La donna è mia (1318)

marzo 4th, 2013 by Moderatore

whifullprev

Nello sguardo di quella donna c’è qualcosa di animalesco. Sembra una belva in gabbia. In vacanza su una spiaggia della Florida, Jeff Patterson ha subito colto la paura negli occhi dell’affascinante sconosciuta. Ma di cosa ha paura? Sta fuggendo da qualcosa o da qualcuno? O da se stessa? Domande ancora più pressanti, ora che l’ha salvata mentre tentava di annegarsi inoltrandosi in mare aperto. Dice di chiamarsi Joyce, ma che in realtà non sarebbe questo il suo vero nome. Tutti la credono pazza, e potrebbero venire a prenderla per portarla via, ma lui deve prometterle che li fermerà, vero? Jeff è perplesso, non sa cosa pensare… finché, nella notte, un colpo alla porta gli fa gelare il sangue. Qualcuno è venuto per la donna. E non se ne andrà senza di lei.

Harry Whittington (1915-1989), statunitense, ha lavorato in pubblicità e poi come impiegato postale. Dedicatosi alla carriera di narratore, ha dato vita a una vastissima produzione di oltre duecento titoli dei generi più vari, dal poliziesco al western all’avventuroso, e con una lunga serie di pseudonimi. Per questa sua prolificità, sostenuta da una buona qualità della scrittura, è stato considerato un maestro dei cosiddetti paperback originals, romanzi pubblicati direttamente in edizione tascabile.

 

All’interno, il racconto “Slide” di Vincenzo Vizzini

Popularity: 30% [?]

Posted in I Classici del Giallo, Le collane del Giallo

7 Responses

  1. Omar lastrucci

    Sembra interessante ma non conosco affatto questo autore;qualcuno di voi utenti più esperti di me potrebbe darmi un parere?

  2. Marius

    Ottima scelta quella di pubblicare titoli pescati dai vecchi cataloghi Garzanti e Longanesi: continuate così!

  3. luigi chiarelli

    neanche io, mai sentito

  4. Grumpy

    Ho trovato questo:
    http://www.pulporiginals.com/Contents-pulp/whittington-intro.html
    Molto prolifico ma poche notizie sulla qualità delle storie. Ma la sua appartenenza all’era dei pulp gli conferisce un’aura indubbiamente romantica :-)

  5. Alberto

    Whittington era uno di quelli buoni, anche se ha scritto molto e non sempre allo stesso livello. Comunque questo è da prendere. Dal catalogo Longanesi tra i ’50 e i ’60 si potrebbero rubare dozzine di ottimi hard boiled.

  6. Marcello

    Speriamo di vedere pubblicati presto due autori “desaparecidi”: Percival Wilde e Gribble, di quest’ ultimo almeno “Il segreto della squadra azzurra”, uno dei pochi gialli dedicati al calcio!

  7. luigi chiarelli

    lo prenderò sicuro,mi intriga la trama

Leave a Comment

Please note: Comment moderation is enabled and may delay your comment. There is no need to resubmit your comment.

Spam protection by WP Captcha-Free