Ossessione (3053)

aprile 2nd, 2012 by Moderatore

bensonprev.PNG

Rick Shepherd è entrato in Giamaica illegalmente. Risulta aver avuto problemi mentali, e testimoni lo descrivono preda di stati confusionali. Ha presenziato al funerale del fratello di un pericoloso criminale. È ricercato per omicidio in Illinois. Sa dove possono essere rinvenuti i resti di donne sequestrate e uccise. Infine, è stato visto inoltrarsi a piedi nelle acque del mare, fino a scomparire nel nulla. Perché mai Rick Shepherd, programmatore di computer, dovrebbe essere coinvolto in tutto questo? Gli investigatori non se lo sanno spiegare. Se potessero chiederlo a lui, la risposta sarebbe semplice: Larissa. Quella ragazza lo aveva stregato. E lui voleva ritrovarla, a qualsiasi costo.

Popularity: 33% [?]

Posted in Giallo (serie regolare), Le collane del Giallo

11 Responses

  1. laura

    Mi dispiace doverlo dire ma ultimamente le copertine dei gialli sono orribili

  2. il professionista

    il romanzo di Raymond!!!!!!!!!MIO!

  3. Antonino Fazio

    Io invece la trovo molto bella.

  4. AgenteD

    …E’ tradizione del Blog del Giallo che le opinioni siano sempre nettamente divergenti… :)
    Buona Pasqua a tutti

  5. Andrea Carlo Cappi

    Un romanzo che speravo di tradurre io (avendo tradotto buona parte di quello che ha scritto!), ma per varie vicissitudini esistenziali e/o editoriali mi sono perso molti dei suoi ultimi libri. Nel Giallo Mondadori sono già apparsi lo splendido “Prima del buio”(un thriller fra Hitchcock, Elmore Leonard e Tarantino) e il capolavoro “Le ore del male” (un grande noir e un grande romanzo tout court); e si è ventilato, ma non è mai uscito, l’ottimo “Sweetie” (tutti tra i migliori thriller che mi sia capitato di tradurre).. senza contare il suo pregevole ciclo di James Bond uscito invece su “Segretissimo”.

  6. Marius

    Benson vuole riecheggiare Woolrich ma non avendone la genialità partorisce solo un hard-boiled stantio.
    Meglio il Benson di 007.

  7. andrea-tortellino

    Signori, dopo i commenti del Prof. e del grande K questo libro ha trovato un ulteriore acquirente, il sottoscritto

  8. andrea-tortellino

    Trovato e comprato questa mattina.
    buona giornata a tutti

  9. VergaG

    Anche io l’ho preso, attratto prima di tutto dalla copertina (che a me piace moltissimo) e poi dalla quarta, che è riuscita a intriogarmi. Adesso lo leggerò (confesso di non conoscere l’autore).

  10. andrea-tortellino

    @VergaG
    attendo allora il tuo commento, io al momento sto leggendo altro, devo ancora vedere in quale posizione della ‘pila da leggere’ mettere il giallo.
    ciao
    Andrea

  11. DarklyDreamingRobbo

    L’ho preso ieri. Di Benson avevo letto “Le Ore del Male”, e mi era piaciuto, e anche parecchio. Una storia accattivante, più che buono il livello della tensione durante tutto
    lo svolgimento della trama, personaggi ben delineati e altrettanto bene psicoligicamente caratterizzati. E una struttura a flashback che mi ricordava le migliori puntate di “Cold Case”, una delle mie preferite fra le serie tv “per il grande pubblico” (o “mainstream”, tiè), almeno fino a qualche anno fa. Quindi, dopo un primo approccio così soddisfacente, una seconda lettura gliela concedo senz’altro. E poi la trama di questo “Ossessione” mi intriga; quindi. è lì sullo scaffale dei GM che attende il suo turno, che verrà presto. Presto, relativamente parlando, dato che devo prima “smaltire dell’arretrato”. Tanto per cominciare, sto leggendo “Strade di Sangue” di Tom Coffey, un GM di due o tre anni fa, e mi sta piacendo molto. Sono all’inizio, e finora si sta rivelando una lettura gradevole e rilassante.
    Poi, dato che è praticamente impossibile da trovare, e dato che si tratta di uno dei miei preferiti, ho comprato, in formato per ebook, “Red Leaves” -ovvero “Foglie Rosse”- di Thomas H. Cook, del quale ho già letto -e apprezzato- “Memoria di Morte” (il mio preferito), “L’interrogatorio” e “Scrito col Sangue”, tutti GM, tutti bei libri. Anche se “Memoria di Morte”, a parer mio, è a un livello superiore. E ora il suddetto “Red Leaves” (di cui ho letto recensioni molto positive, qualcuna entusiastica) finirà dritto dritto dentro il mio ebook reader.
    Insomma, come sempre, tanto, tanto da leggere, e sempre poco tempo a disposizione.

    Saludos

    RobBo

Leave a Comment

Please note: Comment moderation is enabled and may delay your comment. There is no need to resubmit your comment.

Spam protection by WP Captcha-Free