I Classici de Il Giallo Mondadori 1371: Ho sposato un’ ombra

aprile 27th, 2015 by Moderatore

WOOL

Helen non aveva un futuro. Adesso ce l’ha. Perché l’ha rubato. Da sola, senza un soldo e con un fi glio in arrivo, tutto quel che le rimaneva era un biglietto ferroviario per San Francisco. Un gentile invito a togliersi di torno. Ma è su quel treno che incontra il suo destino, sotto le sembianze di una coppia di sposini. Con la solare Patrice nasce una simpatia istintiva e le due diventano subito amiche. Poi il mondo va sottosopra. Uno spaventoso incidente, tutto diventa buio, e Helen si risveglia in un letto d’ospedale. La attendono tre notizie sconvolgenti: ha partorito negli istanti del disastro, i suoi compagni di viaggio sono morti e il nome della paziente sul suo cartellino è… “Patrice”. Denunciare lo scambio di persona, e tornare così a una vita miserevole? O tacere e assumere l’identità della defunta nella casa dei suoceri, che non hanno mai visto né incontrato la nuora? La decisione è presa. Ma il peggio, per la sfortunata Helen-Patrice, non è ciò che si è lasciata alle spalle.

Cornell Woolrich (1903-1968) è uno dei grandissimi del giallo americano. Nei romanzi e racconti scritti nel corso di un’esistenza travagliata, vivendo per anni rinchiuso negli alberghi di Manhattan, ha saputo come nessun altro innestare sui meccanismi del suspense il senso di solitudine dell’individuo in balia di un mondo spietato e incomprensibile, la disperazione per l’amore frustrato, l’angoscia e il puro terrore, che rappresentano la sua cifra inconfondibile. Si è firmato anche con lo pseudonimo di William Irish.

EBOOK DISPONIBILE

Popularity: 43% [?]

Posted in Ebook, I Classici del Giallo, Le collane del Giallo

11 Responses

  1. Gneo

    Un assoluto capolavoro!
    Con ‘La notte ha mille occhi’ e ‘Vertigine senza fine’ lotta per la palma di miglior romanzo di Woolrich.

  2. Alberto

    Uno degli svariati capolavori del mai abbastanza ristampato Woolrich.

  3. Enrico Teodorani

    Letto da ragazzo, ne aspettavo da tempo una ristampa.

  4. Omar

    COncordo con Gneo; io ritengo i romanzi a firma Irish ancora più affascinanti e ariosi della serie nera, che è già bellissima. Aggiungerei anche “Si parte alle sei” un vero capolavoro di sentimento e suspense.

  5. Alessio

    Qualcuno sa dirmi qualche cosa a proposito della traduzione?
    E’ buona? E sopratutto: è integrale o tagliuzzata?

  6. Endimione

    Sapreste gentilmente indicarmi da quando sarà reperibile in edicola questo romanzo? Grazie in anticipo!!
    Endi

    P.s. Sapreste anche dirmi quando pubblciherete un nuovo titolo della serie Murdoch, della Jennings? Davvero grazie per i meravigliosi titoli che proponete!!
    Endi

  7. Kronos H

    Info sulla traduzione:
    http://www.sherlockmagazine.it/notizie/6238/
    Da non perdere, acquistato

  8. albertspy

    e’ stato ritradotto nel 1992 dal migliore(Mauro Boncompagni), ma integralmente o no dall’originale ancora non mi e’ chiaro. Chi puo’ diradare la nebbia?

  9. Mauro Boncompagni

    Un uccellino mi ha sussurrato all’orecchio che la traduzione è integrale… :)

  10. Endimione

    Grazie per la gentile non risposta alla precedente domanda … indovinerò quando acquistare il romanzo in edicola …
    saluti
    Endi

  11. Roberto

    L’ho letto come un romanzo “rosa”, pieno di incongruenze. L’idea del romanzo è intrigante, ma si poteva svolgere meglio.

Leave a Comment

Please note: Comment moderation is enabled and may delay your comment. There is no need to resubmit your comment.

Spam protection by WP Captcha-Free