L’affare testa di morto (3016)

ottobre 5th, 2010 by Moderatore

testaprev.JPG

Roma, 1876. Dieci anni dopo la morte di Barbazza, uno dei briganti più temuti ai tempi del Papa Re, un orologio a forma di teschio che gli era appartenuto ricompare nel catalogo di una casa d’aste. Al deputato Giulio Brancadoro viene recapitata una copia del catalogo in cui, accanto alla descrizione dell’orologio, campeggia la firma di Barbazza. Preoccupato della palese minaccia, Brancadoro chiede alla Pubblica Sicurezza di intervenire, e le indagini che seguono porteranno a galla intrighi le cui radici affondano nella storia. Nella Roma dei segreti e delle menzogne, nessuno è innocente.

All’interno, il racconto “Sul luogo del delitto” di Enzo Verrengia.

(vai alla visualizzazione completa del volume) 

Popularity: 30% [?]

Posted in Giallo (serie regolare), Le collane del Giallo

22 Responses

  1. Piero

    Curiosa la copertina: l’orologio con il teschio all’interno, mi ricorda la copertina di un GM di tanto tempo fa: H.M. e il mistero dello scheletro, di Carter Dickson.
    L’orologio a forma di teschio, è una reminiscenza de “Il Piacere” di Gabriele D’Annunzio: Pietroselli è un’altro di quelli in cui le conoscenze si sedimentano dando origine a cose diverse.
    Massimo, ti ricordi poi della promessa che mi hai fatto quando ti ho dato il Rufus King? :-)

  2. Piero

    Ma non procedere per il momento. Aspetta che ti scriva al tuo indirizzo email

  3. Andrea Franco

    Imperdibile, naturalmente! ^_^

  4. Massimo

    Anche perché, per procedere, dovrei avere la materia prima che ancora non è arrivata.

  5. Paolo P.

    A proposito della copertina: parte dell’immagine è stata utilizzata per “Morte di un fantasma” della Allingham…

  6. Marius

    Gli altri due romanzi dello stesso autore non mi erano piaciuti granchè.
    Speriamo che questo sia migliore.

  7. tortellino

    Ero incuriosito da questo giallo da quando lo avevo visto segnalato tra le uscite di ottobre, credo proprio che lo prenderò!
    ciao
    Andrea

  8. tortellino

    Preso e cominciato, vi saprò dire in futuro.
    ciao
    Andrea

  9. Marius

    Ottimo!
    Devo dire che i primi due romanzi di Pietroselli (soprattutto il secondo) non mi avevano entusiasmato. Questo però è nettamente superiore agli altri due.
    Ottimo anche il racconto sherlockiano in coda.

  10. Massimo

    Grazie Marius. Non so se questo sia migliore degli altri, ma certo è costruito in modo diverso.

  11. Piero

    Massimo, la prossima volta che ti pubblicano un libro, chiedi almeno una copertina tutta tua: qui hanno fatto un collage ! 😉

  12. Riccardo Falcetta

    Questa serie è davvero bella, bella e intrigante. Ambientazione originalissima e storie ben svolte e documentate.
    Questa volta poi c0’è anche un racconto del grande Enzo Verrengia per cui l’uscita mi pare davvero imperdibile!

  13. Danilo Campanella

    Iniziato, mi piace. Ho letto recentemente “L’assassino del Marais” di Claude Izner: beh, la ricostruzione della roma ottocentesca fatta dal Pietroselli è nettamente migliore della Parigi stessa epoca operata dalle sorelle Korb. E’ vero, però, che per apprezzare al massimo le vicende che vedono protagonista Archibugi una frequentazione con la capitale aiuta parecchio. E se poi di Roma si è (almeno un po’) innamorati, meglio ancora. Da genovese trapiantato mi verrebbe da cantare “Roma per noi”…

  14. tortellino

    L’ho concluso ieri sera (vabbè, stanott ea mezzanotte e venti); allora, non conoscevo l’autore, quindi non poevo avere nessun tipo di pregudizio, posso solo dire che mi è piaciuto molto, che la descrizione dei personaggi e dei luoghi ti fa calare nella città (ok, io ci abito quindi per me è facile, prendo il bus e vado al centro..ehehe), mi sembreava di stare all’interno di un film d’epoca.
    Poi ovviamente la storia, bella e credibile.
    Insomma, per non scrivere un post troppo lungo, il libro lo farò leggere ai vari parenti e amici che sò che potrebbero essere interessati.
    E chi al momento non è ancora convinto se prenderlo o no, non se lo faccia sfuggire.
    ciao
    Andrea

  15. tortellino

    PS
    volevo mandare una mail all’autore, ma ho sfruttato il post per comunicare comunque il mio apprezzamento… e poi non mi ricordavo più l’account…eheheh
    ciao
    Andrea

  16. Massimo

    @Andrea: il messaggio è arrivato forte e chiaro, grazie!
    L’unica raccomandazione: fai leggere il libro a parenti a amici, ma che lo comprino, mi raccomando. :-)

  17. Andrea Franco

    http://www.operanarrativa.com/node/1581 che dire… ottimo davvero. :-)

  18. tortellino

    Ahahahah
    vabbè, dai, a mia moglie passo la mia copia, per gli altri vediamo quel che si può fare, eh?
    Buon inizio di settimana
    Andrea

  19. Danilo Campanella

    Terminato. Confermo in tuto e per tutto il giudizio positivo. Quando l’autore passerà per le valli cannute spero si porti dietro una copia del primo romanzo della serie… che mi manca!

  20. Massimo

    @Danilo: le valli cannute… capito messaggio criptico – ragazzetto sveglio stop – be seeing you stop

  21. Ottavio

    Le radici affondano, il fusto cresce e le rughe di Roma si fanno più marcate. Ellissi e lavoro a sottrarre ora sono elementi che danno forza al racconto. Un plauso al sor Massimo, che di suo c’ha messo.

  22. franco

    finito. complimenti un bel libro ne consiglio la lettura.

Leave a Comment

Please note: Comment moderation is enabled and may delay your comment. There is no need to resubmit your comment.

Spam protection by WP Captcha-Free