Il Giallo Mondadori 3136: La collera di Napoli

settembre 30th, 2015 by Moderatore

unnamed

Napoli, settembre 1884. Un’epidemia di colera provoca migliaia di morti in appena due settimane. Veneruso, un commissario di polizia depresso e irritabile, indaga sul ritrovamento dei cadaveri di alcune ragazzine, mutilate e abbandonate su una spiaggia vicino al porto. Spetta a lui fermare l’assassino delle Sirene, come le hanno chiamate i giornali, e ora che alla macabra lista se ne aggiunge un’altra, la quinta, gli sembra quasi di averla uccisa lui per mancanza d’impegno o per inettitudine. Le vittime, tutte orfane, provengono da un convento di monache di clausura situato nel cuore della città, e le ricerche di Veneruso e dei suoi indolenti ma intuitivi collaboratori riveleranno presto passioni segrete, vizi inconfessabili e relazioni pericolose tra le ragazze dell’istituto. Giorno dopo giorno, il commissario scoprirà strani personaggi e storie nascoste in una Napoli di fine secolo splendida e tormentata, costruendo un romanzo d’investigazione potente e ben congegnato, che propone un nuovo, formidabile investigatore che non mancherà di entrare nel cuore dei lettori.

All’interno, il racconto “Storia da un’estate romana” di Marco Minicangeli, vincitore del premio Grado Giallo 2015

 

GUARDA IL BOOKTRAILER DEL ROMANZO

 

 EBOOK DISPONIBILE

Popularity: 44% [?]

Posted in Giallo (serie regolare), Le collane del Giallo

21 Responses

  1. Marco Piva (corpi freddi)

    Ho grandi aspettative su questo romanzo, oltre che un debole per gli scrittori napoletani e la loro terra.
    Speriamo bene.

  2. Carmen

    Sì, speriamo bene Marco, ma gli italiani ormai sanno scrivere bene i gialli e questa collana ne ha pubblicati di ottimi. Rivolgo con l’occasione una domanda ai lettori abbonati alle collane del Giallo: avete per caso avuto notizie sul prolungamento dell’abbonamento dopo il cambio di periodicità? Le mie richieste di delucidazioni sono cadute nel vuoto. A tutt’oggi l’unica cosa certa è che ho pagato per ricevere 24 numeri e temo proprio che me ne verrano spediti molti meno se qualcuno ai piani alti non si dà una mossa.

  3. Adriano

    Letto. Mi sembra molto buono. Indagine serrata e assassinio complesso. Una storia molto intrigante. Ci sono più indagini parallele, alcune collegate tra loro. Divertenti i personaggi. Veramente ottimo il commissario Veneruso e l’atmosfera di Napoli e del colera.

  4. Redazione

    Per Carmen: per ciò che riguarda l’abbonamento, viene semplicemente spostata in avanti la data di scadenza, per ricevere i 24 fascicoli relativi. L’abbonamento non è temporale ma legato al numero di uscite che si acquistano, e dunque per chi ha sottoscritto l’abbonamento a 24 fascicoli, ne riceverà 24, che però anziché in un anno saranno spediti nell’arco di due anni.

  5. Carmen

    Grazie mille Redazione! Ho visto che il sito abbonamenti.it ha appena aggiornato la mia posizione spostando la data di scadenza dell’abbonamento come avete scritto voi. Ora sono più tranquilla. Un caro saluto a tutti e buon lavoro!

  6. Alberto

    Magari tutti i vincitori del premio Tedeschi fosserò così. Bravissimo Diego Lama.

  7. Elisa T

    Epico!

  8. Paola

    Piacevole lettura,Già la sola ambientazione basterebbe per catturare l’attenzione. I personaggi sono ben definiti e la trama è piena di colpi di scena. Si legge in poche ore e già si affeziona al commissario Veneruso e agli altri. Speriamo di rivederli in altre storie, è una scommessa vincente. PS: E’ veramente una sfida indovinare l’assassino

  9. Omar

    Posso chiedere lumi sullo stile adottato dal’autore? thriller efferato “contemporaneo” oppure si punta più sulle atmosfere anzichè sugli effettacci? grazie a chi risponderà.

  10. Diego

    Ho puntato più sulle atmosfere e suo personaggi, grazie

  11. Omar

    Grazie mille Diego, in questo caso ti leggerò con molto piacere.

  12. Gneo

    @VergaG
    ho seguito il tuo consiglio e ho contattato la Direzione.
    La Direzione è intervenuta e il problema, originato dal cambiamento di periodicità del Giallo, è stato risolto.
    Ti ringrazio ancora per il consiglio e ti auguro buone letture future.
    Ciao

  13. Gneo

    Splendido. Da leggere assolutamente.
    Il miglior Premio Tedeschi degli ultimi dieci anni.

  14. Joe Kurtz

    Bellissimo. Se la qualità delle uscite fosse sempre questa, le polemiche sul futuro del GM sarebbero prive di senso. Segnalo una piccola inesattezza: il “Gran Caffè” ha preso il nome di Gambrinus nel 1890. Quindi Veneruso non poteva acquistarvi i babà nel 1884…

  15. Diego

    grazie Joe Kurtz, correggerò l’errore. Nelle prossime edizioni non ci sarà Gambrinus ma Gran caffè: se hai altre segnalazioni utili non farti scrupoli…

  16. Laura

    Da tempo non leggevo un libro tanto intenso e forte, complimenti. Mi ha avvinto. Bella scrittura, belle atmosfere, bellissime immagini di donne (sembra scritto da una di noi). Mi ha fatto grande compagnia. Grazie

  17. Giuseppe

    Cari amici del GIALLO MONDADORI,
    da 40 anni ormai seguo la collana e prediligo il giallo classico a quello d’azione. Tra le mie autrici preferite c’è ovviamente Anne Perry,di cui possiedo l’opera omnia e che ho ritrovato con piacere nel GIALLO dopo la parentesi in libreria con Fanucci.
    MI auguro che venga colmata la lacuna di un romanzo con Pitt e che “Brunswick gardens” venga presto tradotto insieme agli altri recenti romanzi anch’essi inediti. Inedita da noi è anche la serie “Christmas”, romanzi brevi o racconti lunghi che vedono protagonisti che sono apparsi nelle serie dedicate a Pitt e a Monk. Poichè il giallo d’ambientazione storica va per la maggiore e sicuramente i bravi autori non mancano (ad esempio Paul Harding, Victoria Thompson,Deryn Lake,Barbara Hambley,Stephanie Pintoff, Tessa Harris,David Wishart,Charles Todd,Diego Lama,Danila Comastri Montanari-tutti autori “mondadoriani”) mi piacerebbe che la testata ,in futuro,possa varare una collana mensile dedicata esclusivamente al giallo storico,con novità ma anche ristampe di romanzi introvabili di autori come John Dickson Carr, Mignon G. Eberhart (“Delitto a Honotassa”,”Il nemico nell’ombra” e gli inediti “The Bayou Road” e “Family fortune),Agatha Christie (“C’era una volta”): Un titolo per la collana potrebbe essere “IL GIALLO MONDADORI HISTORY” e secondo me riscuoterebbe un successo pari a quello mensile degli apocrifi di Sherlock Holmes. Che ne dite, lettori amanti del giallo classico? Altra domanda : che fine ha fatto il”Dizionario delle letterature poliziesche” a cura di Claude Masplade,più volte annunciato e mai comparso nelle librerie?
    Salutissimi a tutti da Giuseppe

  18. nicola verde

    Ma è soltanto un auspicio, o un’idea che a breve potrebbe concretizzarsi? Per quanto mi riguarda mi auguro di trovarla presto in edicola.

  19. Omar

    Mica male come idea, Giuseppe, visto anche quanto tira il romanzo storico in altre collane; che possano ascoltarti!

  20. Lory

    Ottimo giallo! Complimenti.
    Quoto totalmete l’idea di Giuseppe, anche io sono un’amante dei gialli storici, inoltre chiedo la pubblicazione dei gialli mancanti della Victoria Thompson grazie
    Saluti

  21. Irene

    Letto solo adesso, comprato in libreria, collana Oscar Gialli. Ottimo lavoro, niente da dire, complimenti all’autore. Solo due osservazioni che poi se vogliamo non sono tali ma piuttosto delle note. La prima riguarda la tecnica di scrittura che mi ricorda molto quella di Carlo Alianello in L’eredità della priora. Mi riferisco in particolare ai pensieri dei protagonisti che parlano con se stessi senza ipocrisia. Pensano una cosa ma ne dicono un’altra e a quel sottolineare, molto soft, la venuta dei piemontesi come l’origine dei guai. La seconda nota è la descrizione dell’interno del convento Santa Maria Vergine di Porta Capuana che richiama, per me, le luci e ombre della biblioteca del Nome della rosa. Queste due note non sono critiche, nella maniera più assoluta, ma soltanto due riflessioni personali e basta. Ancora complimenti e una domanda all’autore ( nel caso dovesse leggere questo intervento): Serra muore perché colpito dal colera come tanti oppure il colera è un castigo per la sua condotta molto libertina?
    Irene

Leave a Comment

Please note: Comment moderation is enabled and may delay your comment. There is no need to resubmit your comment.

Spam protection by WP Captcha-Free