Uscite de I Romanzi – marzo 2024

CLASSIC

1269 – Anna BENNETT – La Rivincita della Debuttante (The Duke Is But a Dream)

1270 – Eloisa JAMES – Finalmente contessa (The Reluctant Countess)

1271 – Sherry THOMAS – Una deliziosa passione (Delicious)

 

EXTRA PASSION

159 – Monica BURNS – La proposta del libertino (The Rogue’s Offer)

160 – Lisa Maria RICE – Le fiamme del passato (Maverick)

 

ORO

255 – Suzanne ENOCH – Inganni e peccati (Sins of a Duke)

256 – Anne GRACIE – L’adorabile tenebroso (The Perfect Waltz)

Commenti
  • Marty

    Potete pubblicare tra gli introvabili IL DONO di Johanna Lindsey e Qualcosa di meraviglioso di Judith McNaught?

  • Laura

    Quando pubblicherete Mary Balogh? È da parecchio tempo che non appare nelle vostre collane

  • Fabiola

    Scusate ma tra gli Oro che fine ha fatto Loretta Chase?

  • genina

    A quando nuove pubblicazione di Anne Stuart e non sempre “mille” riedizioni ?

  • Giancarla

    Anche questa volta come nel mese di luglio del 2023 pubblicate un libro, della bravissima Sherry Thomas, che è già stato editato da un’altra casa editrice qualche anno fa; non mi sembra corretto che si cambi il titolo del libro senza dare alcuna informazione in merito. E’ mai possibile che si vada sempre più spesso a pescare libri già pubblicati, e ancora in circolazione, invece di cercare qualcosa di nuovo?
    Per il ripescaggio dal passato esiste già la collana degli Introvabili che, come dice la parola, non sarebbero più reperibili. Ma questa è un’altra storia

  • Giancarla

    Anche questa volta come nel mese di luglio del 2023 pubblicate un libro, della bravissima Sherry Thomas, che è già stato editato da un’altra casa editrice qualche anno fa; non mi sembra corretto che si cambi il titolo del libro senza dare alcuna informazione in merito. E’ mai possibile che si vada sempre più spesso a pescare libri già pubblicati, invece di cercare qualcosa di nuovo? Per il ripescaggio dal passato esiste già la collana degli Introvabili che, come dice la parola, non sarebbero più reperibili. Ma questa è un’altra storia

Aggiungi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *