“Fino a mezzanotte” di Lisa Kleypas – Passione 64

PASSIONE_64L’amore è
il più pericoloso dei giochi

Quando un’inaspettata eredità eleva la sua famiglia ai ranghi dell’aristocrazia, Amelia Hathaway scopre che occuparsi delle sorelle minori e dell’imprevedibile fratello è molto più difficile in una tenuta fatiscente dello Hampshire. A rendere la sua vita ancora più complicata, subentra poi l’attrazione per Cam Rohan. Mezzo rom e ricchissimo, Cam è insofferente verso le restrizioni imposte dall’alta società ed è deciso ad abbandonare tutto per tornare a vivere sotto le stelle. Ma quando Amelia entra nella sua vita, le sue certezze si scontrano con il desiderio che li consuma. Potrà un uomo come lui convincere Amelia che la libertà di cui ha bisogno è in realtà una vita accanto a lei?

    Note:

FINO A MEZZANOTTE ( Mine till Midnight ) è il primo romanzo della serie Hathaway, i cui protagonisti appartengono all’omonima famiglia. La serie proseguirà con “Seduce Me at Sunrise”, “Tempt Me at Twilight”, “Married by Morning”e “Love in the Afternoon”, di prossima pubblicazione.
Tra le opere di Lisa Kleypas già pubblicate da Mondadori, ricordiamo SEGRETI DI UNA NOTTE D’ESTATE ( Secrets of a Summer Night ), ACCADDE IN AUTUNNO ( It Happened One Autumn ), PECCATI D’INVERNO ( Devil in Winter ), SCANDALO IN PRIMAVERA ( Scandal in Spring ), L’ULTIMA SORPRESA ( A Wallflower Christmas ), CUORE A CUORE ( Midnight Angel ) e CON TE, ADESSO ( Prince of Dreams ) ne I Romanzi Classic; INFINE, TU ( Then Came You ), VOGLIO RITROVARTI ( Somewhere I’ll Find You ), PERCHÉ SEI MIA! ( Because You’re Mine ), SPOSARE UNO SCONOSCIUTO ( When Strangers Marry ) e SOLO CON IL TUO AMORE ( Only with Your Love ) ne I Romanzi Passione; MAGIA DI UN AMORE ( Again the Magic ) nella collana I Romanzi Emozione.

    Ambientazione:

Inghilterra, 1840 circa ( epoca vittoriana )

    Premi e riconoscimenti della critica:

Premio Reviewer’s Choice Award di Romantic Times nel 2007 come Romanzo Storico dell’Anno ( Historical Romance of the Year )

*** ebook prossimamente disponibile ***

Commenti
  • Agata

    L’ho finito in un giorno e una notte…e insomma non mi ha proprio deluso però mi sono resa conto che secondo me mancavano proprio delle frasi in quanto la Kleypas ha l’abitudine di intervallare i dialoghi dalla spiegazione di ciò che l’interlocutore sta facendo proprio mentre parla. Quindi io mi immedesimo di più nella conversazione perchè è come se con gli occhi della mente riesco a visualizzare la scena. Ecco è questo che fa della Kleypas, secondo me, la mia autrice preferita. Però questa sua prerogativa in questo romanzo mancavae, mi chiedo se si tratta di voi che avete “tagliato” qua e là o della cara lisa che ha perso il dono. Mi auguro che gli altri romanzi di questa serie meravigliosa che avete cominciato non abbiano gli stessi handicap.
    P.S
    La stessa cosa l’ho riscontrata anche nel primo libro della serie
    Vallerand
    Spero che la redazione mi dia un chiarimento

  • PATTY

    @ Greta
    Hai ragione su “All’improvviso tu”
    Ogni volta che lo rileggo …rido!!!
    E pensare che l’ho letto almeno 10 x.
    Nelle prime pagine, di quando si conoscono e lei lo scambia x un gigolò, sono uniche.
    Chi non l’avesse letto, lo legga!!!!

  • najat

    ciao a tutti ho appena finito di leggere
    fino a mezzanotte mi è piaciuto tantissimo …non vedo l’ora di leggere
    gli altri !!!!!

  • Maura

    @Giusy
    sei di una gentilezza squisita, ma non voglio farti sentire in colpa con i miei continui riferimenti a quasto libro, credo che sia più che altro diventata una sfida alla mia ostinazione a trovarlo e inoltre voglio vedere se la redazione tiene in considerazione le centinaia di richieste di ristampare l’alba dei sogni e il lord della seduzione!!!!!
    cmq al di la del libro, c’è un sistema per dare la propria mail in privato???
    ciao e 1000 grazie ancora.

  • manu

    @ giusy e maura
    piacerebbe anche a me poterci scambiare la mail in privato!!!

  • Iris

    Un romanzo dove ho ritrovato la Kleypas migliore dopo gli ultimi libri un pò deludenti.La storia e i due protagonisti mi sono piaciuti moltissimo come tutta la famiglia Hathaway. Attendo con trepidazione il libro di Win e Merripen. Concordo con chi ritiene che All’improvviso tu e Sognando te siano tra i migliori di questa bravissima autrice mentre L’alba dei sogni a me è piaciuto veramente poco….
    Iris

  • GIUSY73

    @ Maura e manu
    Anche a me piacerebbe moltissimo poter comunicare con voi in privato. Ma come si fa a dare la mail in privato???
    Forse la redazione può aiutarci…
    baci.

  • matesi

    Romanzo per i miei gusti davvero sgradevole. E questo grazie ai due protagonisti.

    SPOILER
    Non ho mai avuto molta simpatia per Cam. Detesto perfino il campeggio e l’idea che qualcuno possa desiderare di girare per il mondo senza le più elementari comodità e vivere giorno e notte, con la pioggia e con il sole, all’aperto mi fa allibire. Non parliamo poi di uscire dal proprio letto caldo per andare a fare l’amore sotto le stelle e sotto un mucchio di coperte (forse faceva freddo?): queste cose sono romantiche solo nei romanzi. E, secondo me, neanche lì.
    Ora, Cam è un personaggio da romanzo e quindi la Kleypas lo giustifica più che può. Ma, se osserviamo spassionatamente il suo comportamento, noteremo subito gli indizi di un comportamento patologico (per esempio una gelosia ossessiva e immotivata, una possessività eccessiva e autoritaria) che noi donne troppo spesso scambiamo per amore e da cui gli psichiatri ci mettono sempre in guardia. E Amelia ci casca come una sciocca.
    Non bastasse, c’è pure un fantasma, nonostante che il romanzo a prima vista NON sia un paranormale.
    Non mi è chiaro neanche cosa voglia dire il titolo.
    Che dire d’altro? La serie non mi pare sia cominciata bene.

  • PATTY

    @ matesi
    Posso capire il tuo punto di vista,
    ma io sono una di quelle che per parecchi anni ha trascorso le ferie ed ogni mio fine settimana libero in tenda, o in situazioni a dir poco scomode…..ma mi piaceva moltissimo..era l’età.
    Cam è un nomade e questo stile di vita fa parte del suo dna, nulla di strano.
    Per quanto riguarda la possessività neppure io la accetto…ma mi sembra che qui il protagonista faccia di tutto per cambiare!!!
    Un abbraccio

  • matesi

    @ PATTY

    SPOILER
    Naturalmente, neppure io mi aspetto che Cam finisca per uccidere Amelia.
    Però è il secondo romanzo di seguito in cui la Kleypas inventa protagonisti decisamente maschilisti o peggio.

  • niky

    @MATESI
    normalmente seguo i tuoi commenti come una bimba segue la mamma, hai un gusto molto simile al mio e un modo di esprimere il tuo giudizio che ogni volta mi incanta; questa volta però non sono d’accordo con te: mi piace il personaggio di Cam, la sua possessività è un lato del suo carattere forte e mascolino, magari non proprio un suo pregio ma neanche un difetto così grande proprio come non lo è l’indipendenza di Amelia.
    su una cosa però concordo con te: da dove cavolo arriva sto fantasma? centra come i cavoli a merenda!
    comunque sono curiosa di avere la spiegazione dei tatuaggi di Cam e Merripen

    Lord della seduzione è uno dei romanzi che io preferisco in assuluto e l’ho rovinato a furia di rileggerlo, magari ci fosse una ristampa. chissa come sarà il seguito: speriamo bene!!!

  • Iris

    La parte del “fantasma” a mio parere
    è una picolissima parte legata a Leo per rafforzare nella storia il suo dolore e disagio. Io almeno l’ho interpretata in questo modo e non mi ha minimamente infastidita come non mi ha disturbata la gelosia e il comportamento a volte eccessivo di Cam visto che stiamo parlando di romance e non di vita reale altrimenti avrei sicuramente concordato con alcune altre lettrici.
    Un saluto a tutte
    Iris

  • angelita

    Alla Kleypas perdona tutto. L’adoro e questa serie, che ho avuto la fortuna di leggere completa mi è piaciuta moltissimo.
    Ogni membro della famiglia Hathaway ha il suo libro,forse solo quello dedicato a Poppy è un poco meno coinvolgente, ma è solo il mio parere.
    Nell’ultimo quello di Bea, l’autrice nomina una canzone e mi è venuta la curiosità di vedere se fosse una suo invenzione, invece è un canto tradizionale ed è anche la colonna sonora del film I fucilieri di Sharpe […]e vedendo il video nella mia fantasia ho dato il volto all’amore di Beatrix.
    Non credo di aver “spoilerato” ma solo creato aspettativa, almeno spero.
    Speriamo che vengano pubblicati tutti presto ( e completi!!!!!!)
    Un saluto a tutte

  • PATTY

    @ matesi
    anch’io non ho visto molto ben sviluppata l’apparizione del fantasma. Quindi..boh….non ho capito bene la sua funzione…

  • matesi

    @ Niki
    Carissima, sono lusingatissima dalle tue parole affettuose.
    Quanto al merito del tuo intervento, ti dirò che anch’io da giovane amavo i personaggi maschili violenti e a volte perfino stupratori. Poi, con il passare degli anni, ho imparato che uomini di quel genere non si redimono e non riesco più a sopportarli neanche nei romanzi.
    Ciao e alla prossima.

  • Laura75

    A me questo romanzo è piaciuto e non vedo l’ora di leggere le storie degli altri componenti della famiglia. Ho trovato Cam un personaggio molto affascinante ed è stato un piacere “rivedere” Lilian, Evie e i loro mariti con tanto di figliolette al seguito.

    @matesi
    Anch’io leggo sempre con piacere i tuoi commenti e li tengo in considerazione. Volevo chiederti: può darsi che le tue critiche siano dovute proprio al fatto che Cam non ti è mai piaciuto? Se è così, è ovvio che avrebbe potuto far di tutto ma senza mai riuscire ad affascinarti 😉 Io ho trovato romantica la loro prima volta e sempre belle e sensuali le loro scene d’amore. Per Cam è normale amare il contatto con la natura più di un tetto sopra la testa perché è tipico della sua cultura, fa parte del suo modo di essere…così come la gelosia, la possessività che non ho trovato esagerate (a voi non montava un nervoso quando il sig Frost ronzava attorno ad Amelia..?? A me sì!!) Certo che se fossero sfociate in atteggiamenti maniacali, non li avrei graditi ma non mi sembra che siamo arrivati a questo punto. Spero solo che non ci si da aspettare mesi per il seguito e mi chiedo chi sarà il prossimo!

    Un saluto a tutte!

  • Laura75

    Ah, dimenticavo…Merripen e Win mi piacciono e mi incuriosiscono e non vedo l’ora di leggere la loro storia! La storia del fantasma poi… Non è la prima volta che sento dire questa cosa, è una credenza che ho già sentito: se non riesci a “lasciar andare via” la persona morta, le impedisci di raggiungere la pace e la sua anima rimane come intrappolata tra questo modo e quello ultraterreno…tutto questo per farci forse comprendere meglio il grande dolore di Leo..? Di sicuro mi ha incuriosita molto su quest’uomo a tratti da prendere a schiaffi ma che mi ha anche suscitato compassione..

  • GIUSY73

    Anch’io ammiro moltissimo Matesi e la considero il miglior critico letterario del blog. Mi spiace solo che non commenti più in un altro sito dove i suoi pareri erano molto preziosi per me, perchè raramente non ero d’accordo ma immagino che il motivo sia la censura e questo non è giusto. Dire liberamente la proprio opinione è UN DIRITTO!
    (Comunque sono loro che ci perdono…)
    Brava Matesi,siamo con te!!!
    Baci

  • matesi

    @ Laura75
    Senza dubbio, come hai intuito, ho cominciato a leggere il romanzo senza entusiasmo, ma a farmi emettere un giudizio negativo è stata quell’esagerata possessività e quell’autoritarismo.
    Vedi, io penso che noi donne dovremmo smetterla di amare questo tipo di uomini, sia pure soltanto nei romanzi. Altrimenti, come potranno mai i nostri uomini (o almeno i nostri figli) accettare un rapporto davvero alla pari?

  • matesi

    @ Giusy73
    Evitando di esagerare con i complimenti reciproci, io direi che Augusta è la critica più originale e spiritosa del blog.
    Ma sono sicura che, se ci pensassi su un po’, mi verrebbero in mente molte altre.

  • Laura75

    @matesi
    sono d’accordissimo con quanto dici..il fatto è che proprio io non l’ho trovato così autoritario e possessivo, non so perché! Non c’è nemmeno da dire che ci sono abituata perché io e mio marito abbiamo un rapporto alla pari. Probabilmente è perché ognuna di noi ha una sensibilità diversa.
    Rileggendolo, se proprio devo trovare un difetto a questo libro, è che c’è molta carne al fuoco…ma forse è un po’ il difetto di molti libri che danno inizio ad una saga..
    Grazie per questo scambio di opinioni! :)

  • GIUSY73

    @ matesi
    I miei non sono complimenti ma la verità.Siete tutte fantastiche: TU, Augusta,Manu,Maura,PATTY,FLM,
    e tutte le altre lettrici del Blog.
    I vostri commenti sono molto utili,spesso divertenti,MA MI PIACCIONO SOPRATTUTTO PER LA LORO DIVERSITà.
    GRAZIE A TUTTE.

  • Augusta

    Secondo me in questo romanzo la Kleypas si è preoccupata più di introdurci alla conoscenza della famiglia Hathaway che di sviluppare il nucleo romance, che ha portato avanti più che in maniera ispirata, in maniera da buon artigiana di romance che sa il fatto suo.
    Insomma ha guidato la “macchina romance” con un occhi solo e si è divertita a tener l’altro sugli altri personaggi che decisamente non si possono definire secondari qui.
    Non si è preoccupata neanche di chiudere tutti i fili della storia di Cam , infatti non sappiamo quale è il suo rapporto con Merripen/Kev, non sappiamo chi è suo padre , la Kleypas ci ha dato informazioni incomplete, non sappiamo perchè la sua famiglia lo ha allontanato ecc…
    Che io sappia la Kleypas ha sempre chiuso le vicende dei protagonisti nei loro romance, intrecciandole con la storia d’amore è vero che poi a volte ricompaiono in altri romance ma di loro sappiamo già tutto dal loro romance non è mai capitato che le loro vicende si prolunghino in altri libri è che si debba aspettare la pubblicazione di questi per scoprirle, invece in questa serie mi pare che l’andamento sia differente, sicuramente sapremo di Cam e della sua famiglia nella storia di Merripen e Win …
    Insomma mi pare che la Kleypas sia intenzionata a creare una mini saga dove vengono portate avanti contemporaneamente le vite e le problematiche di tutti…
    però in questo modo la parte romance cioè la storia singola tra due persone viene ridimensionata.
    ( Per fare un es. penso alla Ward che all’inizio (tipo primi 4 libri) sviluppava tantissimo la storia amorosa e ci faceva vedere di sfuggita , gli altri protagonisti, mentre ora la storia corale ha il soppravvento e le storie di V. e Rev. ( protagonisti che adoravo) hanno fatto un poco schifo…)
    Mi sa che la Kleypas per gli Hathaway ha scelto questa strada della coralità, la cosa mi spiace e non mi spiace, infatti mi è piaciuto assai conoscere la “Famiglia”, però avrei voluto una parte romance più sviluppata contemporaneamente invece… cioè una volta la Kleypas come minimo avrebbe fatto rapire Amelia da Cam e sarebbero andati insieme a rintracciare la famiglia rom, ci sarebbe stato un qualche mistero /intrigo riguardante Cam da risolvere e così si sarebbero conosciuti meglio ecc…
    Invece qui, per es. le problematiche principali hanno riguardato Leo , la Kleypas si è preoccupata di fornirci una buona base di conoscenze sul suo carattere futuro e perché è così, ora che il culmine del dolore è stato risolto in questo romance negli altri si vedrà il recupero ecc.. e quando si arriverà al suo romance noni sapremo meglio della protagonista il perché e il percome Leo fa quel che fa e perché ha certi atteggiamenti ecc…
    Insomma:
    A partire da Leo ( quello più sviluppato andando poi a Merripen e Win, e in decrescere attraverso Bea e Poppy la Kleypas si è preoccupata più del nucleo Hathaway che dei poveri
    Amelia e Cam e la loro storia ne ha risentito, per farci capire che Cam aveva trovato la sua “lei” gli ha fatto avere degli scatti di gelosia momentanei che però non si sono confermati in concreto , tipo per lui lei non dovrebbe frequentare da sola altri uomini poi la lascia tranquillamente andare a passeggiare di sera sola con l’architetto, …
    lei nega di volerlo sposare fino quasi all’ultimo, però la Kleypas lascia che Amelia ( e Leo)faccia pagare la ristrutturazione della casa a Cam sulla base di quele legame ???
    Cioè se rifiuto un uomo e non ho i soldi per pagarmi la ricostruzione di casa mia dico chiaramente ” Non ingaggiate architetti che non ho un centesimo per pagarli!!!” invece qui..
    insomma la Kleypas non ha bilanciato bene le cose, la storia è risultata piacevole perché lei è brava a narrare, ma se si fosse focalizzata di più su Cam e Amelia penso che tutto sarebbe stato più bello e coerente..anche i rapporti carnali tra i due pur essendo descritti piacevolmente non hanno avuto niente di particolarmente originale , anche qui mi è parso che la Kleypas andasse in automatico, mentre nei suoi libri più ispirati la parte carnale ha sempre ad un certo punto un guizzo di originalità che ti fa venire un brivido sottopelle..
    Comunque anche se in questa serie le cose hanno virato in tal modo, mi piace legger degli altri personaggi ( trovo strano il loro sviluppo che prevale sul romance ma non lo vorrei eliminare, mi piace, solo vorrei un altrettanto buon sviluppo del romance)proseguirò volentierissimo la serie, son curiosa su Poppy che qui è quella che mi pare si sacrifichi per tutti più di Amelia…e magari la cleptomania di Beatrix avrà sviluppi divertenti quando si arriverà al suo romance …:)
    Insomma questa famiglia mi piace molto e mi interessa sapere di loro… quindi appuntamento con i prossimi Hathawey assicurato per quel che mi riguarda. :)

  • Augusta

    Ah! Ho letto dopo il mio post i commenti sopra, per me rientra tutto nel nuovo andazzo Kleypas, sia il fantasma sia gelosia irritante/ sconclusionata di Cam, la gelosia è un passo falso della Kleypas che siccome si è data poco tempo per sviluppare l’attaccamento tra i due dà un’accelerata al tutto con stò guizzo, ma l’esagerazione non ha portato a farci capire la profondità del sentimento di Cam ma l’ha un poco distorto…
    Il fantasma rientra nel processo del farci capire Leo e le sue problematiche, non c’azzecca nulla col romance Amelia/Cam ma riguarda il nuovo sviluppo Kleypas sulla coralità .. per me :)
    P.S. Grazie, Matesi :)

  • Augusta

    Doppia Ah!
    Mentre scrivevo ho visto che son comparsi nuovi post , anche io apprezzo molto le opinioni diversificate di voi tutte! :)
    Mi piace sopratutto che ognuna dica la sua senza scontrarsi con le altre ma venendo sempre incontro cercando di capire , magari dissentendo ma senza censurare o creare muri! :)

  • Maura

    Complimenti Augusta per la tua analisi, mi è piaciuta molto, soprattutto il tuo ultimo post, anch’io credo che ogniuna sia libera di esprimere le proprie opiniori liberamente e con garbo, anzi sono affascinata dalla diversità di giudizi che diamo ogni mese ai singoli romanzi!!.
    ciao a tutte.

  • Laura75

    @Augusta
    mi piace la tua analisi del romanzo e più ci penso e più mi convinco che hai ragione sul concetto della coralità e sulla spiegazione della gelosia di Cam.

    Per quanto mi riguarda, è da meno di un anno che leggo romance ma mi sto rendendo conto che parte della bellezza che trovo leggendo questi libri è quella di poter poi leggere i vostri commenti e magari commentarli a mia volta. :)

  • alidiseta

    Questo libro mi è piaciuto abbastanza, ma, per quanto scritto bene e ben curato nei particolari, non mi ha entusiasmato. Il problema principale è che tra Amelia e Cam non ho visto amore, soprattutto da parte di lei che secondo me vede in Rohan semplicemente la persona che c’è per lei nel momento del bisogno e che la aiuta a risolvere i problemi. Win e Merripen nelle poche scene concesse loro mi hanno fatto emozionare più di quanto non abbiano fatto i protagonisti in tutto il romanzo, e spero che la loro storia non mi deluda.

  • Augusta

    @Laura75
    In alternativa alla mia teoria ci sarebbe un altro pensiero
    Non so più dove l’ho letto, ma ho sentito che è stato l’editore della Kleypas a rifiutare il romance con protagonisti Cam e Daisy (Scandalo a primavera), cioè le ha imposto un altro lui per quel romance…
    Forse alla Kleypas la cosa non è andata proprio giù del tutto …
    Infatti anche in “Scandalo a primavera” ( molto ma molto meno che qui) la storia tra i due era intervallata da un sacco di apparizioni degli altri “fiori da muro” in particolare di Lillian …
    Insomma la Kleypas amava la coppia Daisy/ Cam e forse dover cambiar piani le è scocciato e nelle storie alternative si è dedicata più che ai due protagonisti ad altro, in “Scandalo…” si è data al revival e qui invece si è dedicata a elaborare gli Hathaway in generale…

  • GIUSY73

    @ matesi
    Traducendo i titoli dei vari romanzi della serie si nota che rappresentano una parte del giorno: Mia fino a mezzanotte-Seducimi all’alba- Tentami al crepuscolo- Sposata al mattino- Amore nel pomeriggio.

  • matesi

    @ Giusy73
    Ma perché lei sarebbe sua solo fino a mezzanotte? Forse il titolo si chiarirà nei volumi seguenti.

  • GIUSY73

    Sono a metà e il romanzo mi piace….ma:
    La Kleypas riesce sempre a conquistare il lettore ma stavolta mi ha irritata un pò a causa del protagonista..oh, è sexy,interessante, un vero uomo,ecc. ecc. ma, “poveraccio”! ha la “sfortuna” di essere “maledetto” dalla buona sorte!!! Più cerca di disfarsi del denaro e più ne guadagna…non riesco a immaginare disgrazia peggiore!!!
    Ma per favore!!! Con tutto quello che ci si poteva fare con i soldi a quei tempi, per i poveri,gli affamati,gli orfanotrofi,le prostitute,i disoccupati…l'”eroe” invece li investe in fabbriche in difficoltà???
    Cara Lisa,potevi trovare qualcosa di meglio per le vicissitudini del tuo “Eroe”.

  • GIUSY73

    L’ho terminato e come le altre lettrici,anch’io aspetto la storia di Kev (alias Merripen) e Win,il loro è un amore tormentato e (all’apparenza) impossibile. I tatuaggi uguali fanno pensare a due fratelli, “marchiati” e poi allontanati per essere comunque riconoscibili dalla tribù grazie ad essi. Non mi stupirei se spuntasse fuori un titolo nobiliare ereditato da Cam o Kev che cancellerebbe (per la buona società ipocrita) l’onta di essere zingari.
    La fobia per le api di Amelia, mi ha fatto sorridere…tra tutti gli insetti esistenti sono gli unici che amo ma immagino che un intero sciame farebbe paura a chiunque.Non è il miglior ramanzo della Kleypas ma mi è piaciuto lo stesso e sicuramente non perderò i seguiti.
    Farei volentieri anch’io un giro su Pooka a Mezzanotte…e non intendo la figura mitologica ma il cavallo di Cam…insieme a lui,naturalmente.

  • manu63

    @ giusy
    concordo sul giro di mezzanotte!!
    ho notato che tante amiche sono rimaste perplesse sul significato del fantasma
    mi sembra di ricordare che in “peccati d’inverno” proprio cam convince sebastian a lasciare che eve partecipi al funerale del padre, per poter elaborare il lutto e lasciare libera l’anima del defunto…
    una credenza che faceva parte della personalita’ zingara di cam a cui la kleypas si è ricollegata legandola a leo, chissà…magari per renderlo un po’ piu’ simpatico!!!

    comunque resto dell’avviso che la donna di cam era daisy e qualunque altra resta un rattoppo!
    ciao a tutte

  • GIUSY73

    @ manu63
    In effetti Leo sembra antipatico ma cerca “solamente” di autodistruggersi per soffocare il dolore,che è intollerabile quando si perde una persona amata. Ho sempre pensato che ci si dovrebbe dispiacere di più per quelli che restano, perchè devono fare i conti,ogni giorno,con il grande vuoto che si prova in questi casi, e non dispiacersi per quelli che se ne vanno perchè,in fondo, non soffrono più. Questa parte del fantasma mi è piaciuta e mi ha fatto pensare (e credere) che l’amore non può finire dopo la morte: è una forza troppo forte,troppo meravigliosa e misteriosa per essere sconfitta.
    Credo che la dicitura “Mistery” sul libro Passione sarebbe una buona idea per segnalare queste storie, come si fa con i Classic.
    Baci

    Ps. Mi piace il tuo nuovo Nick

  • diddl

    Anche qui non posso che chiedere se c’è possibilità di avere in futuro l’ebook di questo libro :-(

  • Frederica

    per diddl:

    l’edizione in ebook di “Fino a mezzanotte” di L. Kleypas non è al momento prevista.

  • LadyAileen

    Con i romanzi di quest’autrice ho un rapporto conflittuale perché alterna romanzi bellissimi a romanzi carini. Questo fa proprio parte di quest’ultima categoria e non me lo sarei davvero aspettato.
    La protagonista femminile risulta davvero irritante.
    Sinceramente la storia d’amore è carina ma è una successione d’incontri/scontri che procedono in modo troppo lento per i miei gusti (si riprende nelle ultime pagine) e poi decisamente troppi personaggi secondari con le loro questioni.
    Cam ha una caratterizzazione più approfondita.
    Speriamo che il prossimo riesca a coinvolgermi di più.

Aggiungi un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *