ll Giallo Mondadori 3090: Delitti a Cinecittà

settembre 4th, 2013 by Moderatore

 

lenziprev

 

Marzo 1940, anno XVIII dell’Era Fascista. Bruno Astolfi, ex commissario dimissionato forzatamente per il suo antifascismo, ora fa l’investigatore privato. La materia prima non scarseggia, Roma è prodiga di truffe, adulteri, furti ed estorsioni. Ma gli affari stentano a decollare. La sua agenzia è un buco di tre stanze, in tasca gli girano pochi quattrini e molte cambiali. Perciò non può permettersi di storcere il naso quando una proposta di lavoro arriva da due icone del cinema di regime, gli attori Luisa Ferida e Osvaldo Valenti, coppia anche nella vita reale. La donna ha bisogno di protezione, dice di essere stata minacciata di morte e di aver subito un attentato. Non tutti la prendono sul serio, finché durante le riprese di un film qualcuno tenta di ucciderla con un colpo di fucile. E nell’Italia che si appresta a entrare in guerra, per Bruno Astolfi varcare le soglie di Cinecittà è solo l’inizio di una discesa agli inferi.

 

EBOOK DISPONIBILE

 

Popularity: 36% [?]

Posted in Giallo (serie regolare), Le collane del Giallo

4 Responses

  1. Silver Apple

    E’ una bella cosa il recupero di questa serie (Ne ho comprato uno ad una di quelle conferenze in cui il Maestro racconta cose allucinanti su quel cinema che oggi ci invidiano in tutto il mondo e che io stesso rimpiango ogni santo giorno), sicuramente se l’avesse scritta qualcun altro non avrebbe tutto questo successo (O se non altro una piccola nicchia di cultori garantita)comunque c’è una ricerca storica decisamente accurata con tanto di scoop per cinefili (uno su tutti il villaggio di fuorilegge composto da ex marines/comparse di colore del film “Harlem”, una cosa mai raccontata da nessuno ed è solo uno dei retroscena del periodo meno studiato del cinema italiano). Sfiziosissimo.

  2. Silver Apple

    P.S. Leggo molta più fantascienza che gialli e commento spesso il blog di Urania. Comunque questo mese le collane del giallo mi sembravano decisamente più pescose (Non mi sono lasciato sfuggire “Nel vortice del tempo” che fra l’altro potrebbe essere stato citato a mio avviso anche abbastanza esplicitamente nel quasi omonimo nella versione italiana “La voce del vortice”, gioiellino tardo cybepunk di Walter Jon Williams).

  3. RIPAR LORCA

    Ogni tanto, un italiano che sa come si scrive. Non capita tanto spesso. Grazie per questo romanzo, anche se l’insistenza quasi didascalica su nomi d’epoca e marche lo rende un po’ stucchevole. Ma un certo gusto del dialogo alla “Manolo” basta e avanza per leggerlo con piacere.

  4. RIPAR LORCA

    Che peccato che un romanzo con così tanti riferimenti storici puntuali e precisi sia scivolato sulla Squadra Mobile. Il romanzo si svolge nel 1940 e la Mobile è nata a Milano nel 1946 per opera del commissario Nardone.

Leave a Comment

Please note: Comment moderation is enabled and may delay your comment. There is no need to resubmit your comment.

Spam protection by WP Captcha-Free