L’anatomista (3065)

agosto 29th, 2012 by Moderatore

anatomista-prev.PNG

Un buon cadavere dev’essere tenero come un buon filetto. Ne è davvero convinto il dottor Thomas Silkstone, ma non perché sia un cannibale. Per un anatomista come lui, sezionare cadaveri è un mestiere e anche una vocazione. E nell’Inghilterra di fine Settecento, quando le celle frigorifere devono ancora essere inventate, non è roba per deboli di stomaco, in perenne lotta con mosche e vermi. Ma quando la sorella di un conte, morto tra orribili spasmi e fiotti di sangue, gli chiede aiuto per scoprire se si è trattato di un delitto, il dottor Silkstone non immagina che questo incarico lo trasformerà in qualcos’altro. Non più un semplice patologo, ma un pioniere della criminologia, costretto a ricorrere a tutta la sua scienza per fare luce su una catena di omicidi.

                                                                                                                                                  

All’interno, il racconto “L’onda del castello” di Maurizio Gilardi, vincitore del premio Giallo Stresa 2012.

Popularity: 39% [?]

Posted in Giallo (serie regolare), Le collane del Giallo

14 Responses

  1. Valer

    Questo sembra molto interessante, non me lo lascio sfuggire

  2. Marco Piva

    Sono estremamente curioso. La cover e le tematiche mi rievocano quel capolavoro da culto di “L’alienista” di Caleb Carr (del quale quest’anno è atteso il nuovo monumentale lavoro).
    Se solo questo romanzo fosse bello la metà sarei felice :-)

  3. Valer

    @Marco
    Anche a me la trama ricorda l’alienista, e i commenti sul volume in inglese sembrano molto buoni, speriamo!

  4. Marcello

    Si sa niente dell’ autrice? Mi sembra un’ esordiente.

  5. Marco Piva

    Infatti si tratta del suo esordio.
    Quest’anno esce in Inghilterra il suo secondo romanzo, sempre con lo stesso personaggio.

  6. Andd

    E’ possibile sapere se la traduzione è integrale?

  7. Piero

    Io avevo come l’impressione, che il traduttore non potesse che essere Igor. Quando si inquadra una persona, è difficile sbagliare. Sembra un thriller anatomopatologico, ma se il traduttore è Igor Longo, state pure sicuri che in fondo in fondo è un Mystery.

  8. andrea-tortellino

    Qualcuno che lo ha letto e sappia dare un commento? Grazie :-)

  9. manuela

    @andrea
    letto.
    mantiene solo in parte le aspettative. spunti e trama buoni, esecuzione così così.
    mi chiedo che cosa ne sarebbe venuto fuori con un editor come si deve.
    p.s. Carr è di un altro pianeta.

    nota: letto su kindle. non potreste segnalare con un’icona o con un tag sul blog quali gialli del mese sono disponibili come ebook? grazie :)!

  10. NotturnoInRosso

    letto
    a me è sembrato un buon giallo, forse l’indagine medica non è poi cosi accentuata come indicherebbe la 4° copertina ma si lascia leggere volentieri e la trama è abbastanza arzigogolata. Il finale è assolutamente inquietante…

  11. Piero

    @Manuela: Ciao Bella! Ti rivedo con piacere!
    Il paragone con Carr è improponibile per tutti, anche per la Christie.
    Carr è stato il numero 1, in assoluto.

  12. Marco Piva

    @Piero: credo che Manuela intendesse Caleb, non John Dickson.

  13. francesco

    letto
    a me è piaciuto molto, ben scritto, l’ho letto in due giorni, la storia è coinvolgente e si parteggia facilmente per Silkstone

  14. Sam

    Ho comprato il libro, quando era appena uscito in edicola.
    L’autrice poteva soffermarsi un po’ di più sull’indagine medica, ma tutto sommato l’ho trovato un buon giallo e molto scorrevole nella lettura.
    Il finale, veramente sconvolgente…

Leave a Comment

Please note: Comment moderation is enabled and may delay your comment. There is no need to resubmit your comment.

Spam protection by WP Captcha-Free