Delitto a bordo (1272)

giugno 5th, 2011 by Moderatore

mainaringprev.PNG

Liverpool-New York, una tranquilla traversata sulla Florabunda, una lussuosa nave da crociera. A bordo, ben nove leggendari investigatori privati. Fin da subito, il viaggio si fa interessante. Sotto un telone viene ritrovato il cadavere di Paul Price,un cronista mondano. Quanto ai sospettati, c’è solo l’imbarazzo della scelta: Price, infatti, aveva il pessimo vizio di ricattare le persone su cui scopriva informazioni scottanti. E tutti hanno qualcosa da nascondere. Con i pochi indizi a disposizione, per i nove segugi si apre un virtuosistico gioco d’ingegno. E d’indagine criminale.

Marion Mainwaring nata nel 1922, americana, è conosciuta soprattutto per aver completato il romanzo di Edith Wharton Bucanieri, pubblicato nel 1993. In campo giallistico, ricordiamo i suoi Murder at Midyears (1953) e questo Delitto a bordo (1954).

All’interno, l’articolo “Istantanea di un enigma” di Enrico Luceri.

(vai alla visualizzazione completa del volume)

Popularity: 26% [?]

Posted in I Classici del Giallo, Le collane del Giallo

6 Responses

  1. anne67

    un piacevole divertissement.
    in alcuni momenti la mimesi stilistica è decisamente ben riuscita e il pezzo dedicato a Spike Bludgeon alias Mickey Spillane è esilarante.

  2. Fabio Lotti

    Scusa Anne, mi puoi dire qualcosa sull’articolo di Luceri? Grazie.

  3. Marius

    Anne67 Spike Bludgeon non è Mickey Spillane ma la sua creatura Mike Hammer (Hammer=martello, Bludgeon=randello).
    Non sono riuscito a capire però chi è Sir John Nappleby e chi Broderick Tournier; forse quest’ultimo è Roderick Alleyn della Marsh?
    Se mi sai dire qualcosa grazie.

  4. piero

    Molto carino e assai godibile. Condivido il giudizio di Manuela.

    Analisi più approfondita sul mio blog :

    http://lamortesaleggere.myblog.it/archive/2011/06/23/marion-mainwaring-delitto-a-bordo-i-classici-del-giallo-mond.html

  5. piero

    Anche le parodie di Appleby ed Ellery Queen sono divertenti.
    Un bel romanzo, anche se il finale è un po’ affrettato secondo me: l’individuazione del colpevole è troppo poco rafforzata da prove: sembra quasi cadere dal cielo.

  6. piero

    @Marius: Broderick Tournier è Roderick Alleyn di Ngaio Marsh e Sir John Nappleby è Sir John Appleby di Innes.
    Divertente è oltre il riferimento trovato per Hammer, quello per Wolfe: Bear (orso)+e; Wolf(lupo)+e. :-)

Leave a Comment

Please note: Comment moderation is enabled and may delay your comment. There is no need to resubmit your comment.

Spam protection by WP Captcha-Free