Urania Jumbo 9: James Blish “Le città volanti”

dicembre 20th, 2019 by Redazione
James Blish, "Le città volanti", Urania Jumbo n. 9, gennaio 2020

James Blish, “Le città volanti”, Urania Jumbo n. 9, gennaio 2020

James Blish, “Le città volanti”,
Urania Jumbo 9, Gennaio 2020

 

Il ciclo completo di quattro romanzi di uno dei maestri della fantascienza prende il volo nella nuova uscita di Urania Jumbo.

In questa saga futuristica, che durante l’epoca d’oro della fantascienza ha reso celebre James Blish, innovative tecnologie antigravitazionali e antinvecchiamento permettono all’umanità di mandare nello spazio intere città, come New York e Los Angeles.

Le “Okie”, come vengono chiamate in gergo le città volanti, diventano una via di fuga per l’umanità, martoriata dai regimi repressivi del pianeta Terra.

Il termine gergale “Okie” deriva dai profughi dell’Oklahoma degli anni ’20 del secolo scorso, come ci spiega l’autore stesso:

C’era un termine molto brutto diffuso tra i contadini della Terra, che esprimeva tutto il disprezzo per un uomo che abbandonava i suoi luoghi di lavoro, anche se non erano remunerativi, per percorrere le strade aliene e i sentieri di stelle di una città nomade: lo chiamavano “Okie”.

E adesso passiamo a dare un’occhiata nello specifico ai quattro romanzi della celebre saga di Blish, definita da Terry Pratchett “vino inebriante della fantascienza”:

 

“ED ESSI AVRANNO LE STELLE” (They Shall Have Stars, 1954)

Nel capitolo che getta le basi dell’intera saga, sullo sfondo di un mondo stretto nella morsa delle “Pace Fredda”, epoca di repressione e instabilità, alcuni individui lottano per dare all’umanità un’alternativa tramite tecnologie mai viste prima.
Tra i protagonisti della vicenda troviamo il caparbio Senatore Bliss Wagoner, il suo amico, dottor Giuseppe Corsi dell’Associazione Americana per il Progresso della Scienza, l’astronauta Colonnello Paige Russel, l’ingegnere Bob Helmut, impegnato nel progetto del Ponte di Giove, e Francis Xavier MacHinery, direttore dell’FBI (ora diventata un’istituzione ereditaria).

 

– “UNA VITA PER LE STELLE” (A Life for the Stars, 1962)

Un secolo dopo gli avvenimenti del primo libro, le città volanti viaggiano tra le stelle commerciando con le colonie umane in giro per il cosmo, ma mentre alcune “Okie” riescono a prosperare, altre rimangono sempre ancorate ai problemi del passato. In questa epopea spaziale proiettata verso le profondità del cosmo, seguiamo le avventure del giovane Chris DeFord e il suo tentativo di migliorare il proprio status sociale.

 

– “IL RITORNO DELL’INFINITO” (Earthman Come Home, 1953)

Continua la diaspora delle città volanti, che vanno incontro a un universo abitato da molteplici culture, ognuna a uno stadio di sviluppo differente. Personaggio di punta della storia è John Amalfi, sindaco della Okie New York da più di cinquecento anni…

 

– “IL TRIONFO DEL TEMPO” (The Triumh of Time, 1958)

Sulla Nuova Terra gli scienziati hanno scoperto l’esistenza di un universo basato sull’antimateria, in rotta di collisione con il nostro. Entro tre anni, se non si troverà una soluzione, la vita come la conosciamo sarà destinata a scomparire per sempre.
James Blish, (1921-1975) è considerato un maestro della fantascienza. Dopo gli studi di biologia, Blish serve nell’esercito americano durante la Seconda Guerra Mondiale. La sua carriera da scrittore inizia nel 1940, con la pubblicazione di alcuni racconti.
Assieme a Isaac Asimov, Damon Knight, Frederik Pohl e altri grandi scrittori, fa parte del gruppo dei “Futurians“.
Il ciclo delle “Città volanti“, la tetralogia scritta tra gli anni Cinquanta e Sessanta, è stata l’opera che lo ha fatto balzare agli onori della cronaca. In seguito ha pubblicato diverse opere di genere fantasy e horror. Inoltre, Blish ha scritto numerosi romanzi legati all’universo di Star Trek.
Con “Guerra al grande nulla” (A Case of Conscience, Urania Collezione n. 196) ha vinto il premio Hugo 1959 come miglior romanzo dell’anno.

 

Una curiosità sull’autore: è stato Bliss a coniare il termine “gigante gassoso” per descrivere un immenso pianeta gassoso, comparso nel racconto “Solar Plexus”.

 

Buona lettura!

 

EBOOK DISPONIBILE A GENNAIO

Posted in Ebook, Fantascienza, Senza Categoria, Urania Jumbo

20 Responses

  1. Seby

    Urca! Sorpresa col botto! Non avevo nessuna intenzione di acquistare i titoli che erano stati annunciati per la serie Jumbo, troppo fantasy per i miei gusti ma…con questa raccolta mi avete lasciato con la bocca aperta ed il portafoglio vuoto. Assolutamente imperdibile!

  2. Marsun

    Non avrei preso la 5 stagione ma questo si. Solo che tra benford appena finito e in programma herbert lafferty e blish addio alla vita sociale. Meno male scalzi si legge rapidissimo.

  3. Pietro Paolo

    Urania Jumbo è diventata una collana davvero imperdibile. Spero nel prossimo futuro, dopo essere diventata bimestrale, possa passare a trasformarsi nel mensile di punta della fantascienza in edicola.

  4. Federico

    Buon giorno Gentile Redazione, mi sono un po’ perso… Ottima notizia, lo prenderò sicuramente, ma uscita della quinta stagione è rimandata?

  5. AJdPdR

    Tutti ad applaudire … evviva !!!
    Però … questa non mi sembra essere una di quelle novità che erano state promesse per la collana JUMBO.
    Tant’è vero che era già apparsa in Italia in ben due occasioni …
    https://www.fantascienza.com/catalogo/opere/NILF1009061/le-citt-volanti/

  6. Jimi Paradise

    Uaauuuu, quanto l’ho cercato questo ciclo in giro per la galassia!!! Grandi!!!

  7. paolo f

    Beh io credevo che fosse Urania Collezione la collana preposta a pubblicare ristampe di romanzi vecchi di sessat’anni. Comunque vedo molto entusiasmo per questa uscita quindi va bene cosi’. Per inciso voglio precisare che sono racconti di buona qualita’.

  8. Rick

    Un ottimo Millemondi ma un vecchio ciclo di romanzi già editi da anni in Jumbo? Dov’é il corposo inedito?

  9. Viaggiatore Del Tempo

    Super Jumbo e super copertina!

  10. Redazione

    @AJdPdR – c’è stato un cambio nell’ordine delle pubblicazioni sulla collana Jumbo, a breve spiegheremo, insieme alle anticipazioni per il nuovo anno. Stay tuned!

  11. Philip K. Dick

    Edizione Jumbo SUPER!

    Come sempre siete dei “Maestri Assoluti” delle Copertine, toglietemi una piccola curiosità… ci sono quindi tutti e quattro i romanzi in un solo volume oppure ho capito male io?

    (Comunque sono ‘Roy Batty’, ho soltanto cambiato il nick in uno dei miei scrittori preferiti)

    PS: Buone feste a tutti! :)

  12. Redazione

    Ciao @Philip K. Dick! (vero o redivivo grazie a Ubik?!? Si tratta del ciclo completo delle città volanti di James Blish, che comprende quattro romanzi di altissimo valore: “Ed essi avranno le stelle”, “Una vita per le stelle”, “Il ritorno dall’infinito” e “Il trionfo del tempo”. Ciao!

  13. Philip K. Dick

    @Redazione

    Redivivo ahah, “Mi chiamo Ubik, ma non è il mio nome. Io sono e sarò in Eterno”. 😀

    Comunque, già conoscevo bene James Blish, anche per i suoi “racconti cartacei” degli episodi delle tre stagioni classiche di ‘Star Trek’ con Shatner e Nimoy, però questo Ciclo mi manca.. assolutamente da prendere a gennaio e grazie! :)

  14. Redazione

    Grazie e tanti auguri di Buone Feste anche da parte della Redazione!

  15. Stefano Rizzo

    Cara Redazione, intanto Buon Natale!
    Volevo sapere di chi è la traduzione del volume di Blish che mi interessa molto.
    Grazie e molto belle anche le anticipazioni!
    Stefano Rizzo

  16. Redazione

    Ciao @Stefano,
    le traduzioni sono rispettivamente di: Grazia Alineri, Franesco Franconeri, Guliana Iscaki e Vanna Signorini

  17. Philip K. Dick

    Auguri di buon natale a tutti 😊

  18. Anacho

    Un ciclo che ho amato molto, che parte da un futuro prossimo (anche se Blish non aveva previsto il crollo dell’Unione Sovietica) e arriva a migliaia di anni nel futuro e molto, molto distante, sino a un’altra galassia.
    Splendido ciclo.

  19. Pigreco

    Quindi si tratta della stessa traduzione pubblicata da Mondadori nel 1981 (volume di cui io sono uno dei fortunati possessori avendolo acquistato appena uscito)?

  20. Redazione

    Ciao @Pigreco,
    Sì, i traduttori sono gli stessi dell’edizione del 1981, congratulazioni per il tuo prezioso bottino!

Leave a Comment

Please note: Comment moderation is enabled and may delay your comment. There is no need to resubmit your comment.

Spam protection by WP Captcha-Free