“Le insidie del cuore” di Sabrina Jeffries – Passione 193

PASSIONE_193“Adorabile, toccante e potente.”
Kirkus Reviews

Rimasto zoppo in guerra, Joshua Wolfe, ex maggiore della Marina, per guadagnarsi da vivere lavora come guardacaccia. Malgrado la sua scontrosità, sarà proprio lui a salvare lady Gwyn Drake dal suo ex fidanzato, Lionel Malet, intenzionato a ricattarla. L’intervento di Joshua è provvidenziale e il fratello gemello di Gwyn gli chiede di farle da guardia del corpo durante il suo soggiorno a Londra per il debutto. Joshua, pur se a malincuore, accetta. Ma non tutte le insidie sono svelate e i tormenti del passato affliggono gli animi dei due giovani che sono sempre più attratti l’uno dall’altra, e che sperano di potersi abbandonare tra le braccia dell’amore…

 

Note:

LE INSIDIE DEL CUORE ( The Bachelor ) è il secondo romanzo della serie ‘Duke Dinasty’.

La serie, che si è aperta con DIVENTARE UNA DUCHESSA ( Project Duchess ) – nr. 185 della collana I Romanzi Passione, proseguirà con “Who Wants to Marry a Duke”, di prossima pubblicazione.

Tra le opere di Sabrina Jeffries già pubblicate da Mondadori, ricordiamo DOLCE INGANNO ( A Dangerous Love ) e UN AMORE AUDACE ( A Notorious Love ) nella collana I Romanzi Classic; LORD PIRATA ( The Pirate Lord ), PER SEMPRE NEL MIO CUORE ( The Forbidden Lord ) e UN LORD PERICOLOSO ( The Dangerous Lord ) nella collana I Romanzi Passione.

 

Ambientazione:

Inghilterra, 1809

 

Commenti
  • Anna

    Grazie per la pubblicazione

  • Maika

    Gwyn Drake è alle prese con il debutto a Corte, ma a tormentarla più dei preparativi, sono gli strascichi del passato: un amore finito, e tutto ciò che ancora rappresenta Lionel Malet. Costui non è solo un arrivista a caccia di dote, ma fa parte di un enorme mondo di corruzione, e non pago di tutto il male già fatto, cerca di estorcere altro denaro con un vile ricatto. La giovane, gemella del duca di Thornstock, è una trent’enne con il sogno matrimoniale chiuso nel cassetto per sempre, ma con la forza di reagire… a modo suo. Le bugie anche a inizio ‘800 avevano le gambe corte, ed è proprio Joshua Wolf – già assoldato come guardia del corpo – a scoprire il marcio che rischia di screditare la ricca ereditiera.

    Per il maggiore, a mezzapaga, questo nuovo ruolo è una boccata d’ossigeno, ma che rischia di lasciarlo senza fiato. Rimpinguare le tasche è necessario, ma deleteria per la salute è la vicinanza della lady, che gli fa riscoprire impulsi da troppi anni sopiti. Gwyn, dal canto suo, non è immune al fascino del militare; l’evidente zoppia e il carattere scontroso, non fermano l’esplosione di un sentimento inaspettato.

    “Non le farei mai nulla di male. Non fino a quando vivrò”.

    Tra segreti da svelare e un mistero che avvolge l’intera famiglia da anni, Gwyn e Joshua riusciranno a superare i loro limiti personali per godersi appieno un futuro insieme, sgombro da insidie?

    Inizio subito questa seconda parte, porgendovi una domanda: avete letto Diventare una duchessa? In caso di risposta negativa, vi dico di non preoccuparvi, perché ogni storia è a sé, anche se il primo volume è esplicativo per la collocazione di ogni componente di questa bellissima famiglia allargata, all’interno dell’albero genealogico.

    Joshua Wolfe è il fratello di Beatrice, la protagonista del primo volume, che abbiamo conosciuto avvolto in un’aurea di mistero. L’autrice è stata bravissima, fin da allora, a gettare le basi per una conoscenza profonda di quello che oggi è il protagonista. L’evoluzione è evidente; dapprima lo vediamo scorbutico e autoritario; i tormenti interiori, conseguenti alla ferita di guerra, stavano rovinando il presente compromettendo per sempre il futuro. Alla sua vita solitaria ha accostato il grande amore per la sorella, data in sposa – nonostante gli scetticismi iniziali – al duca di Graycourt. Joshua e Gwyn anelano un amore come quello sopra citato, provandone una sorta di invidia buona e ammirazione.

    Come il primo romanzo, Le insidie del cuore è una lettura veloce e inebriante. L’autrice riesce ancora una volta a dar spessore ai propri personaggi; ci racconta lentamente l’evolversi dell’amore, che passa da una mera attrazione fisica, completandosi con quella mentale. Vivace, ironica, brillante e intelligente, Gwyn riesce a sciogliere tutte le resistenze del maggiore, anche con poche parole…

    “Non date ascolto al maggiore. Si sta inventando tutto. Non sono mai esistite battaglie simili e di certo i Royal Marines non vi hanno partecipato. (…) Berlino non ha sbocchi sul mare, il che rende impossibile la vostra partecipazione a una battaglia navale. Lo stesso vale anche per Mosca! (…) a meno che non abbiate scoperto il segreto dell’immortalità, non avreste potuto parteciparvi.”

    Non è stata educata per starsene in un angolo a far da soprammobile, ha imparato presto a far i conti con i suoi errori. Quando incontra Wolfe, Gwyn era sicura di aver chiuso il cuore, ma come-e-con il maggiore, si apre a una seconda possibilità. L’uno non è l’incastro perfetto per l’altra, è molto più. Insieme comprendono che quello che all’apparenza è un problema insormontabile, con l’amore, l’ovvio si sgretola dando luogo a una nuova prospettiva: una vita insieme.

    Ho davvero amato questa storia, come la precedente. Avrei preferito – da supporto al nuovo lettore – una sorta di riepilogo dei legami parentali, per integrarlo immediatamente nelle nuove dinamiche. Questa mia pignoleria non preclude il gusto della lettura, che merita a mio parere, il massimo dei voti, grazie alle emozioni che la Jeffries sa dare. Bello il mistero che segue il percorso della serie, che si amalgama alla perfezione a ogni storia d’amore. Un giallo che credo ci accompagni fino alla fine e che non vedo l’ora di scoprire; vi ritroverete anche di fronte a scene passionali, che non stonano mai nel contesto, donando piuttosto ancor più di brio. Da leggere. Punto.

    Buona lettura!

Aggiungi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *