’intervento di un celebre chirurgo gli conserva l’uso delle mani. Ma questo che appare come un secondo miracolo assume
presto i tratti dell’incubo. Perché le sue mani, quasi animate da una volontà propria, non sembrano più appartenere a un artista. Sembrano quelle di un assassino.

MAURICE LEBLANC, Edith dal Collo di Cigno

Rubare una preziosa collezione di arazzi da un edificio protetto come una fortezza inviolabile non è un’impresa alla portata di un ladro comune. Ma Arsène Lupin è un fuoriclasse, e non esiste sistema
d’allarme in grado di resistergli. Questa volta saprà perfino superarsi, giocando con magistrale scaltrezza le sue mosse nell’eterna partita a scacchi contro le forze di polizia.

 

EBOOK DISPONIBILE

Popularity: 22% [?]

Posted in Gli speciali

10 Responses

  1. FABRIZZI GUIDO

    In edicola (se lo trovate) in questi giorni. Premetto che non l’ho preso e non lo prenderò. Mi sembra, ancora una volta, un’occasione persa da parte della Mondadori. Ma come, per una volta che buttano l’occhio sul giallo d’oltralpe, che ci propinano: Rouletabille e Arsène Lupin! Ma per favore! Con tanti autori francofoni da pubblicare da anni introvabili….(Steeman, Decrest, Boileau, Very ecc.) sono andati a rispolverare il feuilleton!

  2. Matteo

    Perfettamente d’ accordo, personalmente avrei voluto finalmente leggere qualche ristampa di Halter o di Aveline o Steeman e invece… Lupin che non mi sembra neanche molto in tema con questa collana.

  3. john

    Ad occhi chiusi, scommetto: traduzioni di 70 o 85 anni fa. Nella migliore tradizione

  4. ophiucus75

    Mah… in buona parte il giudizio del sig. Fabrizzi è ampiamente condivisibile, personalmente mi interessa solo il Renard che non conosco (ma credo viri sull’horror-thriller), certo ci sarebbero autori molto più interessanti da riproporre, ma noi ragioniamo sempre sui “desiderata” senza conoscere le richieste economiche e le possibilità d’investimento. Si poteva anche solo ristampare qualcuno dei primi Halter se Steeman costa troppo, certo che l’ultimo Boileau presentato pochi anni fa era proprio bello e meriterebbe, se il livello è il medesimo, di essere riproposto con altri inediti.

  5. matteo

    secondo me questa parentesi feuilletonistica ci sta alla grande, come apprezzo i rari viraggi al noir della collana. non per buttarla sempre sul relativismo, però alla fine si finisce lì in fondo. io il volume l’ho preso, gli autori mi piacciono, vediamo se merita…

  6. Carlo

    Concordo totalmente con Fabrizzi e tutti gli altri ; ulteriore occasione persa per pubblicare autori transalpini ben piu’ validi e ricercati dai lettori (vedi quelli citati). Aggiungo ; la serie degli apocrifi “sherlockiani” continuera’ all’infinito a discapito di altro ben piu’ interessante?

  7. Pietro

    IO non comprendo come andando di questo passo, non abbiano già chiuso le collane.
    Vorrei capire quanto guadagnino o meglio quanto perdano, continuando a proporre cose del passato ,che poi sono quelle che la gente acquista, il cui unico motivo per cui vengono proposte, è che siano libere da diritti.
    Questo è un caso emblematico: tutti gli autori sono liberi da diritti. Anni fa ci fu una casa editrice addirittura che proponeva i romanzi di Lupin in una veste editoriale nuova, ma con contenuti stravecchi. Quanto volete che abbia venduto (e la collana è stata sospesa)? Immagino che facciano più soldi quelli della Newton Compton che almeno propongono quei Mammuth di 1200 pagine, ma a prezzi stracciati.
    Qui lo Speciale non costa poi molto, ma la scelta è stata assassina. E mi dispiace pure per Mauro che l’ha curata: ma che cavolo, Mauro, una volta che proponete una cosa del genere, curatela meglio! Arrestate Routebille è di qualche anno fa, tradotto splendidamente da Igor, Ok. Ma..non sarebbe stato meglio che proporre un romanzo pubblicato 8-9 anni fa, non so..Le parfum de la dame en noir? Un capolavoro assoluto di Leroux, forse anche più denso di CAMERA GIALLA ? E vuoi proporre Renard..OK..ma allora perchè non proporre Il gentiluomo apache pubblicato da Mondadori come La torre di re Giovanni? Tanto erano libri Pagotto (tradotti da Albani, sono solo Pagotto, della fine degli anni 40), tanto valeva mettere qualcosa che avesse un filo col resto. Un romanzo di detection (il primo), un romanzo che è un thriller-horror anteguerra (il secondo), e poi dulcis in fundo un Lupin (che vorrebbe essere un caso impossibile): ma che senso ha una raccolta del genere? Accomunata dal fascino del romanzo anteguerra ? Bah..
    Non parlo della prefazione, e mi fermo qui, perchè altrimenti dovrei dire di più. Non voglio. Però un consiglio a Mauro, da uno che lo ha sempre appoggiato, voglio darlo: faccia gli speciali curando scrittori anglosassoni: è meglio!”

  8. Pietro

    Avevano il più grande esperto al mondo di letteratura gialla francese, dopo Roland Lacourbe, e l’hanno buttato a mare. Che volete? Questi, sono i risultati.

  9. Guido Fabrizzi

    Ho la fortuna di conoscere il Signor Pietro di cui avete pubblicato il post del 28 settembre come commento a Delitti d’oltralpe, Gli Speciali de Il Giallo Mondadori 87,Settembre 2018. Siccome conosco il Signor Pietro so per sicuro che il post originario non era questo, ma molto più lungo ed articolato. Spero che si sia trattato di mero errore e non di censura. Visto che il post non era ne offensivo ne fuori tema. Se si trattasse invece di censura sarebbe ben grave e mi porterebbe immediatamente ad abbandonare la frequentazione di questo blog. Resto in attesa di chiarimenti.

  10. Pietro

    Le Parfum de la dame en noir di Gaston Leroux, sarebbe il caso di vederlo in Mondadori. Si tratta di un romanzo straordinario, estremamente visionario e complesso, con un delitto impossibile. Ha influenzato molto Carr, sia per Occhiali Neri (la scena del pranzo con gli occhiali neri al Castello d’Ercole), sia per It walks by Night. Igor aggiunge anche che il delitto impossibile venne preso ad esempio per quello famoso in Unicorno. Nell’incipit di Black Spectacles viene ripetuto il pranzo del castello d’Ercole. E anche Agatha Christie cercò di imitarlo.

Leave a Comment

Please note: Comment moderation is enabled and may delay your comment. There is no need to resubmit your comment.

Spam protection by WP Captcha-Free