Gérard de Villiers, SAS: Dio salvi SAS

novembre 25th, 2018

Gerard De Villiers, Dio salvi SAS, Segretissimo SAS n. 46, Dicembre 2018

Gerard De Villiers, Dio salvi SAS

Gerard De Villiers, “Dio salvi SAS”, Segretissimo SAS n. 46,
Dicembre 2018

“Proteggi l’Orsacchiotto!” (Protection pour Teddy Bear), sarebbe una traduzione alternativa del titolo originale del volume di SAS in ristampa questo dicembre. Chi è “Teddy Bear”? Ce lo illustra questo estratto:
 

Rimase immobile a guardarsi nello specchio brunito che copriva tutto il pannello di fronte all’ampio divano e che serviva a dare maggiore profondità alla stanza, come aveva ipocritamente detto l’arredatore. Per guardarsi mentre si fa l’amore, pensava Nicholas. Gli rimanevano solo pochi capelli biondicci e la faccia, un tempo energica, era flaccida, con vistose borse sotto gli occhi. Senza la protezione degli occhiali, gli occhi azzurrissimi avevano un’espressione smarrita. Le sue amiche avevano soprannominato Nicholas “orsacchiotto”. Perché era profondamente buono. Troppo, persino. Attirava le puttane come il miele attira le mosche.

 
Le acque del Tamigi non sono mai state tanto gelate e profonde per SAS.
In questo episodio della serie, Malko Linge è chiamato a proteggere Nicholas “Teddy Bear” Silverman, uno spregiudicato affarista americano che opera a Londra, con il debole per le belle donne. Niente di così grave, se la sua ultimissima relazione con la bella e fatale Pamela Rice non minacciasse di mettere a repentaglio le relazioni commerciali tra USA e URSS, nel bel mezzo della Guerra Fredda.
Buona (ri)lettura!

 

EBOOK DISPONIBILE A DICEMBRE

 

Posted in Senza Categoria | commenti No Comments »

Gérard de Villiers – SAS: Embargo

luglio 4th, 2018

Tags: , , , , , , , ,

Gérard de Villiers – SAS: Embargo – N°41 – luglio 2018

COP_sas_41_coverAl castello di Liezen è in corso una festa inaugurale. E Malko Linge non ama essere disturbato in casa sua. Perciò lo infastidisce parecchio notare un elicottero che si dirige verso la residenza. Amici in arrivo, forse. Non aspetta altri ospiti, ma c’è sempre qualche riccone abbastanza stravagante da presentarsi in quel modo a un ricevimento. Oppure la CIA. I suoi datori di lavoro hanno la sgradevole abitudine di fargli visita senza annunciarsi, in caso di problemi urgenti. Una volta atterrati, gli uomini a bordo non sembrano però emissari dell’Agenzia, e di sicuro non sono amici. Sono killer. Il loro obiettivo è Patricia, fascinosa collaboratrice di Malko. Quando la donna compare in cima alla scalinata d’ingresso, nelle loro mani si materializzano le armi. Due lampi, due spari. Spalla sinistra disintegrata, il braccio vola via in una nube di sangue. Il secondo proiettile nella schiena, l’abito verde si tinge di rosso. Come sotto un colpo di piccone, Patricia viene proiettata sulla ghiaia del cortile. Poi è il turno dell’anfitrione. E questo è solo il prologo di una sporca storia di petrolio e terrorismo. Non esattamente il genere di svago che aveva in programma il Principe delle Spie.

L’autore incoronato dal “New York Times” come il più grande scrittore di spy story del mondo, con oltre 100 milioni di copie vendute!

Posted in Senza Categoria | commenti 1 Comment »

Goodbye Sergio

giugno 16th, 2017

Tags: , , ,

GOODBYE SERGIO

Un autore della Legione di Segretissimo ci ha appena lasciati. Un compagno di avventura, un comandante di valore, uno che non ha mai avuto paura di sporcarsi le mani per scendere in trincea con la truppa. Questo era Sergio “Alan D.” Altieri, autore della serie dello “Sniper”, alias Russell Brendan Kane, e che dal 2006 al 2001 è stato al comando della collana Segretissimo. Se ne è andato a causa di un malore improvviso, e da questo blog vogliamo esprimere il cordoglio di tutta la redazione e dei suoi compagni di squadra, quel formidabile gruppo di scrittori che militano nella formazione che lui stesso aveva definito l’Italian Foreign Legion, la legione italiana degli autori di spy story. Stavamo per pubbicare nuove avventure dello Sniper, con un romanzo inedito che Sergio stava scrivendo per i suoi affezionati lettori e che sarebbe dovuto uscire a fine anno, ma anche se non sarà più così, se di Russell Brendan Kane e del suo autore resterà solo un magnifico ricordo, lasciate che alcuni dei compagni della Legione di Segretissimo celebrino Alan D. Altieri con poche parole espresse con il cuore.

Franco Forte

Editor di Segretissimo

È venuto a mancare un grande amico, una persona straordinaria, un uomo tutto d’un pezzo eppure buono, gentile, sempre disposto ad aiutare gli altri e a venire in soccorso degli amici. Se ne è andato uno scrittore, sceneggiatore, traduttore ed editor tra i più valenti del nostro Paese. Ma soprattutto un amico sincero che per me è sempre stato un punto di riferimento, un Maestro, non solo di scrittura, ma anche di vita. Voglio ricordare la splendida persona che è stata e che sempre resterà nel cuore dei suoi lettori, oltre che nel mio. Un professionista di prima categoria con cui ho avuto l’onore di lavorare, combattendo fianco a fianco sui campi di battaglia dell’editoria nazionale. E un delizioso compagno di mangiate, bevute e lunghi discorsi sulla scrittura, sui libri, sulle trame e sulle sottotrame della società globale. Addio, grande Sergio. Spero prima o poi di poterti incontrare di nuovo…

Stephen Gunn (Stefano Di Marino)

Autore della serie del Professionista

Fratelli nella notte… ho appreso poco fa una di quelle notizie che uno non vorrebbe mai sentire. E’ mancato Sergio Alan.D Altieri. Così all’improvviso… ieri mattina mi aveva telefonato con il suo abituale vocione per chiedermi se avevo… qualche fetente da mettere nel prossimo Sniper a cui stava lavorando, replicando ancora una volta quel sodalizio tra il Professionista e Russell Brendan Kane che tante volte si è ripetuto in questi anni. Abbiamo parlato a lungo, come tante volte, scambiandoci informazioni e dettagli, elaborando tra una ghignata e l’altra storie di botti e spari. Perché questa è la nostra vita. Raccontare per divertire. Ciascuno a suo modo, a volte con divergenze di opinioni ma sempre con grandissimo rispetto reciproco per il lavoro e la passione altrui. Abbiamo chiuso la telefonata con la promessa di vederci per una pizza o un giapponese, appuntamento all’edicola fetente, come la chiamava lui, quella che all’incrocio di una grande via vende soprattutto dvd porno. Non vi sembri irriguardoso il modo in cui ne parlo. Sergio era così e così lo voglio ricordare. Nel bene e nel male. Mi spiace solo che negli ultimi anni ci siamo visti poco, meno di quello che avremmo dovuto. Ma anche questo faceva parte del suo modo di essere… l’uomo in cima al faro in attesa della fine del mondo. E una di queste occasioni è stata meno di un anno fa, a Grado Giallo, a parlare di Segretissimo io, lui e Andrea Carlo Cappi, fieri come bambini felici delle nostre ultime malefatte, dopo un buon pranzo in attesa di partecipare a un panel condotto da Franco Forte, che non solo è il nostro direttore ma anche un amico e collega da tanti anni. Così, incoscientemente, un po’ da ragazzino, voglio ricordare Sergio sul campo di fuoco. Perché proprio non saprei come altro fare. Ciao Sergio, la legione di Segretissimo si mette sull’attenti e ti saluta.

Francois Torrent (Andrea Carlo Cappi)

Autore della serie di Nightshade

Courmayeur Noir in Festival, alcuni anni fa. Giornata di sole. Dalla terrazza guardiamo la funivia verso il Monte Bianco. E cominciamo a discutere di distanza, velocità del vento, angolo di deviazione, velocità di impatto. Mi volto e gli dico ridendo: “Però non possiamo parlare sempre di lavoro”. Non siamo due killer professionisti, siamo scrittori di genere. E lui è un maestro assoluto: Alan D. Altieri… come è stato ribattezzato dal suo primo editore per esigenze di grafica di copertina, mentre a Hollywood era noto come Sergio D. Altieri, sceneggiatore. Per gli USA era più esotico il nome italiano. Per noi era esotico da capo a piedi, con il suo linguaggio da eroe d’azione venato di espressioni e battute all american, con la sua visione unica del thriller e del romanzo futuribile, ma anche del romanzo storico. Pessimista cosmico, ma dotato di un feroce senso dell’umorismo. Lucido analista della realtà, da un punto di vista apocalittico: quando l’ho conosciuto, negli anni ’90, raccontò della rivolta di Los Angeles e disse che gli sembrava di aver vissuto in un romanzo… scritto da lui. Una delle sue citazioni preferite: “The future’s so bright I gotta wear shades“, dove il “bright” era il luccichio di un’atomica all’orizzonte. C’era molto da imparare da lui e molti di noi hanno cercato di apprendere. Cercheremo di portare avanti la sua lezione, ma resterà sempre unico e inimitabile. Mi aspetto che, ovunque sia adesso, guardi giù e commenti sarcastico: “What a shock!

Joe Lancaster Reno (Gianfranco Nerozzi)

Autore della serie dell’Agente Nemesis

… perché poi uno dovrebbe trovare qualcosa di eccezionale da dire, per una persona così straordinaria…
Uno vorrebbe trovare frasi e parole originali. Poetiche. Toccanti. Commoventi. Per onorare l’uomo e lo scrittore. Ma la gola in questo momento è così stretta, così come i pugni. Mentre le lacrime scendono.
Non ti dimenticherò, amico mio. Senza la tua presenza le cose non saranno più le stesse. Di sicuro, da nessuna parte. E mi mancheranno tutte le nostre chiacchierate davanti a una pizza e i sogni condivisi. Le storie future da raccontare. E quel fuoco vero, che sentono dentro solo gli artisti di razza. Mi manchi già così tanto. Così come, sono sicuro, mancherai a tantissime altre persone, colleghi scrittori compresi e le migliaia di fan che ti hanno letto e apprezzato in tutti questi anni. Perché sei stato un grande. Un maestro ineguagliabile. E non potrai mai andartene del tutto per davvero. Tu in qualche modo resterai sempre e comunque.
E noi due, bestbro, ci ritroveremo, un giorno o l’altro. Di nuovo. In qualche terra incognita oltre i confini del cielo. Ma per adesso… Fai un buon viaggio, vecchio eroe che non sei altro.

Posted in Senza Categoria | commenti 30 Comments »

François Torrent – Agente Nightshade: Fattore Libia

maggio 28th, 2017

Tags: , , , , ,

François Torrent – Agente Nightshade: Fattore Libia – N°1635 – giugno 2017

COP_segretissimo_nightshade1635_coverIl leader di una milizia islamica e un agente libico dell’MI6 sono stati determinanti per la caduta di Gheddafi. Ma cinque anni dopo risultano coinvolti nelle stragi e nei traffici dell’ISIS. E conoscono tutti i segreti di una devastante operazione concepita dal defunto colonnello, che ora potrebbe essere attuata in nome del Califfato. Quando la guerra al terrore si inasprisce, il pericolo di una rappresaglia diventa reale. C’è chi è pagato per fronteggiare minacce letali, eliminandole alla radice. Senza leggi, senza regole, senza processi equi. Uccidere per salvare altre vite: a volte è la soluzione, a volte è il problema. In bilico su questo crinale l’agente a contratto Mercy “Nightshade” Contreras ha sventato attentati in Europa ed evitato altre catastrofi. Non più in trincea giorno dopo giorno, svolge solo
una missione di tanto in tanto come tributo al bellicoso dio che la possiede. Perché ha bisogno di combattere. E tocca a lei impedire che le fiamme della vendetta divampino sul Mediterraneo.

All’interno, il racconto “Medina – Cogito, Expo sum” di Andrea Carlo Cappi.

EBOOK DISPONIBILE

Posted in Senza Categoria | commenti 2 Comments »

Un articolo su Carlo Medina

settembre 24th, 2014

Tags: , , ,

Sul blog I Viaggiatori Ignoranti si parla di Persecutor, l’ultima avventura di Carlo Medina uscita su Segretissimo. Il romanzo di Andrea Carlo Cappi resterà in edicola ancora per tutto il mese di settembre, poi sarà comunque disponibile in ebook (e tramite il servizio arretrati).

Medina

Posted in Segretissimo, Segretissimo Foreign Legion, Senza Categoria | commenti No Comments »

S. Gunn – Il Professionista: La triade di Shangai

ottobre 30th, 2013

Tags: , , , ,

Stephen Gunn – Il Professionista: La triade di Shangai – N°1605 – Novembre 2013

ProfessionsitaNovembrejpgÈ notte, il Professionista avanza lungo un corridoio d’albergo verso la suite del Bersaglio. Mano armata sotto la giacca, ghiaccio nelle vene. Tutto ha avuto inizio due mesi prima. Una missione in Messico,
poi il passaggio della frontiera per sottrarsi a chi gli dà la caccia. E una proposta senza alternative per un’anima macchiata di nero, l’opportunità di sparire e risorgere prendendo il posto di un’altra persona… Ecco. Due colpi di pistola ed è finita. Adesso Chance Renard ha assunto la sua nuova identità. Quella di Momon Vidal, rapinatore leggendario, nemico pubblico numero uno della polizia francese. Figura chiave in una connection che lega trafficanti di droga dal Sudest asiatico, mafia russa e triadi cinesi. Ora Chance è lui, nella buona e nella cattiva sorte. Probabile che sia cattiva.

DISPONIBILE IN EBOOK

Due parole dall’autore:

‘La Triade di Shangai’ , il Professionista di novembre è un romanzo importante per la serie. Ho impiegato il doppio del tempo abituale per scriverlo e porta in sé tutto quello che io e, mi auguro, i lettori amiamo del Professionista. Chance si trova in una situazione disperata, braccato dall’Inglese che non è certo morto sulle montagne dell’Himalaya e finisce per accettare una missione di infiltrazione ad alto rischio. Da qui parte una storia complessa piena di colpi di scena e ambientazioni differenti, c’è Gangland, ma anche la Parigi di Pietrafredda, poi un inedito paesaggio del deserto del Taklimakan, il ‘luogo dove non vive nulla’ e poi Shangai con le triadi, i servizi segreti che si contendono potere e denaro. E poi i ninja, la vecchia squadra con la Bimba e persino un inedito Gobbo….innamorato. ma c’è anche qualcosa di più, un filo diretto ma comprensibilissimo con uno dei miei primi romanzi Lacrime di Drago. Chance incontra la figlia dei protagonisti di quella vicenda che era la storia del traffico di eroina dal 49 agli anni 90. Ma oggi la situazione è del tutto cambiata. Invece che l’eroina si spacciano metanfetamine. Insomma credo che una storia così non l’abbiate mai letta.

 

Posted in Ebook, Segretissimo, Segretissimo - ebook, Segretissimo Foreign Legion, Senza Categoria | commenti 89 Comments »

Il Ritorno dello Sniper

luglio 15th, 2013

Tags: , ,

 

IL RITORNO DELLO SNIPER

Segretissimo intende fare un omaggio ai suoi lettori e a uno dei protagonisti più affascinanti della storia di questa collana unica al mondo, dedicata alla spy story ma anche all’action e al combact: Russell Brendan Kane, lo sniper, il guerriero solitario creato dalla penna di Alan D. Altieri, uno dei più importanti autori italiani per la narrativa di genere.

Con il volume doppio in edicola questo mese – che intende affiancare l’altro importante progetto “storico” della collana, ovvero la raccolta dei romanzi della serie “Il Professionista” di Stephen Gunn – Segretissimo ripubblicherà tutti i romanzi e i racconti di Brendan Kane, integrandoli con due libri inediti che l’autore sta scrivendo appositamente per questo progetto Mondadori.

La raccolta “Sniper Extreme” che trovate in edicola comprende i primi due romanzi della serie dello sniper, “Campo di fuoco” e “L’ultimo muro”. L’appuntamento si ripeterà annualmente, ogni estate: a luglio 2014 uscirà il secondo volume, “Sniper Risinig”, che comprenderà il terzo romanzo con Brendan Kane, “Victoria Cross”, e un inedito d’eccezione che continuerà le avventure dello sniper, ovvero “Orizzonti di fuoco”, che Altieri sta scrivendo in esclusiva per Segretissimo. La collezione delle storie di Kane si concluderà nel 2015, sempre a luglio, con un altro straordinario volume intitolato “Sniper Forever”, che raccoglierà l’inedito “Corpi nella corrente”, oltre a tutti i racconti dello Sniper apparsi nel corso del tempo.

Ma ora ecco, dalle parole dello stesso Altieri, alcune impressioni su questa raccolta, e qualche anticipazione sugli inediti che arriveranno nei prossimi volumi della Sniper Collection.

***

Sniperxtreme

Cari Lettori di Mondadori Segretissimo.

Un grande ringraziamento a tutti voi non solo per esserci ma per continuare a seguire il mio lavoro, soprattutto su un così lungo arco di tempo, in questa straordinaria collana di intrigo-azione-avventura dalla eccezionale longevità che è Segretissimo.

Un profondo ringraziamento anche a Franco Forte, Editor Extraordinaire di Mondadori Category, nonché Autore con la “A” maiuscola a tutto tondo ed Editore a pieno titolo, parimenti con la “E” maiuscola, per questa sua lusinghiera iniziativa.

Veniamo quindi a “Sniper Extreme” – abbinamento di “Campo di fuoco” e de “L’ultimo muro” – i primi due titoli della “Sniper Saga”.

Come sapete, lo “sniper” – tiratore scelto – in questione è Russell Brendan Kane, Tenente Colonnello dello Special Air Service britannico, una delle primarie special forces del mondo.

Laurea in medicina da un lato, one shot-one kill dall’altro, Russell Brendan Kane è la quintessenza dell’uomo maledetto.

Verosimilmente è proprio per questo che gli vengono affidate le missioni più maledette in assoluto.

In “Campo di fuoco” lo vediamo al centro di un “tiro” contro il capo supremo del cartello messicano della cocaina. Peccato che nulla, nulla in assoluto, sia come sembra…

Ne “L’ultimo muro”, quella che comincia come un’operazione di routine V&S – Vigilanza & Scorta – a Gerusalemme, si trasforma in un autentico bagno di sangue che coinvolge integralisti islamici, servizi israeliani deviati e… oops, sorry now.

Risvolto interessante di entrambi questi testi è, a mio parere, la loro tenuta nel tempo.

Concepiti alla fine degli anni ’90, che siate proprio voi Lettori a decidere se la loro validità tematica regge ancora oggi, A.D. 2013.

Nemmeno a dirlo, Russell Brendan Kane si spinge ben oltre gli inganni, i tradimenti e i “tiri” del Messico e di Gerusalemme.

Grazie alla pianificazione editoriale di Franco Forte, la “Sniper Saga” è destinata a non fermarsi.

Lo special estivo Segretissimo 2014 prevede l’abbinamento di “Victoria Cross”, terzo volume della serie, e di – udite, udite – “Sniper 4: Orizzonti di acciaio”, testo del tutto inedito.

Senza ovviamente anticipare troppo, in “Orizzonti di acciaio” Russell Kane si ritrova coinvolto in un “nightmare scenario” – scenario da incubo – che implica un super-drone dirottato e abbastanza “weapon-grade nuclear material” da fare sembrare Chernobyl come Disneyland.

Concepita fin dall’inizio per cinque volumi, la “Sniper Saga” si concluderà con lo special estivo Segretissimo 2015. “Sniper 5: Corpi nella corrente” – conto sul perdono dell’immortale Ernest Hemingway per parafrasare, ma anche onorare, il suo leggendario titolo “Isole nella corrente” – è la prosecuzione senza soluzione di continuità di “Orizzonti di acciaio.”

La corrente di “Corpi nella corrente” è quella del Gange, fiume sacro dell’India, supremo sepolcro della religione induista.

R.I.P.? Niente affatto: le esequie affidate alla corrente del Gange potrebbero rivelarsi qualcosa di molto simile a una Armageddon pandemica.

In “Corpi nella corrente”, tutti i nodi conclusivi della “Sniper Saga” verranno al pettine.

Da un super-virus geneticamente modificato, a una inarrestabile donna-guerriera data per perduta, fino alla catarsi conclusiva tra Russell Brendan Kane e la sua nemesi, il famigerato terrorista free-lance Declan Michael Cross.

A completare “Corpi nella corrente”, i “racconti dello sniper”: ciò che Russell Brendan Kane diventa una volta varcata, in tutti i sensi, la corrente del Gange.

Insomma, un progetto ad ampio respiro e a lungo raggio. Conto su tutti voi Lettori per il vostro appoggio, il vostro coinvolgimento e, perché no, anche le vostre critiche.

 

Un grande ringraziamento a tutti!

Alan D. Altieri

 

 

 

 

Posted in Senza Categoria | commenti 7 Comments »

Addio a Laura Grimaldi

luglio 4th, 2012

Anche noi lettori di Segretissimo ci uniamo al cordoglio per la scomparsa, avvenuta ieri, di Laura Grimaldi.

Ricordiamo la nostra lady spia, al timone di Segretissimo e non solo, grazie a questo breve estratto delle parole diffuse da Sergio Altieri nella giornata di ieri:

È difficile, davvero difficile, concepire un mondo senza Laura Grimaldi. È ancora più difficile immaginare una letteratura priva della sua cultura profonda, della sua chiarezza del reale, della sua conoscenza della natura umana.

Laura Grimaldi, donna guerriera nel senso più puro del termine, rimane e rimarrà per me guida e mentore. Soprattutto rimane e rimarrà per me una presenza di inarrivabile statura morale.

Posted in Senza Categoria | commenti 1 Comment »

Next Entries »